Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Verona’

“Occupy 14 luglio 2015” a Verona contro l’omotransfobia

logo-googlePubblichiamo un comunicato di Circolo Pink Verona.

OCCUPY 14 LUGLIO 2015

1995 / 2015, 20 anni di azioni omofobe.
Tutte e tutti sulle strisce a Verona, ore 18.30 Via Degli Alpini Verona.

Portati una sedia, un comodo cuscino o stai anche in piedi.

Ricordiamo l’approvazione delle mozioni omofobe veronesi “rioccupando” simbolicamente le strisce su cui 20 anni fa, era il 14 luglio del 1995, sette attivisti gay e lesbiche si stesero per protestare contro l’avvenuta approvazione da parte del Consiglio Comunale di Verona.
Il 30 settembre 1995 il Comitato Alziamo la Testa, organizzò a Verona la prima manifestazione gay lesbica e trans della città.
Tante e tanti arrivarono a Verona da tutta Italia e molte persone veronesi, gruppi, associazioni, partiti, sindacati, singole e singoli, non solo gay lesbiche e trans, scesero in piazza per chiedere il ritiro delle mozioni. Purtroppo dopo 20 anni, sono ancora lì.

Le mozioni sono state e sono ancora un segnale politico di come i tempi non siano cambiati: già 20 anni fa si avvertivano i segnali di questo vento integralista, un’anticipazione di quanto sta succedendo in questo ultimi anni e mesi. Nonostante le “aperture” del pontefice e, più in piccolo, di Flavio Tosi, le campagne dei vari integralisti contro i diritti di gay, lesbiche, trans e delle donne in generale, si susseguono a ritmo serrato.

Ritroviamoci dopo 20 anni sulle stesse strisce che nel 1995 diedero il via a una rivendicazione che non si è mai fermata.
Invitiamo tutte e tutti quelli che erano alla manifestazione Alziamo la Testa ad essere con noi il prossimo 14 luglio 2015 sulle stesse strisce veronesi.

Le mozioni vanno cancellate e al loro posto vanno assunte dall’amministrazione veronese tutte le risoluzioni del Parlamento Europeo in materia di pari opportunità alle persone gay lesbiche e trans.

OCCUPY 14 LUGLIO 2015
https://www.facebook.com/events/857144774334225/

circolopinkverona@pec.it
info@circolopink.ithttp://www.circolopink.it
seguici su facebook: circolopink

Servizio Accoglienza Trans:
Info e appuntamenti 3426318831
satpinkverona@gmail.com

“Apoca-lips… now?” Il bando del concorso letterario…

Loc-con-sci-fiB.inddPubblichiamo il bando con le condizioni di partecipazione ad

“APOCA-LIPS… NOW?” – III EDIZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO LGBTQ DI ARCIGAY PIANETA URANO VERONA

Un mondo in crisi, un sistema al collasso… Sarà davvero l’amore omosessuale a provocare l’apocalisse, come sostengono gli omofobi? O piuttosto a traghettare il mondo verso nuovi orizzonti? Come si giungerà al punto di non ritorno? Chi saprà farsi carico del cambiamento, e con quali mezzi? Ricorrendo ad azioni eroiche, ad armi segrete o semplicemente… all’amore e alla seduzione?

Se volete provare a rispondere a questi interrogativi, Arcigay Pianeta Urano Verona e la Biblioteca/Videoteca “Oberon” del Milk LGBT Community Center di Verona organizzano per il terzo (e ultimo…?) anno un concorso letterario di testi brevi (racconti in prosa oppure poesia) dal titolo “Apoca-lips… now?”. Ai/alle partecipanti sarà richiesto il rispetto delle seguenti disposizioni:

• I testi dovranno presentare un soggetto LGBTQ in una cornice fantascientifica, pena l’esclusione ;

• I contributi, inediti, dovranno essere presentati in lingua italiana e non potranno eccedere i 15.000 caratteri (spazi inclusi) : i testi eccedenti tale soglia saranno considerati “fuori concorso”. I testi in lingua straniera saranno parimenti esclusi dalla competizione, tuttavia verranno pubblicati secondo le medesime modalità previste per quelli in italiano (vedi oltre) ;

• Come d’abitudine, sarà possibile ispirarsi ad una serie, ad un film o ad un’opera di fantascienza esistenti oppure creare un soggetto completamente originale;

• Ogni partecipante potrà concorrere con un solo contributo, pena l’esclusione.

La durata del concorso è fissata in tre mesi, a decorrere dalla data del presente annuncio. I testi dovranno pertanto essere inviati entro e non oltre le ore 23.59 del 15 aprile 2014, tramite posta elettronica (preferibilmente in uno dei seguenti formati: .doc, .rtf, .odt, ma NON pdf) all’indirizzo

oberon@arcigayverona.org

specificando nell’oggetto “Concorso letterario”, oppure via posta ordinaria (sono accettati anche manoscritti) al seguente indirizzo:

Arcigay Pianeta Urano Verona c/o Milk LGBT Community Center
Via A. Nichesola,9
37132 Verona

Nel caso di invii su cartaceo, farà fede il timbro postale.

Sarà possibile accompagnare i testi di illustrazioni e disegni, che daranno tuttavia luogo non ad una premiazione ma ad un giudizio a margine del concorso vero e proprio.

La giuria incaricata di selezionare il testo vincitore sarà composta da cinque membri scelti negli ambiti del mondo librario, della letteratura e dell’associazionismo LGBTQ. Al fine di garantire l’imparzialità del giudizio, che sarà in ogni caso insindacabile, i giurati riceveranno dall’organizzatore del concorso i contributi senza alcuna indicazione dell’identità del/della partecipante.

Il premio consisterà in un pacchetto di libri, film e gadget ispirati al tema del concorso. La cerimonia di premiazione avrà luogo durante una serata conclusiva che si terrà nel mese di maggio 2014 presso la Libreria Bocù (Vicolo Samaritana – Galleria Mazzini 1/B 37121 Verona). Nel corso di tale serata verrà data la possibilità ad alcuni fra gli autori e le autrici di presentare in pubblico il proprio testo. Non saranno previsti rimborsi spese per gli spostamenti.

Qualunque comunicazione relativa al concorso verrà data prioritariamente tramite il blog della Biblioteca/Videoteca “Oberon”, http://oberon-library.blogspot.com/, e successivamente tramite i diversi canali a disposizione dell’Associazione Arcigay Pianeta Urano Verona e della Libreria Bocù. Il suddetto blog ospiterà inoltre al termine del concorso, oltre al contributo vincitore, tutti quelli che i membri della giuria riterranno particolarmente meritevoli di diffusione. Ulteriori eventuali modalità di diffusione, quali la pubblicazione in un volume miscellaneo, potranno essere proposte ai/alle partecipanti in un secondo momento.

Con l’auspicio di una partecipazione numerosa, vi auguriamo, naturalmente… buona scrittura!

Daniele Speziari

Responsabile Cultura Arcigay Pianeta Urano Verona
Responsabile Biblioteca/Videoteca “Oberon”

concorso-sci-fi

Servizio di counseling Lui-Lui e Lei-Lei. Verona.

corso coppia2013.inddPubblichiamo un comunicato del Dott. Ermanno Marogna.

Premessa.
Per quanto in Italia oggi non ci sia nessun riconoscimento a livello giuridico ed anche in parte sociale delle coppie omosessuali, sono molte le coppie composte da uomo-uomo e da donna-donna che esistono e che hanno quindi bisogni, necessità ed anche di difficoltà.

Bisogni e necessità.
Anche la coppia omosessuale è coppia e quindi in un legame affettivo e d’amore importante.
Talvolta la coppia omosessuale fa fatica a vivere in modo sereno, a causa di una serie di condizionamenti esterni sociali e familiari che non permettono alla coppia di sentirsi pienamente “legittima”, accettata e questo può essere motivo di disagio, sofferenza e spesso di rottura.
Anche la coppia omosessuale può sentire che è una famiglia.
La coppia omosessuale ha bisogni come hanno le coppie eterosessuali, ma anche bisogni diversi, più specifici, come ad esempio sentirsi coppia riconosciuta, anche se molte coppie fanno la scelta di rimanere non visibili a livello sociale e/o familiare, “non sbagliata”, tutelata (aspetto oggi totalmente mancante).
Anche la coppia omosessuale può avere dei figli provenienti da precedenti relazioni eterosessuali o in altro modo.
Anche la coppia omosessuale può vivere una crisi, può attraversare difficoltà per le stesse ragioni delle coppie eterosessuali, ma anche per ragioni strettamente legate alla condizione omosessuale, come per esempio per i rapporti con le famiglie di origine talvolta difficili, il rapporto con l’ex coniuge in relazione ai figli, il rapporto con le istituzioni, il lavoro e con la possibilità di una “visibilità” voluta o subita.

Possibilità di servizi offerti alla coppia.
Per la coppia eterosessuale esistono molte possibilità di aiuto come consultori pubblici e privati, questi ultimi solitamente  gestiti da organizzazioni religiose.
Per la coppia omosessuale non esiste nessun servizio predisposto appositamente e per questo ci si domanda:
“I consultori pubblici o privati accolgono e seguono le coppie omosessuali?”
“La coppia omosessuale si rivolge a consultori sopra citati?”
“Se non si rivolge, perché non lo fa?”

Servizio di counseling: Lui-lui  e Lei-lei.
E’ un servizio appositamente predisposto per le coppie omosessuali che hanno bisogno di un aiuto per affrontare una difficoltà, un disagio o altra necessità. Si tratta di un servizio che ha lo scopo di  permettere alla coppia di confrontarsi, di essere facilitata nell’interazione e nello scambio. E’ un aiuto offerto da una figura imparziale che media tra due diverse posizioni, con lo scopo di mettere a fuoco il problema o l’aspetto critico per individuare una possibile strada da seguire prestando molta attenzione ai vissuti di entrambi.

Da chi è seguito.
Da counselor e figure professionali formate e preparate per lavorare con la coppia utilizzando lo strumento del couseling.

Per informazioni e appuntamenti.
Contattare Ermanno Marogna al nr. 349 4641139 o scrivere a formazionelgbt@yahoo.it
Gli appuntamenti  vengono presi in base alla disponibilità della coppia e dell’operatore.

Luogo
Milk Verona LGBT Community Center, Via Nichelosa, 9 a San Michele Extra  Verona (Uscita casello Verona Est – direzione Verona).

Ermanno Marogna
Counselor e direttore di psicodramma
email: formazionelgbt@yahoo.it
http://www.sostegnogay.ithttp://www.ermannomarogna.it

SOSTEGNOGAY: il servizio di counseling via web per persone LGBT e loro familiari..

UnknownSu indicazione di Arcigay “Gioconda” Reggio Emilia, che ringraziamo, vi segnaliamo che:

E’ operativo il servizio di counseling via internet rivolto a persone LGBT e relativi familiari (genitori in primis) che possono aver bisogno di aiuto per far fronte a difficoltà e disagi rispetto alla propria omosessualità o a quella di un proprio familiare.

Il servizio viene usufruito stando comodamente a casa propria.

La modalità via web non è da preferire all’incontro di persona per ovvie ragioni, ma può essere un’opportunità per quelle persone che si trovano lontane e che hanno difficoltà a spostarsi.

Si richiede un pc con connessione internet con cam e microfono e la certezza di non essere disturbati durante il colloquio.

Il servizio viene svolto da Ermanno Marogna che da anni si occupa di tematiche LGBT con il counseling e lo psicodramma.

Per informazioni o per fissare l’appuntamento telefonare al numero 349 4641139 oppure scrivere a info@sostegnogay.it

Vedi i siti:
http://www.sostegnogay.it
http://www.ermannomarogna.it

Ermanno Marogna
Formazione LGBT – Verona
tel. 349 4641139
email: formazionelgbt@yahoo.it

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: