Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Jeanette Winterson’

Segnalazione: Jeanette Winterson – “Dodici racconti di Natale”

Segnaliamo la raccolta di racconti a tema di Jeanette Winterson,

“Dodici racconti di natale”

pp. 296, Euro 20,00;
Mondadori Editore, ottobre 2017.

Fantasmi irriverenti e spiriti del Natale; incontri d’amore e trabocchetti; ghiaccioli e slitte e rane d’argento; case stregate e mamme di neve; zuppa inglese allo sherry di papà Winterson e ravioli della «Shakespeare and Company». Dodici racconti e dodici ricette natalizie di Jeanette Winterson.

https://www.librimondadori.it/libri/dodici-racconti-di-natale-jeanette-winterson/

220px-Jeanette_Winterson_01Jeanette Winterson (1959),
nata a Manchester, viene adottata da una coppia pentecostale che la cresce ad Accrington, Lancashire, nella speranza che diventi una missionaria cristiana.

Annuncia di avere una relazione lesbica all’età di 16 anni e va via di casa. Studia inglese al St Catherine’s College a Oxford.

Dopo essersi trasferita a Londra, a ventisei anni, pubblica il suo primo romanzo, “Non ci sono solo le arance” vincendo il Whitbread First Novel Award. Il romanzo viene in seguito adattato in una serie TV dal titolo omonimo, che vince il BAFTA come migliore serie televisiva.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jeanette_Winterson

http://federiconovaro.wordpress.com/2012/03/09/jeanette-winterson-perche-essere-felice-quando-puoi-essere-normale-mondadori-2012-segnalazione/

http://www.i-libri.com/jeanette-winterson-lperche-essere-felice-quando-puoi-essere-normaler.html

Annunci

Recensione: “Scritto sul corpo” Jeanette Winterson.

ZOMPubblichiamo una bella recensione della nostra Serena che ringraziamo sempre, del capolavoro di Jeanette Winterson,

“Scritto sul corpo”,

pp. 210, € 9,50;
Mondadori Editore, 2000.

Per Natale una mia cara amica mi ha regalato questo libro.
L’autrice, Jeanette Winterson, fa un gioco particolare e unico in questo romanzo: non svela mai il sesso del protagonista che è voce narrante, lasciando il dubbio, nonché libera interpretazione.
Il personaggio misterioso racconta le sue fugaci avventure amorose bisessuali con poesia e passione, finché il suo sguardo non si posa su Louise, un’avvenente donna sposata dai capelli color del fuoco.
La relazione complicata con quest’ultima sconvolgerà del tutto la sua vita.
Scritto sul corpo è forse uno dei libri più strani che abbia mai letto.
Unisce mistero, sensualità, bellezza, estetica e profonde e metaforiche riflessioni sul senso della vita.
In questo romanzo si sogna tanto, ma si cade anche poi bruscamente a terra.
Questa storia è tutto, anche un inno alla libertà sessuale, in quanto amore e desiderio non hanno sesso, ma solo cuore e carne.

220px-Jeanette_Winterson_01Jeanette Winterson (1959),
nata a Manchester, viene adottata da una coppia pentecostale che la cresce ad Accrington, Lancashire, nella speranza che diventi una missionaria cristiana.

Annuncia di avere una relazione lesbica all’età di 16 anni e va via di casa. Studia inglese al St Catherine’s College a Oxford.

Dopo essersi trasferita a Londra, a ventisei anni, pubblica il suo primo romanzo, “Non ci sono solo le arance” vincendo il Whitbread First Novel Award. Il romanzo viene in seguito adattato in una serie TV dal titolo omonimo, che vince il BAFTA come migliore serie televisiva.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jeanette_Winterson

http://www.liberolibro.it/jeanette-winterson-scritto-sul-corpo/

Segnalazione: Jeanette Winterson – “Gli Dei di pietra”.

cop.aspxSegnaliamo il romanzo di Jeanette Winterson

Gli Dei di pietra,
pp. 261, Euro 9,50;
Mondadori Editore, 2010.

Billie lavora al Ministero Migliorie del Grande Potere Centrale, superpotenza occidentale che si contrappone al Califfato Orientale e al Patto Sino-Moscovita. Il suo lavoro è rendere le persone più belle, più giovani, più uguali possibili. Perché questa è la felicità. Quando però la popolazione terrestre si accorge che questo sogno di immortalità ha reso la terra un luogo del tutto inabitabile, la notizia della scoperta del Pianeta Azzurro, simile al nostro, con una natura intatta e un clima accogliente, giunge come una liberazione. Billie parte e lungo il viaggio conosce Spike di cui a un certo punto si innamora. Spike non è umano, ma chi lo è, in fondo ormai? Atterrare sul nuovo mondo e rendersi conto che esso intende porre condizioni, anche impensate, ai suoi nuovi abitanti, renderà questa colonizzazione a volte difficile, spesso divertente, talora tragica. Storia d’amore impossibile eppure realissima, viaggio interstellare alla ricerca di una casa e di una ragione di esistere, “Gli dei di pietra” è una parabola sull’uomo e la sua piccolezza mascherata da delirio di immortalità.

220px-Jeanette_Winterson_01Jeanette Winterson (1959),
nata a Manchester, viene adottata da una coppia pentecostale che la cresce ad Accrington, Lancashire, nella speranza che diventi una missionaria cristiana.

Annuncia di avere una relazione lesbica all’età di 16 anni e va via di casa. Studia inglese al St Catherine’s College a Oxford.

Dopo essersi trasferita a Londra, a ventisei anni, pubblica il suo primo romanzo, “Non ci sono solo le arance” vincendo il Whitbread First Novel Award. Il romanzo viene in seguito adattato in una serie TV dal titolo omonimo, che vince il BAFTA come migliore serie televisiva.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jeanette_Winterson

http://www.fantascienza.com/magazine/notizie/10866/gli-dei-di-pietra/

http://www.goodreads.com/review/show/144415496

Segnalazione: Jeanette Winterson – “Perché essere felice quando puoi essere normale?”

copSegnaliamo il romanzo autobiografico di Jeanette Winterson

Perché essere felice quando puoi essere normale?
pp. 206, Euro 18,00;
Mondadori Editore, 2012.

Nell’autunno del 1975 la sedicenne Jeanette Winterson deve prendere una decisione: rimanere al 200 di Water Street assieme ai genitori adottivi o continuare a vedere la ragazza di cui è innamorata e vivere in una Mini presa in prestito. Sceglie la seconda strada, perché tutto quello che vuole è essere felice. Tenta di spiegarlo alla madre, che però le chiede: “Perché essere felice quando puoi essere normale?”. Da questa frase inizia il racconto intimo e personale di un’infanzia trascorsa fra un padre indifferente e una madre che passa le notti sveglia ad ascoltare il Vangelo alla radio, impastando torte e lavorando a maglia. La sua è fin dall’inizio la storia di una lotta per sopravvivere alle prepotenze di questa madre, che trova normale lasciare la figlia fuori dalla porta tutta la notte e sottoporla a esorcismi liberatori. Una lotta per affermare se stessa, la propria omosessualità e l’amore per i libri. Perché questa è anche la storia di un amore infinito per la letteratura, nato per proteggersi e per cercare quell’affetto stabile che in casa sembra mancare irrimediabilmente, un amore che resiste anche quando la madre scopre i libri che Jeanette nasconde e li dà alle fiamme. Con generosità e onestà intellettuale, Jeanette Winterson scava nei propri pensieri e sentimenti di bambina, adolescente e donna, ripercorrendo nel contempo la sua dolorosa ricerca della famiglia naturale. Ne esce un racconto intenso, a tratti tragico ma anche allegro, come sa essere la sua scrittura.

220px-Jeanette_Winterson_01Jeanette Winterson (1959),
nata a Manchester, viene adottata da una coppia pentecostale che la cresce ad Accrington, Lancashire, nella speranza che diventi una missionaria cristiana.

Annuncia di avere una relazione lesbica all’età di 16 anni e va via di casa. Studia inglese al St Catherine’s College a Oxford.

Dopo essersi trasferita a Londra, a ventisei anni, pubblica il suo primo romanzo, “Non ci sono solo le arance” vincendo il Whitbread First Novel Award. Il romanzo viene in seguito adattato in una serie TV dal titolo omonimo, che vince il BAFTA come migliore serie televisiva.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jeanette_Winterson

http://federiconovaro.wordpress.com/2012/03/09/jeanette-winterson-perche-essere-felice-quando-puoi-essere-normale-mondadori-2012-segnalazione/

http://www.i-libri.com/jeanette-winterson-lperche-essere-felice-quando-puoi-essere-normaler.html

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: