Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘L’isola che c’è’

Ricordando Bruna con “Una rosa per Bruna. Stop transfobia” a Novara – 28 febbraio 2015

trans novara-2Bruna Semiao Cock.

Nel terzo anniversario del suo brutale omicidio, avvenuto nella notte tra il 27 e il 28 febbraio 2012, Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli ricorda Bruna e si unisce al dolore di tutti coloro che ne piangono la mancanza.

Oggi, 28 febbraio 2015 con il Flash-mob “Una rosa per Bruna. Stop Transfobia” le Associazioni “Le Rose di Gertrude Magenta”, “ALA Milano Onlus”, “Liberazione e Speranza”, il “Coordinamento Torino Pride ” e “Arcilesbica Novara L’Isola che c’è ” hanno ricordato a Novara Bruna e tutte le vittime di violenza transfobica e ancora una volta hanno richiesto una legge contro la Transfobia.

https://www.facebook.com/events/797164327037097

Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli nel ringraziarle per la loro significativa e preziosa presenza si unisce loro nella richiesta di una legge contro la Transfobia.

“Le rose donate assieme all’angioletto di porcellana sono state portate al cimitero di Novara dove una targa ricorda Bruna assassinata la notte del 28 febbraio di tre anni fa. ”

10421182_338906592978886_8767572777741141494_n10959563_338912642978281_109635572558568939_n11043075_338905832978962_739963169779961935_n

“Stop Movie” con “L’isola che c’è” a Novara per l’8 marzo…

stopmovieArcilesbica “L’isola che c’è” Novara ci invita

Sabato 8 marzo – ore 16.00:
Sala dell’Accademia del Broletto di Novara
(Via Fratelli Rosselli, 20)

alla presentazione del romanzo di

Cristina Zanetti,
“Stop Movie. L’ingrato compito di vivere al passato.”

Una storia vera simile, nelle premesse, a tante storie vere. Un viaggio per uscire dalla Palude (prima parte) dei rapporti familiari, attraversare la Foce (seconda parte) – il lungo e ricco spazio di ricerca di un’identità personale che si intreccia con la militanza e il Festival Immaginaria – fino a raggiungere l’Onda (terza parte) e prendere in mano il presente. Una lotta per l’affermazione di sé che, fra perdite, conquiste e nuove scoperte, riafferma l’inesauribilità dell’avventura umana.

http://arcilesbicanovara.wordpress.com/2014/02/27/stop-movie-lingrato-compito-di-vivere-al-passato/

https://www.facebook.com/events/704381636281022/?fref=ts

https://rainbowvalsesia.wordpress.com/2014/03/03/segnalazione-cristina-zanetti-stop-movie/

Non mancate!

Segnalazione: Cristina Zanetti – “Stop Movie”.

31bsfKJNEPL._Segnaliamo il romanzo di Cristina Zanetti,

“Stop Movie. L’ingrato compito di vivere al passato”,

pp. 384, € 16,00;
Cicero Editore, 2009.

La fine può essere un nuovo inizio. La morte della madre, incipit del romanzo, separa con un segno netto il tempo del prima e del dopo. E’ finito il lungo, faticoso, claustrofobico percorso familiare e può finalmente iniziare la nuova vita della protagonista per uscire dalla Palude, raggiungere la Foce, correre sull’Onda.  Destinazione? Ignota. Non importa la meta, quello che conta è il viaggio.

Di lei sappiamo tutto, ma non conosciamo il nome, insignificante in realtà, perchè non è la sola al mondo ad avere accumulato strati di dolore. Si racconta concentrata, attenta a non commettere errori, esaminando e “dissezionando” le anime e i corpi degli altri, tanto che le sfugge l’ossessiva attenzione verso se stessa. Si percepisce come paradigma dell’errore umano, è oppressa da un sentimento di inadeguatezza, di non riuscire ad accettare la privazione originale, non essere stata amata, e dunque cerca nelle vite degli altri innanzitutto le certezze che non trova in sè.

E’ qui che avviene il cortocircuito: nella differenza di tensione tra la propria vita interiore – impotente, ma al tempo stesso vitale e inespressa – e il grande mare della vita, dove gli altri sembrano saper nuotare.
La madre (feroce e ancestrale genitrice), il padre (grigio testimone), Marina (potenza solare della vita), Gioia (la sorella-coscienza), Virginia (un’ipotesi temeraria): attrici e attori entrano ed escono dalla scena in un fluire della narrazione pervasa da una faticosa sofferenza, ma anche da una scatenata autoironia, che ci accompagna senza farci distrarre in un lungo processo di rinascita.
Una rinascita che la porta prima di tutto a rincorrere la propria identità: dopo un passato eterosessuale scopre la sua dimensione che, di lì in avanti, la prende totalmente: incrocia la sua vita e il suo impegno con l’universo di sole donne cui si sente, finalmente, di appartenere.

Ma a un certo punto tutto le crolla addosso: la nuova vita che aveva così tenacemente costruito, perde di senso e la nuova sconfitta si materializza nella fine dell’amore.
Senza Marina, la sua nuova tutrice, che le aveva consentito di aprirsi alla vita, ora deve spingersi a largo da sola.
Le probabilità che ha di cavarsela equivalgono a premere lo stop. Fermare per sempre il film che la sua memoria continua a girare, scena dopo scena.

Zanetti-fotoCristina Zanetti (Bologna 1953), laureata in filosofia, ha praticato a livello amatoriale diverse discipline artistiche, fra cui il disegno, la pittura, la fotografia e soprattutto la musica. In più occasioni si è esibita in pubblico, sia come solista sia in gruppo, con sue canzoni o pescando da un vasto repertorio, suonando la sua chitarra che passa dalla musica classica alla musica brasiliana, dal blues al rock, con una predilezione per gli ultimi due. Poco incline allo studio sistematico, dopo un’infarinatura di solfeggio, suona fondamentalmente a orecchio.
Poi la svolta, che la vede immersa in una delle esperienze più lunghe ed esaltanti: l’organizzazione del Festival Immaginaria, in cui lavora alla selezione dei film e alla programmazione cinematografica. Ha realizzato alcuni cortometraggi, fra cui la fiction “Cortomiraggi” (2001), proiettato in diversi festival internazionali.

http://www.stopmovie.it/

http://www.societadelleletterate.it/2012/10/zanetti-cristina/

Il 14 Febbraio a Novara: “San Valentina” con L’isola che c’è e “Romeo + Romeo” & Giulietta love Giulietta” allo Zefiro Cafè…

1779234_10203335551132416_1142679381_nArcilesbica “L’isola che c’è” ci invita a incontrarla venerdì 14 febbraio alle ore 18.00 all’angolo delle ore – inizio Corso Cavour, in centro a Novara, per la giornata di San Valentina.

1557613_10203176312678287_1818726506_nLa giornata prosegue allo  Zefiro Cafè che per celebrare la festa di Cupido la sera di San Valentino ci invita invece alla seconda edizione del suo Speed Dete: Romeo + Romeo & Giulietta love Giulietta…

IL 14 FEBBRAIO PER MOLTI E’ SOLO SAN VALENTINO, MA PER NOI È LA FESTA DI CUPIDO!

SIAMO LIETI DI INVITARVI A ROMEO + ROMEO & GIULIETTA LOVE GIULIETTA, LA SECONDA EDIZIONE DEL RIUSCITISSIMO SPEED DATE DI MAGGIO 2013!

QUESTA VOLTA NIENTE REGOLE E NIENTE TEMPO LIMITE,
CI SARA’ TANTA GENTE
E UNA CHIAVE
DA DONARE A CHI VORRESTI CONOSCERE!

Manca poco al gran giorno! Siete pronti??? Ricordatevi che più persone portate con voi, più coppie si potranno formare, invitate tutti i vostri amici e amiche…!

VI ASPETTIAMO

VENERDI’ 14 FEBBRAIO 2014 dalle 21.00

IN COMPAGNIA DEL NOSTRO T.B. DJ!

ZEFIRO CAFE’, VIA G. FERRARI 6/A NOVARA

https://www.facebook.com/events/207924702729960/

“Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” a Novara il 24 novembre 2013.

Segnaliamo un evento organizzato dai nostre amiche e amici novaresi in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.”

547807_10202574218059565_1628895779_nIl circolo 13 rose, Arcilesbica Novara L’isola che c’è e l’associazione LGBT NovarArcobaleno, vi invitano in

Piazza Puccini
DOMENICA 24 NOVEMBRE
alle ore 15.00.

E’ nostro desiderio riempire la piazza di scarpe tinte di rosso per ricordare le donne vittime di violenza.

Il 25 novembre ricorre la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne”. Una data importante per il movimento internazionale delle donne, scelta in onore delle sorelle Mirabal, attiviste della Repubblica Dominicana uccise il 25 novembre 1961 per la loro opposizione al regime dittatoriale.

TUTTI COLORO CHE VOLESSERO AIUTARCI A RIEMPIRE LA PIAZZA DI SCARPE ROSSE VENGANO IL 24 NOVEMBRE IN PIAZZA PUCCINI ALLE 14.30.
NON E’ NECESSARIO CHE LE SCARPE SIANO ROSSE, LE TINGEREMO.

25-novembre-giornata-internazionale-contro-la-violenza-sulle-donneVI ASPETTIAMO!!

http://it.wikipedia.org/wiki/Giornata_internazionale_per_l%27eliminazione_della_violenza_contro_le_donne

1472096_426305890830615_1042569427_nFoto del’evento in Piazza Puccini.

“G&T Party!” a Novara…

GTE’ con grande piacere che invitiamo tutt* voi alla serata “G&T Party!” che si terrà

venerdì 21 giugno alle ore 22:00 allo
ZEFIRO CAFE’, VIA G. FERRARI 6/A, NOVARA
Gli ospiti del Venerdì sera novarese questa volta saranno Giulio & Tommaso, ovvero Francesco e Matteo, e Angela, alias Sara!
I ragazzi hanno girato una serie tv a tematica gay che potete trovare su youtube, e verranno a presentarla nella nostra città!

www.youtube.com/watch?v=15nze_UBF_g

264878_329261313870435_313075521_n 5823_328725757257324_530910154_nLa serata è organizzta dalle associazioni NovarArcobaleno e Arcilesbica “L’isola che c’è” con la collaborazione di Arcigay “Rainbow” Valsesia – Vercelli e di Arcigay “Nuovi Colori” Verbania.

Partecipate numerosi!!

A venerdì!!!

https://www.facebook.com/events/558652177507397/?notif_t=plan_edited

Nasce il Coordinamento “Ipazia” per il Piemonte Orientale!

07-lgbtNasce il Coordinamento Ipazia PiemonteRainbow che comprende alcune delle associazioni LGBT presenti sul territorio piemontese: Arcilesbica Novara “L’isola che c’è”, Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli, NovarArcobaleno, Agedo Biella.

Nella speranza di unire in futuro quante più associazioni regionali, ci prefiggiamo fin da subito l’obiettivo di integrare e di creare collegamenti fra parti differenti per conseguire una serie di obiettivi comuni e per portare la bandiera Rainbow in tutto il Piemonte.

http://coordinamentoipazia.wordpress.com/

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: