Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘transessuali’

Segnalazione: Maria Carolina Vesce – “Altri transiti”

Segnaliamo il saggio di Maria Carolina Vesce,

“Altri transiti. Corpi, pratiche, rappresenrazioni di femminielli e transessuali;

introduzione di Simonetta Grilli,
postfazione di Porpora Marcasciano;

pp. 202, € 20,00;
Mimesis Edizioni,  2017.

Nel cuore della città di Napoli, nella sua provincia e nelle provincie limitrofe, gli omosessuali effeminati, più o meno esplicitamente travestiti, sono detti, da tempo immemore, femminelle (o femminielli). Nello spazio sociale dei Quartieri questi soggetti trova(va)no una loro naturale collocazione, potendo agire in piccoli spazi di creatività durante “riti” come il matrimonio, la figliata o la juta a Montevergine. L’omologazione ai modelli dominanti di omosessualità e transessualità, i processi di istituzionalizzazione e medicalizzazione dei soggetti trans hanno minacciato l’identità culturale dei femminielli napoletani, mettendo a rischio la loro stessa esistenza. Non più costrette in un tragico corpo maschile che incarna una sensibilità femminile le femminelle si sarebbero trasformate in altre identità. Eppure l’antropologa le trova ancora lì, protagoniste di un vero e proprio processo di patrimonializzazione, soggetti resistenti e contesi, figure leggendarie e polimorfe, come le sirene.

Il volume è frutto del lavoro di ricerca premiato dal Premio Studi Maurice GLBTQ 2012.

http://mimesisedizioni.it/altri-transiti.html

Maria Carolina Vesce, Ph.D. in Antropologia e studi storico-linguistici (Università di Messina), ha svolto ricerche sul campo a Napoli e in Samoa. I suoi interessi si concentrano sui temi del corpo, del genere e della persona, con particolare riguardo per le esperienze di genere non eteronormative e per l’impatto delle categorie biomediche di genere sui contesti locali. È autrice di saggi comparsi in libri e riviste, tra cui “Corpi che cambiano. Una ricerca etnografica sulle femminelle napoletane”.

Annunci

XVIII International Transgender Day of Remembrance – 20 novembre 2016

1399953450309“Tis very true: my grief lies within, And these external manners of laments

Are merely shadows to the unseen grief That swells with silence in the tortured soul.”

W. Shakespeare, Richard II, act 4, sc.1, 285-8.

Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella

partecipa al diciottesimo “International Transgender Day of Remembrance” e dà il suo sostegno così come invita a sostenere tutte le Associazioni e persone che lottano per il riconoscimento pubblico della dignità e dei diritti delle persone transessuali e transgender;

ribadisce con tutta la forza delle parole e degli atti delle sue volontarie e volontari il diritto intangibile delle persone transessuali e transgender a esprimere liberamente la propria autentica personalità in ogni luogo pubblico o privato senza essere per questo irrise, discriminate, marginalizzate, vessate, aggredite o uccise;

denuncia il numero sconvolgente di donne e uomini transessuali e transgender uccisi ogni anno in tutto il mondo, spesso in modo particolarmente brutale per negarne l’ umanità, e si oppone al tentativo dei mezzi di informazione e di parte della società di sminuire la dignità delle vittime;

pretende che si compia ogni sforzo per assicurare alla giustizia i colpevoli e chiede con sdegno per il ritardo accumulato rispetto a tutte le legislazioni europee che anche in Italia venga stabilita un’aggravante specifica che riguardi finalmente tutti i crimini motivati da odio;

riafferma il diritto delle persone transessuali a essere umanamente ricordate e compiante nella loro preziosa e irripetibile individualità e identità e il diritto per chi le ha amate al riconoscimento pubblico e al rispetto del proprio lutto.

In questa giornata del ricordo Arcigay “Rainbow” si unisce quindi a tutt* coloro che vegliando piangono le vittime e ne conservano la memoria ed è particolarmente vicina a chi ha perso una persona cara a causa dell’odio e della violenza transfobica.

Il Direttivo di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Varcelli e Biella,
Borgosesia, 20 novembre 2016.

Il nostro incontro a Biella con Mario Bonfanti della “Metropolitan Community Church”

14956430_10211483487152440_2925575741269516549_n

Pubblichiamo un articolo del nostro Mauro sull’incontro a Biella con Mario Bonfanti che cogliamo l’occasione per ringraziare.

Si è svolto domenica 13 novembre al circolo Arci di Biella un interessante incontro con alcuni aderenti al gruppo “Il Cerchio,” facente parte delle MCC (Metropolitan Community Churches). Presenti in buon numero sono stati i ragazzi di AfricArcigay, che hanno ascoltato con interesse gli interventi di Mario Bonfanti il quale, oltre a fornire informazioni, ha voluto dare una sua testimonianza di vita per poi inoltrarsi in discorsi spirituali che penso abbiano sorpreso un po’ tutti. Si è parlato di una diversa interpretazione della Bibbia, dell’omosessualità nel mondo islamico, di varie questioni legate alla sessualità e altro ancora.

È stato veramente un incontro inclusivo, direi proprio “rainbow”! In sala c’erano l’ex sacerdote queer, il frate, l’atea, la lesbica marocchina non dichiarata, il musulmano gay, il nigeriano etero e cattolico convinto (che però sa ascoltare), qualche bisex o “etero-dinamico”.

Alla fine si è deciso di soprassedere sui filmati e le celebrazioni perché non vi erano le giuste condizioni. In ogni caso, il tutto si è risolto positivamente perché ci ha stimolati. A tal proposito ci siamo dati appuntamento in un prossimo futuro. Personalmente mi piace pensare ad un incontro in un luogo intermedio (per esempio, Borgomanero) tra i membri di Arcigay Verbania, Valsesia-Vercelli e Novara. Che ne dite? E se ognuno porta almeno tre persone nuove avrà uno sconto in negozi convenzionati e una benedizione.

Dimenticavo: un ringraziamento a Chiara per il servizio svolto. Sì, Chiara, forse futura pastora locale delle MCC.

 

Mauro Paolotti

La terza “Trans Freedom March” a Torino – 19 novembre 2016

14680693_1286302501401392_2162727262446080145_nNell’ambito delle iniziative per celebrare il XVIII TDoR, Arcigay “Rainbow” aderisce e partecipa con una sua delegazione alla terza

“Trans Freedom March”

sabato 19 novembre 2016
a partire dalle ore 16:30

da Piazza Vittorio
a Torino.

Il 20 novembre dal 1999 è la data che ricorda le persone transessuali e trans gender che sono state uccise proprio a causa della loro condizione.
Partita da San Francisco questa commemorazione ha pian piano preso piede in tutto il mondo perché lo stigma che accompagna le persone trans non conosce frontiere. Una marcia perché il nostro intento è quello di attraversare una città rendendo visibile la realtà trans aldilà di come viene dipinta dai media. Troppo spesso assistiamo a una visibiltà delle persone trans come fenomeni da baraccone, come persone malate, come vite che si situano ai margini della società. Troppo spesso dimentichiamo che la libertà di esprimere la propria identità riguarda tutti, non solo chi affronta un difficile percorso medico-legale per affermarla.
Le vittime della trans fobia non sono solo quelle delle quali leggeremo i nomi in piazza, ma anche tutte coloro alle quali non viene dato accesso al mondo del lavoro, alle quali non viene affittata la casa, quelle che vengono derise e insultate quotidianamente , è quella che ha colpito pochi giorni fa Rosa Rubino, attivista trans napoletana che i fratelli hanno aggredito a causa della sua identità.
Per tutte queste persone non marceremo sabato, perché non si ripeta più e per dare un messaggio positivo: NOI ESISTIAMO ALDILÀ DEGLI STEREOTIPI CHE CI HANNO CUCITO ADDOSSO.
Per il 19 novembre di quest’anno abbiamo deciso di dare alla marcia una connotazione europea chiedendo la collaborazione al Tgeu (Transgender European Network), che coordina le maggiori associazioni trans europee.
Il Tgeu ha messo a disposizione le proprie competenze e conoscenze spinto soprattutto dal fatto che l’Italia detiene il triste record in Europa per vittime della violenza transfobica.

I recenti fatti che hanno portato alla repressione del Pride di Instanbul e all’omicidio dell’attivista trans Hande Kader hanno scosso tutta la comunità, da qui la decisione di dedicare a lei questa marcia e a focalizzare il convegno del giorno seguente sulla situazione dei paesi del bacino mediterraneo, troppo spesso dimenticati dalle politiche a favore delle persone LGBT.
La dimensione scelta quest’anno di un evento extra-nazionale ci dà la possibilità di riflettere in maniera più ampia sulla transfobia e sulla negazione dei diritti umani; ci permette il confronto con altre realtà e una condivisione degli obiettivi e delle politiche utili per raggiungerli.

Alla fine della parata una piacevole sorpresa chiuderà la marcia!

https://www.facebook.com/events/1276924889040433/

Chi volesse partecipare con Arcigay “Rainbow” alla marcia può contattarci al seguente recapito telefonico :

Anita cell. 3470188849

“La transessualità: incontro con Mario Bonfanti della Metropolitan Community Church” – 13 novembre 2016 a Biella

14956430_10211483487152440_2925575741269516549_n

Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella, nell’ambito delle iniziative per celebrare il TDoR, partecipa e Vi invita a un interessante incontro-dibattito organizzato in collaborazione con Arci Biella, Vercelli e Ivrea.

“La transessualità”.

Domenica 13 novembre 2016
dalle ore 14:00

presso la sede Arci Biella,
in Strada della Fornace, 8 a Biella.

Ospite della serata sarà Mario Bonfanti, responsabile della Metropolitan Church di Lecco, una chiesa di confessione cristiano-evangelica presente in Italia dal 2014. Caratteristica di questa Congregazione è l’impegno nella difesa dei diritti delle persone LGBT e l’impegno contro il razzismo e la discriminazione in genere.

Nella seconda parte dell’incontro verrà proposta una celebrazione comunitaria così da dare ai presenti interessati la possibilità di partecipare a un culto della Metropolitan Church.

La serata si inserisce nell’ambito degli incontri su fede e omosessualità promossi da Arcigay “Rainbow”.

Per maggiori informazioni :

Anita cell. 3470188849
Mauro cell. 3664843238

Non mancate!

 

XVII International Transgender Day of Remembrance

1399953450309“Tis very true: my grief lies within, And these external manners of laments

Are merely shadows to the unseen grief That swells with silence in the tortured soul.”

W. Shakespeare, Richard II, act 4, sc.1, 285-8.

Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli

partecipa al diciassettesimo “International Transgender Day of Remembrance” e dà il suo sostegno così come invita a sostenere tutte le Associazioni e persone che lottano per il riconoscimento pubblico della dignità e dei diritti delle persone transessuali e transgender;

ribadisce con tutta la forza delle parole e degli atti delle sue volontarie e volontari il diritto intangibile delle persone transessuali e transgender a esprimere liberamente la propria autentica personalità in ogni luogo pubblico o privato senza essere per questo irrise, discriminate, marginalizzate, vessate, aggredite o uccise;

denuncia il numero sconvolgente di donne e uomini transessuali e transgender uccisi ogni anno in tutto il mondo, spesso in modo particolarmente brutale per negarne l’ umanità, e si oppone al tentativo dei mezzi di informazione e di parte della società di sminuire la dignità delle vittime;

pretende che si compia ogni sforzo per assicurare alla giustizia i colpevoli e chiede con sdegno per il ritardo accumulato rispetto a tutte le legislazioni europee che anche in Italia venga stabilita un’aggravante specifica che riguardi finalmente tutti i crimini motivati da odio;

riafferma il diritto delle persone transessuali a essere umanamente ricordate e compiante nella loro preziosa e irripetibile individualità e identità e il diritto per chi le ha amate al riconoscimento pubblico e al rispetto del proprio lutto.

In questa giornata del ricordo Arcigay “Rainbow” si unisce quindi a tutt* coloro che vegliando piangono le vittime e ne conservano la memoria ed è particolarmente vicina a chi ha perso una persona cara a causa dell’odio e della violenza transfobica.

Il Direttivo di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Varcelli,
Borgosesia, 20 novembre 2015.

La seconda “Trans Freedom March” a Torino – 21 novembre 2015

transfreedommarch2015In occasione del XVII TDoR Arcigay “Rainbow” aderisce e partecipa con una sua delegazione alla seconda

“Trans Freedom March”

sabato 21 novembre 2015
a partire dalle ore 16:30

da Piazza Vittorio
a Torino.

il Coordinamento Torino Pride celebrerà il TDoR il 21 novembre con una marcia da Piazza Vittorio Veneto a Piazza Castello, per ricordare a gran voce le persone trans che sono state uccise da crimini d’odio e per rivendicare libertà e diritti. Con la “Trans Freedom March” vogliamo portare per le strade e nelle piazze la nostra visibilità contro vecchi e nuovi integralismi.

E con un grande concerto finale che riserverà anche una sorpresa inattesa!

Chi volesse partecipare con Arcigay “Rainbow” alla marcia può contattarci ai recapiti della pagina “Contatti” di questo blog.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: