Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Il Mulino Editrice’

Segnalazione : AA.VV. – “L’arte del desiderio”

b441962cover26010.jpegSegnaliamo la raccolta di saggi a cura di Gian Pietro Leonardi,

“L’arte del desiderio. Omosessualità, letteratura, differenza”,

pp. 192, € 16,00;
Il Mulino Editrice, 2016.

L’esistenza di una «letteratura omosessuale» è da sempre una questione controversa. Appare tuttavia evidente come la nuova visibilità attribuita all’esperienza di uomini e donne omosessuali abbia fatto emergere negli ultimi decenni un mondo di relazioni affettive di grande varietà e ricchezza che hanno saputo innescare processi artistici innovativi ed esprimere precise istanze politiche. Da strumento di legittimazione, di riconoscimento e di circolazione dei saperi per taluni, a forma di propaganda di un’improbabile e semplicistica «ideologia del gender» per altri, la letteratura che si è fatta portavoce delle comunità gay ha avuto, in anni recenti, un grande sviluppo e una diffusione insospettata ed è oggi una presenza riconosciuta all’interno del canone occidentale, del quale aveva talvolta anticipato linguaggi, temi e percorsi. Questo volume trae origine da un’iniziativa della Provincia di Firenze contro le discriminazioni, provocatoriamente intitolata «Liberté, Fraternité, Differenza», e intende offrire, attraverso testimonianze e riflessioni di scrittori e critici di diversi paesi, un’occasione di confronto sul rapporto tra scrittura e (omo)sessualità.

38d9fd8Gian Pietro Leonardi è dottore di ricerca in letterature di lingua inglese e uno studioso indipendente di cultura letteraria LGBTQ. Ha pubblicato, con Francesco Gnerre, «Noi e gli altri. Riflessioni sullo scrivere gay» (2007).

https://www.mulino.it/isbn/9788815260109

http://www.culturagay.it/saggio/466

Annunci

Segnalazione: Gianfrancesco Zanetti – “L’orientamento sessuale”

f84e51ecover25869.jpegSegnaliamo l’importante saggio di Gianfrancesco Zanetti,

“L’orientamento sessuale. Cinque domande tra diritto e filosofia”,

pp. 153, €16,00;
Il Mulino Editore, 2015.

Con il suo recente, storico pronunciamento, la Corte Suprema americana ha stabilito che le nozze tra persone dello stesso sesso sono un diritto da proteggere costituzionalmente. Ciò non sarebbe stato possibile senza un laboratorio sociale che ha plasmato in modo decisivo la concezione occidentale della libertà e dei diritti civili e al quale hanno partecipato giuristi e filosofi, autorità religiose e intellettuali. A partire dalla questione dell’eguaglianza richiesta dai nostri ordinamenti e dal nostro vivere civile si è svolto un appassionato dibattito in quella difficile terra di frontiera dove si incontrano la riflessione sugli aspetti più intimi della condizione umana, la vita sessuale, e la logica esigente degli ordinamenti politico-giuridici. Il volume ne dà conto, commentando anche la sentenza della Corte.

http://www.recensionifilosofiche.info/

master-015-bigGianfrancesco Zanetti è professore di Filosofia del diritto nell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Fra le sue pubblicazioni: «Political Friendship and the Good Life. Two Liberal Arguments against Perfectionism» (Kluwer, 2002), «Legge, razza e diritti. La “Critical Race Theory” negli Stati Uniti» (con K. Thomas, Diabasis, 2005); per il Mulino, «Vico eversivo» (2011) e «Eguaglianza come pratica. Teoria dell’argomentazione normativa» (2015).

https://www.mulino.it/isbn/9788815258694#

Segnalazione: Alberto Melloni – “Amore senza fine. Amore senza fini”

9788815254238Segnaliamo il nuovo saggio di Alberto Melloni,

“Amore senza fine. Amore senza fini. Appunti di storia su chiese, matrimoni e famiglie”,

pp. 141, € 12,00;
Il Mulino Editrice, marzo 2015.

L’universo dei legami d’amore appare oggi frammentato e sotto pressione. Alcuni rivendicano un accesso al matrimonio fin qui negato, altri aspirano a un’istituzione meno rigida, dimenticando che la secolarizzazione ha ereditato il matrimonio dal concilio di Trento, con tutti i limiti e le contraddizioni che esso aveva: un matrimonio-contratto ordinato a fini che prescindevano dall’amore. È possibile pensare il matrimonio fuori da questa logica, assumendo le fragilità dell’amore e della vita? La storia e l’esperienza cristiana che ruolo vi giocano?

«Se la Chiesa di Roma trova l’umile audacia di dipanare la matassa della relazione, accettando con serenità la temporaneità delle proprie risposte e custodendo invece il fulcro delle domande cui risponde, se esce dalla prigione dorata del suo diritto, se dice con il linguaggio dell’Evangelo che il dono e il perdono sono tutto ciò che consente di vivere un amore senza fine o la fine dell’amore, allora anche il discorso pubblico sui diritti delle famiglie potrà giovarsene con esiti molto più radicali di quelli intravisti dal semplice antiproibizionismo dell’erotico lato sensu».

http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2015-03-29/la-verita-vi-prego-matrimonio-081511.shtml?uuid=ABvuRLHD

http://www.corriere.it/cultura/15_marzo_24/famiglia-gesu-non-era-sacra-31e7a288-d21c-11e4-a943-de038070435c.shtml

http://www.gruppoemmanuele.it/e-alfin-lamore-la-famiglia-il-matrimonio-gay-la-storia-e-il-sinodo/

melloniAlberto Melloni (1959) insegna Storia del cristianesimo all’Università di Modena e Reggio Emilia e dirige la Fondazione per le scienze religiose. Scrive sul «Corriere della Sera» e collabora con la Rai. Ha curato l’edizione italiana della «Storia del Concilio Vaticano II, diretta da G. Alberigo» (2012-2015). Tra le sue pubblicazioni recenti «Quel che resta di Dio» (2013) e «L’atlante del Vaticano II» (2015).

https://www.mulino.it/isbn/9788815254238

Segnalazione: Marzio Barbagli – “Storia di Caterina”

692ee43cover24801.jpegSegnaliamo il nuovo saggio di Marzio Barbagli,

“Storia di Caterina. Che per ott’anni vestì abiti da uomo.”

pp.260, € 16,00;
Il mulino Editrice, 2014.

«In Roma fu una Fanciulla di bassa condizione figliuola di un Legnajuolo Catterina Vizzani nomata. Costei essendo d’età di quattordici anni non d’altro amore si sentì mai accesa che verso le Fanciulle sue pari, alle quali sempre tenea dietro ardentemente amandole non come Fanciulla, ma come uomo stata fosse».

Il 16 giugno 1743 sulla strada per Siena un giovane servitore in fuga d’amore con la sua bella viene raggiunto dagli inseguitori; ferito da un’archibugiata, morirà pochi giorni dopo. Componendone le spoglie, all’ospedale fanno una scoperta stupefacente: quel garzone già in fama di donnaiolo impenitente è in realtà una donna. Un medico famoso si appassiona al fatto e ne ricostruisce la storia. Caterina Vizzani, questo il suo nome, per otto anni si era finta uomo per poter seguire, al riparo di un’identità maschile, la sua allora illecita inclinazione per le donne. Prendendo le mosse dal circostanziato racconto di questo caso il libro traccia la storia dell’amore fra donne durante gli ultimi tre secoli: di come è stato vissuto ma anche di come è stato interpretato e giudicato dalla religione, dalla scienza, dal diritto.

http://lezpop.it/recensione-di-storia-di-caterina-che-per-ottanni-vesti-abiti-da-uomo-di-marzio-barbagli/

http://genova.mentelocale.it/57537-genova-storia-caterina-che-ott-anni-vesti-abiti-uomo-recensione/

imagesMarzio Barbagli si è laureato il 25 febbraio 1965, con una tesi in sociologia, alla facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze. Prima di laurearsi ha lavorato in una banca come

impiegato (per tre anni), come traduttore dal tedesco per l’editore Garzanti e come assistente di Samuel Barnes nella ricerca sulla federazione del PSI di Arezzo. Dopo la laurea, ha condotto ricerche presso il Dipartimento di sociologia di Firenze (1965-66) e si è guadagnato da vivere come bibliotecario e poi come insegnante di scuola media (1966-68). Alla fine del 1968 è entrato all’Istituto Cattaneo di Bologna, che ha diretto fino al 1970, e con cui ha continuato
a collaborare fino a oggi. Nel 1969-70 ha insegnato sociologia dell’industria all’Università di Urbino, dal 1970 al 1975 è stato assistente ordinario e professore incaricato di sociologia presso l’Università di Bologna. Diventato ordinario nel 1975, ha insegnato storia del pensiero sociologico presso la facoltà di sociologia dell’Università di Trento fino al 1979. Dal 1979 al 31 ottobre 2010 è stato ordinario di sociologia all’Università di Bologna.

http://www.marziobarbagli.com/Marzio_Barbagli_Home_Page/Bio.html

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: