Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘varallo’

Sbadatelli a Varallo.

RAINBOW VALSESIAIn data 9 maggio 2014 si è tenuto il Consiglio Comunale di Varallo Sesia in cui era prevista la votazione di un Ordine del Giorno relativo alla lotta e contrasto all’omo\transfobia, votazione che nella precedente seduta era già stata rimandata per esaminare meglio il testo.

L’Ordine del Giorno, presentato dai Consiglieri di minoranza Augusto Luttore e Franco Camosso, invitava la Giunta Comunale a “sostenere, in coordinamento con le associazioni e gli organismi operanti nel settore, iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica per una cultura del rispetto delle differenze e al fine di condannare qualsiasi forma di discriminazione, nella speranza che si possa procedere in tempi rapidi all’approvazione di una legge nazionale specifica di tutela per atti di discriminazione relativa all’orientamento sessuale”.

Nello specifico, si invitava il Comune di Varallo Sesia ad “appoggiare e incentivare le attività di lotta all’omo\transfobia che si tengono regolarmente sul territorio comunale durante la settimana del 17 maggio (Giornata Mondiale di Lotta contro l’Omo\transfobia), siano esse appuntamenti informativi, conferenze e proiezioni di filmati inerenti al tema”.

Si chiedeva anche al Comune di “attivare nuovi incontri con gli studenti di scuole medie inferiori e superiori con l’ausilio e la collaborazione degli esperti forniti dalle associazioni provinciali di riferimento e dell’associazione AGEDO (Associazione GEnitori Di Omosessuali) e di incentivare in prima persona, fornendo il patrocinio, i progetti già avviati con le scuole di Varallo Sesia, vedi per esempio gli incontri con gli studenti e i banchetti informativi gestiti dagli studenti delle scuole superiori della zona”.

Nessun* può onestamente dubitare che il contenuto e l’intento di questo documento sono di elevata rilevanza per tutte le cittadine e i cittadini, soprattutto giovani, che devono poter crescere in un ambiente che li protegga, capisca e aiuti a vivere senza affrontare i traumi legati alle difficoltà oggettive derivate dal proprio orientamento sessuale, difficoltà che ancora oggi purtroppo segnano una società che deve cambiare per migliorarsi.

Quindi con profondo rammarico apprendiamo che anche stavolta il documento non è stato votato perché incredibilmente “dimenticato” fuori dall’elenco degli atti in discussione.

Notiamo allora con sorpresa e delusione che i temi legati all’orientamento sessuale e all’identità di genere vengono tenuti in scarsissima considerazione da chi, ad ogni livello istituzionale, dovrebbe invece essere attento alle esigenze di tutte le cittadine e i cittadini che amministra.

Perciò chiediamo innanzitutto che l’Amministrazione si impegni formalmente a mettere ai voti l’Ordine del Giorno quanto prima. Ma, vista l’importanza del documento “smarrito”, non possiamo neppure fare finta di nulla di fronte a questa “dimenticanza” e perciò, per rispetto non solo delle Consigliere e dei Consiglieri, in particolare quelle quelli che hanno lavorato al documento e che ringraziamo, ma anche di tutte le cittadine e cittadini,

riteniamo come minimo che siano necessarie le scuse formali della Amministrazione Comunale nella Persona del Sindaco, Sig. Eraldo Botta; scuse che in occasione del Consiglio non sono purtroppo pervenute.

Questa resta infatti una grave mancanza di sensibilità e rispetto di fronte a un tema che tocca diritti fondamentali delle cittadine e dei cittadini ancora oggi negati e diciamo questo consapevoli del fatto che moltissime sono le valsesiane e i valsesiani che vogliono una società migliore e che ritengono questa battaglia patrimonio comune, soprattutto in politica.

Il Direttivo di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli

 

Le foto di “Donna non rieducabile” a Varallo Sesia.

1891554_10202578608018395_1339793878_o

1898844_10202578610258451_918638879_o 1957649_10202578644259301_443593720_o 1911251_10202578659419680_502376328_o 14521_10202578689820440_1386744887_n1654859_10202578579537683_1277048468_o10005902_10202578680540208_1428440750_o

“Paragraph 175” all’IPSSAR “G. Pastore” di Varallo Sesia.

imagesIn occasione del XIV “Giorno della Memoria delle Vittime del Nazifascismo”,

lunedì 27 gennaio 2014,

presso l’IPSSAR “G. Pastore” di Varallo Sesia,

“Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli ha promosso la proiezione del documentario di Rob Epstein e  Jeffrey Friedman

“Paragraph 175”

https://rainbowvalsesia.wordpress.com/2013/01/25/paragraph-175-2/

Dalle ore 11:00 alle 13:00, di fronte alle ragazze e ai ragazzi delle tre classi quinta, la nostra Laura terrà una breve introduzione, poi asssieme a loro assisteremo alla proiezione del documentario e alla fine ci sarà lo spazio per i commenti…

In vigore dal 15 maggio 1871 al 10 marzo 1994, il paragrafo 175 era l’articolo del codice penale tedesco che criminalizzava e puniva qualsiasi rapporto sessuale tra uomini; venne inasprito durante il regime nazista, ma alla sua caduta non fu completamente abolito e molte persone omosessuli passarono a una nuova detenzione nelle carceri tedesche dopo quella nei campi di sterminio.
Moltissime di più furono invece quelle obbligate a continuare a vivere nel silenzio, di fatto imponendo loro la violenza quotidiana di una negazione psicologicamente devastante e impedendo per decenni a tutta la società tedesca di riconoscere pubblicamente il valore e l’importanza umana e civile dell’immensa ingiustizia perpetrata e subita…

Quast’ingiustizia affonda le sue radici nell’omo\transfobia, un processo irrazionale, spesso individualmente non trasparente che trae la sua forza e legittimazione dal pregiudizio sociale e che prende a volte la forma di una fobia immotivata, che segna le coscienze con una serie di stereotipi negativi e pericolosi. Sentimenti talvolta inconsci che però esprimendosi nel linguaggio arrivano poi a trasformarsi in azioni che, sia a livello individuale che collettivo, manifestano ripugnanza, esclusione e violenza verso chi è ritenuto “diverso”.

Iniziative come quella dell’IPSSAR “G. Pastore” di Varallo, per la quale ringrazamo la Prof.sa Miriam Barberis, tutti i docenti e ogni altra persone che si è spesa per renderla possibile e che vi parteciperà, aiutano quindi a sensibilizzare le coscienze e a fare un lavoro di apertura verso l’alterità, l’altro, chi non conosciamo o non abbiamo mai voluto conoscere. Infatti ricordare ciò che è stato, compito della Giornata della Memoria, è più che mai necessario oggi quando, purtroppo, assistiamo ad un ritorno di nuovi razzismi e a forme di omofobia inaudite.

Nella Russia di Vladimir Putin è stata approvata una legge che vieta ogni forma di “propaganda” omosessuale, non permettendo così né ad associazioni né a singoli cittadini di diffondere un corretta informazione in tema di omosessulità e transessualità o di rispondere frontalmente alle menzogne, agli insulti e alle minaccie di ogni genere di omofobo che invece nei media e nella società russa continuano ad avere piena libertà.

E nella nostra Italia, in un Paese in cui anche si fatica a riconoscere che gli omosessuali che lo desiderano devono avere nell’istituto del matrimonio egualitario una forma di tutela legale per i propri legami affettivi stabili, negando a molti un importante diritto civile e facendone così un privilegio eterosessuale, nella nostra Italia manca ancora una legge che stabilisce un’aggravante per tutti i reati contro la persona motivati da odio omo\transfobico…

La lotta all’omo\transfobia quindi resta più che mai attuale, urgente e necessaria per permettere lo sviluppo psico-fisico corretto di tutti i giovani, per migliorare le condizioni di vita di un numero sempre maggiore di persone e per rendere migliore, più equa, più giusta e più umana la società tutta per tutti.
Ricordare per ciò non è solo un atto dovuto di pietà umana e civile per chi allora ha sofferto la pesecuzione nazifascista: è un esercizio che può solo fare del bene…. a noi oggi e alla storia futura del nosto Paese.

Il Direttivo di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli.

Cena della legalità di Libera a Varallo Sesia.

imagesArcigay “Rainbow” Valsesia Vercelli è stata invitata, partecipa con gioia e a sua volta invita tutti a partecipare alla “Cena della legalità” organizzata da Libera – Presidio “Rocco Chinnici” di Borgosesia.

Dall’aperitivo al dolce il g(i)usto dei prodotti di Libera Terra

L’appuntamento è per

Venerdì 14 giugno alle ore 19:00 presso l’Istituto Alberghiero “G. Pastore” di Varallo Sesia.

Sarà ospite anche il Professor Rocco Sciarrone, docente presso l’Università di Torino. Vi aspettiamo numerosi!

Per le prenotazioni, contattare entro il 10 giugno

Giorgio: 3932775759  Simone: 3490582258  Elena: 3473495480

Di seguito la locandina dell’evento con i costi della cena:

VOLANTINO CENA LEGALITà[1]

Incontri con le scuole… calendario 2013.

omofobia_medium Arcigay “Rainbow” Valsesia Vercelli in vista della IX “Giornata Internazionale contro l’ Omofobia e la Transfobia” che si celebrerà il 17 maggio 2013 organizza sei incontri con Istituti Superiori della zona per sensibilizzare  gli studenti sul tema della libertà di orientamento sessuale e del bullismo omo\transfobico:

27 marzo all’ I.T.G.  “Mercurino Arborio” di Gattinara – partecipazione all’ Assemblea d’Istituto.

18 aprile all’ I.P.S.S.A.R. “G. Pastore” di Gattinara – secondo appuntamento del Progetto 2012\2013 ATS Scuola “Contro la violenza: azioni di rete ed educazione”: incontro con una classe.

30 aprile al Liceo Scientifico “G. Ferrari” di Borgosesia – partecipazione all’ Assemblea d’ Istituto dopo la proiezione del film “Mine vaganti”.

8 maggio all’Istituto Superiore “D’Adda” di Varallo Sesia – partecipazione all’ Assemblea d’ Istituto.

17 maggio all I.P.S.S.A.R. “G. Pastore” di Varallo Sesia – primo apppuntamento contro il bullismo omo\transfobico in collaborazione con AGEDO Verbania e ARCIGAY “Nuovi Colori” Verbania che incontreranno una classe quarta.

28 maggio all’ I.P.S.S.A.R. “G. Pastore” di Gattinara – incontro con una classe quinta.

Parte la campagna di affissioni: “L’ OMO\TRANSFOBIA E’ UN CRIMINE: FATTENE UNA RAGIONE!!!”

ListenerListener-1Listener-2Listener-3

Oggi, venerdì 17 maggio 2013, in occasione della IX “Giornata Internazionale contro l’Omo\transfobia” Arcigay “Rainbow” Valsesia – Vercelli fa partire la campagna d’affissioni “L’omo\transfobia è un reato: fattene una ragione!” e invita tutti gli erercizi pubblici della provincia di Vercelli a esporre i manifesti della campagna nazionale Arcigay contro l’ omo\transfobia “Fattene una ragione!”

Fino ad ora hanno aderito all’iniziativa le seguenti attività che ringraziamo calorosamente e che invitiamo i nostri lettori a visitare:

TABACCHERIA LORETTA, Via F.lli Varalli – Roccapietra, Varallo Sesia – VC.

ACCONCIATURE DIAMOCI UN TAGLIO di DANIELA MARCHINI, Pianceri Alto-Pray – BI.

EUROCITY 1,2,3, di BARBAGLIA PAOLA, Via Vittoio Veneto, 13/b – Borgosesia – VC.

TIA CAFFE’, Via Vittorio Veneto, 126 – 13011 – Borgosesia – VC.

CIRCOLO ARCI DA TINA E SIMONE, Pianceri Alto – Pray – BI.

TABACCHERIA FIGLIOLA, Via XXV Aprile – Borgosesia – VC.

ACCONCIATURE RUDY, Via Roma, 12  – Borgosesia – VC.

SPIDER VIAGGI di Stefania e Lisa, Via Roma,14 – Borgosesia – VC.

CIRCOLO DI CAVAGLIA, Frazione Cavaglia Centro -Breia – VC.

CAFFE’ BECCUTI, Corso Libertà, 186 – 13100 Vercelli.

ALIMENTARI DEBORA, Via F.lli Varalli – Fr. Roccapietra – Varallo Sesia – VC.

BAR SORRISO, Via Vittorio Veneto, 32  – Borgosesia – VC.

STUDIO DENTISTICO QUAZZOLA DENTAL SYSTEM, Via F.lli Varalli – Fr. Roccapietra – Varallo Sesia – VC.

AXA Assicurazioni, Via Duchessa Jolanda, 20 – Vercelli.

A seguire….

Invitiamo i locali interessati all’iniziativa a contattarci agli indirizzi eMail della pagina “Contatti” del Blog o ai seguenti recapiti telefonici:

cell. 3470188849  Anita

cell. 3495272350 Laura

La IX Giornata Internazionale contro L’Omo\transfobia – 17 maggio 2013.

RAINBOW VALSESIAPubblichiamo un comunicato della nostra Presidente in occasione della IX “Giornata Internazionale contro l’Omo\transfobia”.

  La “Giornata Internazionale contro l’Omo\transfobia è una ricorrenza promossa dall’Unione Europea che si celebra ogni anno il 17 maggio. La prima “Giornata Internazionale contro l’Omo\transfobia” ha avuto luogo il 17 maggio del 2005 a quindici anni esatti dalla rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali della classificazione internazionale dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Nel 2007 l’UE ha istituito ufficialmente la giornata sul suo territorio.

Come Comitato Territoriale ARCIGAY “Rainbow” Valsesia – Vercelli, in quanto associazione LGBT, abbiamo da subito avviato delle importanti attività per contrastare l’ omo\transfobia e sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto in questo mese di maggio.

Vorremmo però da ora poter tracciare una mappa di Comuni DEOMOFOBIZZATI, ossia che si schierano apertamente contro gli atti discriminatori e violenti di stampo omofobo.

Questo sarebbe un messaggio importante dal punto di vista della crescita delle pari opportunità e della conquista dei diritti di cittadinanza basilari che, purtroppo, non sono accessibili a tutti nello stesso modo.

Per una persona gay, lesbica, bisessuale e transessuale, sapere di vivere in un territorio che rispetta le differenze e tutela le persone da possibili aggressioni sia verbali che fisiche, ne attenuerebbe l’eventuale situazione di disagio.

Tutto ciò potrebbe attivare una serie importante di collaborazioni tra le varie associazioni che si occupano di diritti umani e organizzazioni di settore, al fine di una maggior attenzione ai bisogni del cittadino, giovane e meno giovane.

Le lotte per i diritti quindi potrebbero seguire modalità collaborative e di sensibilizzazione verso l’altro, nuove, potenziando di fatto quelle già esistenti.

Aderire ad appelli come quello che proporremo ai Comuni della provincia di Vercelli, non sarà compromettente ma risulterà essere un passo avanti nella lotta alle forme di discriminazione ancora oggi perpetrate ai danni degli anelli più deboli della nostra società.

Invitiamo sin da ora tutti gli interessati ad avere maggiori informazioni circa le nostre proposte a contattarci, soprattutto gli amministratori e i consiglieri comunali che stanno leggendo questo articolo.

Cogliamo inoltre l’occasione per invitare i lettori alle nostre iniziative pubbliche di maggio.

Lo stand di Arcigay “Rainbow” contro l’omo\transfobia che verrà allestito al mercato di Varallo Sesia martedì 14 maggio dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dove sarà possibile acquistare i prelibati “GAJOTTI”, i tipici biscotti pansessuali valsesiani cucinati dai giovani maestri pasticceri dell’Istituto Alberghiero “G. Pastore”.

Il 24 maggio invece si terrà la prima festa provinciale contro l’omo\transfobia, “L’OMO\TRANFOBIA E’ UN REATO: FATTENE UNA RAGIONE!” presso il CIRCOLINO di corso Marcello Prestinari, 193 a Vercelli.

L’evento inizierà alle ore 20:30 con un ricco apericena, musica e la possibilità di provare i deliziosi piatti del locale.

Durante la serata ci saranno vari interventi e distribuzione di materiale informativo.

Per eventuali chiarimenti potrete scrivere a :

contattaciqui@libero.it

o telefonare al numero:3470188849

Anita Sterna, Presidente

ARCIGAY “RAINBOW” VALSESIA-VERCELLI.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: