Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘transessualità’

Segnalazione: Maria Carolina Vesce – “Altri transiti”

Segnaliamo il saggio di Maria Carolina Vesce,

“Altri transiti. Corpi, pratiche, rappresenrazioni di femminielli e transessuali;

introduzione di Simonetta Grilli,
postfazione di Porpora Marcasciano;

pp. 202, € 20,00;
Mimesis Edizioni,  2017.

Nel cuore della città di Napoli, nella sua provincia e nelle provincie limitrofe, gli omosessuali effeminati, più o meno esplicitamente travestiti, sono detti, da tempo immemore, femminelle (o femminielli). Nello spazio sociale dei Quartieri questi soggetti trova(va)no una loro naturale collocazione, potendo agire in piccoli spazi di creatività durante “riti” come il matrimonio, la figliata o la juta a Montevergine. L’omologazione ai modelli dominanti di omosessualità e transessualità, i processi di istituzionalizzazione e medicalizzazione dei soggetti trans hanno minacciato l’identità culturale dei femminielli napoletani, mettendo a rischio la loro stessa esistenza. Non più costrette in un tragico corpo maschile che incarna una sensibilità femminile le femminelle si sarebbero trasformate in altre identità. Eppure l’antropologa le trova ancora lì, protagoniste di un vero e proprio processo di patrimonializzazione, soggetti resistenti e contesi, figure leggendarie e polimorfe, come le sirene.

Il volume è frutto del lavoro di ricerca premiato dal Premio Studi Maurice GLBTQ 2012.

http://mimesisedizioni.it/altri-transiti.html

Maria Carolina Vesce, Ph.D. in Antropologia e studi storico-linguistici (Università di Messina), ha svolto ricerche sul campo a Napoli e in Samoa. I suoi interessi si concentrano sui temi del corpo, del genere e della persona, con particolare riguardo per le esperienze di genere non eteronormative e per l’impatto delle categorie biomediche di genere sui contesti locali. È autrice di saggi comparsi in libri e riviste, tra cui “Corpi che cambiano. Una ricerca etnografica sulle femminelle napoletane”.

La terza “Trans Freedom March” a Torino – 19 novembre 2016

14680693_1286302501401392_2162727262446080145_nNell’ambito delle iniziative per celebrare il XVIII TDoR, Arcigay “Rainbow” aderisce e partecipa con una sua delegazione alla terza

“Trans Freedom March”

sabato 19 novembre 2016
a partire dalle ore 16:30

da Piazza Vittorio
a Torino.

Il 20 novembre dal 1999 è la data che ricorda le persone transessuali e trans gender che sono state uccise proprio a causa della loro condizione.
Partita da San Francisco questa commemorazione ha pian piano preso piede in tutto il mondo perché lo stigma che accompagna le persone trans non conosce frontiere. Una marcia perché il nostro intento è quello di attraversare una città rendendo visibile la realtà trans aldilà di come viene dipinta dai media. Troppo spesso assistiamo a una visibiltà delle persone trans come fenomeni da baraccone, come persone malate, come vite che si situano ai margini della società. Troppo spesso dimentichiamo che la libertà di esprimere la propria identità riguarda tutti, non solo chi affronta un difficile percorso medico-legale per affermarla.
Le vittime della trans fobia non sono solo quelle delle quali leggeremo i nomi in piazza, ma anche tutte coloro alle quali non viene dato accesso al mondo del lavoro, alle quali non viene affittata la casa, quelle che vengono derise e insultate quotidianamente , è quella che ha colpito pochi giorni fa Rosa Rubino, attivista trans napoletana che i fratelli hanno aggredito a causa della sua identità.
Per tutte queste persone non marceremo sabato, perché non si ripeta più e per dare un messaggio positivo: NOI ESISTIAMO ALDILÀ DEGLI STEREOTIPI CHE CI HANNO CUCITO ADDOSSO.
Per il 19 novembre di quest’anno abbiamo deciso di dare alla marcia una connotazione europea chiedendo la collaborazione al Tgeu (Transgender European Network), che coordina le maggiori associazioni trans europee.
Il Tgeu ha messo a disposizione le proprie competenze e conoscenze spinto soprattutto dal fatto che l’Italia detiene il triste record in Europa per vittime della violenza transfobica.

I recenti fatti che hanno portato alla repressione del Pride di Instanbul e all’omicidio dell’attivista trans Hande Kader hanno scosso tutta la comunità, da qui la decisione di dedicare a lei questa marcia e a focalizzare il convegno del giorno seguente sulla situazione dei paesi del bacino mediterraneo, troppo spesso dimenticati dalle politiche a favore delle persone LGBT.
La dimensione scelta quest’anno di un evento extra-nazionale ci dà la possibilità di riflettere in maniera più ampia sulla transfobia e sulla negazione dei diritti umani; ci permette il confronto con altre realtà e una condivisione degli obiettivi e delle politiche utili per raggiungerli.

Alla fine della parata una piacevole sorpresa chiuderà la marcia!

https://www.facebook.com/events/1276924889040433/

Chi volesse partecipare con Arcigay “Rainbow” alla marcia può contattarci al seguente recapito telefonico :

Anita cell. 3470188849

Segnalazione: Elisabetta Ruspini – “Le identità di genere”

51CVLVdMcuL._SX323_BO1,204,203,200_Segnaliamo il saggio di Elisabetta Ruspini,

“La identità di genere”,

pp. 143, € 12,00;
Carocci Editore, 2009.

Cosa intendiamo quando parliamo di “genere”? Quale relazione esiste tra sesso e genere? Le differenze tra mascolinità e femminilità sono “naturali? e immodificabili oppure si tratta di costruzioni sociali? Il volume, integralmente rivisto in questa seconda edizione, nel rispondere a tali domande prende in esame un’importante dimensione della socializzazione: la trasformazione dei corpi femminili e maschili in donne e uomini capaci di accettare e soddisfare i modelli di comportamento socialmente attesi. Si sofferma inoltre su alcune forme della disuguaglianza legate al genere e sulla sempre più complessa relazione tra donne, uomini e mutamento sociale.

http://www.carocci.it/index.php?option=com_carocci&task=schedalibro&Itemid=72&isbn=9788843049592

5013-maschi-alfa-beta-omega-intervista-a-elisabetta-ruspiniElisabetta Ruspini è professoressa associata presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università degli Studi di Milano-Bicocca. Coordina la Sezione AIS-Associazione Italiana di Sociologia «Studi di Genere» e fa parte del Board ESA RN33 («Womens’ and Gender Studies»). Fa parte del Comitato Scientifico di ABCD-Centro Interdipartimentale per gli Studi di Genere, Università di Milano-Bicocca. Tra i suoi interessi di ricerca: i processi di costruzione delle identità di genere; la relazione tra genere e mutamento sociale (nuove mascolinità e nuove femminilità, incroci tra generi e orientamenti sessuali); la diversificazione delle forme familiari; famiglie con un solo genitore (madri sole, padri soli); famiglie Lgbt; nuove forme di maternità e paternità; la conciliazione al maschile; la sessualità; la dimensione di genere di povertà ed esclusione sociale; le discriminazioni connesse alle transizioni tra generi e agli orientamenti sessuali. In campo metodologico: ricerca gender-sensitive, ricerca e analisi longitudinale, ricerca comparata.

Tra le sue più recenti pubblicazioni: la curatela, con Jeff Hearn, Bob Pease e Keith Pringle, di «Men and Masculinities Around the World. Transforming Men’s Practices» (Basingstoke, 2011); la monografia «Diversity in Family Life. Gender, Relationships and Social Change» (Bristol, 2013).

La seconda “Trans Freedom March” a Torino – 21 novembre 2015

transfreedommarch2015In occasione del XVII TDoR Arcigay “Rainbow” aderisce e partecipa con una sua delegazione alla seconda

“Trans Freedom March”

sabato 21 novembre 2015
a partire dalle ore 16:30

da Piazza Vittorio
a Torino.

il Coordinamento Torino Pride celebrerà il TDoR il 21 novembre con una marcia da Piazza Vittorio Veneto a Piazza Castello, per ricordare a gran voce le persone trans che sono state uccise da crimini d’odio e per rivendicare libertà e diritti. Con la “Trans Freedom March” vogliamo portare per le strade e nelle piazze la nostra visibilità contro vecchi e nuovi integralismi.

E con un grande concerto finale che riserverà anche una sorpresa inattesa!

Chi volesse partecipare con Arcigay “Rainbow” alla marcia può contattarci ai recapiti della pagina “Contatti” di questo blog.

Segnalazione: Elisabetta Ruspini e Marco Inghilleri – “Transessualità e scienze sociali”

4210Segnaliamo la raccolta di saggi a cura di Elisabetta Ruspini e Marco Inghilleri,

“Transessualità e scienze sociali. Identità di genere nella postmodernità”,

pp. 360, € 28,48;
Liguori Editore, 2008.

Il tema della transessualità costituisce il fulcro su cui innestare una serie di considerazioni sulle scienze sociali in grado di contribuire al processo di cambiamento dei linguaggi, delle teorie e degli strumenti concettuali con cui storici, antropologi, psicologi e sociologi hanno configurato i propri oggetti di ricerca. Permette inoltre di raccontare (e comprendere) come siano mutati i processi di costruzione identitaria nelle società contemporanee rispetto alle società moderne o tradizionali, mostrando con chiarezza come l´identità personale sia divenuta un costrutto polisemico. Ma non solo. Pone in luce come le nostre categorie scientifiche siano intrise di quel senso comune che, oltre a costituire e legittimare la società per i suoi membri, produce e mantiene anche quella data società nei suoi fondamenti consensuali.
Partendo da queste premesse, il volume illustra e discute le molte sfumature che caratterizzano il mondo transessuale in Italia. L’ottica utilizzata è fortemente interdisciplinare e di fecondo interscambio tra mondo accademico e GLBT: l’utilizzo di paradigmi, linguaggi ed esperienze plurali è elemento necessario per comprendere e apprezzare la complessità e la ricchezza che segnano i transiti tra le sfere del genere.

5013-maschi-alfa-beta-omega-intervista-a-elisabetta-ruspiniElisabetta Ruspini è professoressa associata presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università degli Studi di Milano-Bicocca. Coordina la Sezione AIS-Associazione Italiana di Sociologia «Studi di Genere» e fa parte del Board ESA RN33 («Womens’ and Gender Studies»). Fa parte del Comitato Scientifico di ABCD-Centro Interdipartimentale per gli Studi di Genere, Università di Milano-Bicocca. Tra i suoi interessi di ricerca: i processi di costruzione delle identità di genere; la relazione tra genere e mutamento sociale (nuove mascolinità e nuove femminilità, incroci tra generi e orientamenti sessuali); la diversificazione delle forme familiari; famiglie con un solo genitore (madri sole, padri soli); famiglie Lgbt; nuove forme di maternità e paternità; la conciliazione al maschile; la sessualità; la dimensione di genere di povertà ed esclusione sociale; le discriminazioni connesse alle transizioni tra generi e agli orientamenti sessuali. In campo metodologico: ricerca gender-sensitive, ricerca e analisi longitudinale, ricerca comparata.

Tra le sue più recenti pubblicazioni: la curatela, con Jeff Hearn, Bob Pease e Keith Pringle, di «Men and Masculinities Around the World. Transforming Men’s Practices» (Basingstoke, 2011); la monografia «Diversity in Family Life. Gender, Relationships and Social Change» (Bristol, 2013).

AAEAAQAAAAAAAAH6AAAAJDhjMzU2OTBhLWVhMmUtNDk3NC1iNjU4LWQwOGNhZWU2YTM3Mw Marco Inghilleri, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo, direttore di InterattivaMente: Centro di Psicologia giuridica – Sessuologia clinica – Psicoterapia di Padova si interessa di problemi riguardanti l’orientamento sessuale, l’omofobia internalizzata e l’identità di genere (transessualità), sia come psicoterapeuta, sia collaborando con la facoltà di sociologia dell’Università degli Studi Milano-Bicocca.

Direttore, insieme alla Prof.ssa Elisabetta Ruspini della collana Generi, culture, sessualità per la FrancoAngeli, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche riguardanti le problematiche dell’Identità di genere e della sessualità,

 

Segnalazione: Alessandra MR D’Agostino – “Sesso mutante”

sesso_mutante_51419be23d01bIn preparazione del TDoR 2015 segnaliamo la raccolta di testimonianze di persone transessuali preparata da Alessandra MR D’Agostino,

“Sesso mutante. I transgender si raccontano”,

introduzione di Michele Marzulli,

pp. 138,  € 12,00;
Mimesis Edizioni, 2013.

Storie di transizione. MTF e FTM: diciassette viaggi di sola andata. Diciassette storie vere. Diciassette interviste, ed alcuni ritratti fotografici, che aprono un varco verso una migliore comprensione del mondo transessuale italiano.

img_1032Alessandra MR D’Agostino, nata nel villaggio operaio delle acciaierie Falck. Germanista. Traduttrice. Ha pubblicato diversi racconti, raccolti in antologie e vincitori di concorsi letterari, e cinque romanzi: Voice Recorder, Salva con nome, Vertoiba 5, La regola dei salici, Giorni. E’ stata ideatrice e tutor del progetto Human Book per il Quartiere Crescenzago di Milano. Scrive per la musica, le arti visive, il teatro. Regista teatrale. Fondatrice della Compagnia Teatrale Into The Aquarius. Fotografa free lance. Sceneggiatrice presso Nascira Film. Direttrice Artistica del San Salvario Short Films Festival. Fondatrice e Direttore Creativo di Chanella Movie. Conduce a Milano laboratori di Terapia della Scrittura, Mask Interaction ed Autoritratto Fotografico.

Giornata della Consapevolezza Intersex (Intersex Awareness Day), 26 ottobre 2015… Intersex Day of Solidarity, 08 novembre 2015

awareness daySu segnalazione di Ottavia Vozza, che ringraziamo, ricordiamo che

lunedì 26 ottobre, si celebra la
Giornata della Consapevolezza Intersex
(Intersex Awareness Day)”,

e

domenica 8 Novembre
l’ “Intersex Day of Solidarity“.

“Sfortunatamente, il mito che tutti gli esseri umani appartengano ad uno di due distinti e separati sessi è profondamente radicato e contribuisce allo stigma, e persino tabù, connesso all’essere intersex.
Questo è legato a gravissime violazioni dei diritti umani”

Zeid Ra’ad Al Hussein – Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani – Ginevra, 16 settembre 2015

Aggiungo che “ciò contribuisce anche allo stigma, e persino tabù” connesso all’essere transgender!

http://intersexday.org/en/

UnknownOttavia Vozza,
Responsabile nazionale Arcigay per i diritti delle persone trans,
Presidente di Arcigay Salerno “Marcella di Folco”.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: