Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘gay borgosesia’

Secondo appuntamento con la Rassegna Almodovar: “Che ho fatto io per meritarmi questo?” – Borgosesia, 27 ottobre 2017

14079549_1637097806619877_5026336095583760373_n

Per il secondo appuntamento  con la Rassegna Almodovar del Cineforum di Arcigay “Rainbow” 

proietteremo 

“Che ho fatto io per meritare questo?”

venerdì 27 ottobre 2017
alle ore 20:30

presso la “Sala Botta”
in Via Vittorio Veneto, 60
a
Borgosesia (VC)

 La rassegna dedicata a Pedro Almodovar continua con un film interpretato dalla grande Carmen Maura!

Il nucleo centrale del quarto lungometraggio del regista spagnolo Almodovar è rappresentato da Gloria, casalinga tutta casa e cucina. Vive col marito tassista un’esistenza miseranda e ha accumulato una grande frustrazione. È la sfortuna in persona. Non è però un film drammatico secondo la follia del suo autore, è una parodia che non manca di evidenziare aspetti emblematici di quotidianità”.

http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=5116

RASSEGNA ALMODOVAR

Personalità poliedrica, dai tardi anni ottanta è il regista più popolare del cinema spagnolo, rinomato anche a livello internazionale. Senza rinunciare alla rappresentazione delle realtà marginali della società, caratteristica delle sue pellicole d’esordio, Almodóvar sviluppa oggi trame basate sulle passioni e i sentimenti, sempre più sofisticate e “colorate”, con un’abbondanza di elementi scandalistici e provocatori. Temi tipici del regista sono i rapporti fra donne, l’ambiguità sessuale, l’amore e la passione omosessuale, la critica alla religione.

“L’erotismo è importante non per il sesso in sé, ma per il desiderio. Il sesso è solo ginnastica, il desiderio è forza del pensiero. E la forza del pensiero ha un potere immenso, può fare qualunque cosa.“

Pedro Almodovar

Prima dell’inizio della proiezione ci prenderemo un po’ di tempo per chiacchierare tra di noi e per conoscerci meglio;

inoltre troverete il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro, verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione e avrete anche la possibilità di

 iscriverVi o di rinnovare l’iscrizione ad Arcigay “Rainbow”!

Questo appuntamento è offerto da “LE MIE RADICI“, un bellissimo Bed & Breakfast che si trova a Failungo di Pila in Valsesia.

https://www.facebook.com/lemieradici/

 

Vi aspettiamo! INGRESSO GRATUITO!

Annunci

Torna “Rovesci e Diritti”, il Cineforum di Arcigay “Rainbow”! Primo appuntamento con la Rassegna Almodovar, “La legge del desiderio” – Borgosesia, 29 settembre 2017

14079549_1637097806619877_5026336095583760373_n

Anche quest’anno torna il Cineforum di Arcigay “Rainbow” e torna con una Rassegna Almodovar! Per il primo appuntamento

proietteremo 

“La legge del desiderio”

venerdì 29 settembre 2017
alle ore 20:30

presso la Sala Botta
in Via Vittorio Veneto, 60
a
Borgosesia (VC)

  “La legge del Desiderio” è un film di passione interpretato dalla grande Carmen Maura e un giovanissimo Antonio Banderas, molto tempo prima della sua migrazione ad Hollywood e molto tempo prima che finisse tristemente in Italia a parlare con una gallina…
Insomma in questo film potrete vedere Banderas quando cercava seriamente di diventare un bravo attore!

“Ma, come sempre, Pedro Almodóvar introduce il suo gusto per l’esagerato nel modo di fare e far vedere le cose, tanto misurate e controllate, tanto appropriate e coerenti, tanto facile e affascinante, che stupisce l’osservare come regge, senza il minimo sforzo, qualcosa che, materializzata in immagini da qualsiasi altro cineasta, sarebbe stato… praticamente insostenibile.”

https://www.comingsoon.it/film/la-legge-del-desiderio/4846/scheda/

RASSEGNA ALMODOVAR

Personalità poliedrica, dai tardi anni ottanta è il regista più popolare del cinema spagnolo, rinomato anche a livello internazionale. Senza rinunciare alla rappresentazione delle realtà marginali della società, caratteristica delle sue pellicole d’esordio, Almodóvar sviluppa oggi trame basate sulle passioni e i sentimenti, sempre più sofisticate e “colorate”, con un’abbondanza di elementi scandalistici e provocatori. Temi tipici del regista sono i rapporti fra donne, l’ambiguità sessuale, l’amore e la passione omosessuale, la critica alla religione.

“L’erotismo è importante non per il sesso in sé, ma per il desiderio. Il sesso è solo ginnastica, il desiderio è forza del pensiero. E la forza del pensiero ha un potere immenso, può fare qualunque cosa.“

Pedro Almodovar

Prima dell’inizio della proiezione ci prenderemo un po’ di tempo per chiacchierare tra di noi e per conoscerci meglio;

inoltre troverete il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro, verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione e avrete anche la possibilità di

 iscriverVi o di rinnovare l’iscrizione ad Arcigay “Rainbow”!

Vi aspettiamo! INGRESSO GRATUITO!

Segnalazione: “Creature del cielo” di Peter Jackson

8032700994305In occasione della sua poiezione durante il quarto appuntamento del nostro cineforum “Rovesci e Diritti”

venerdì 13 gennaio 2017

https://rainbowvalsesia.wordpress.com/wp-admin/post.php?post=10558&action=edit

segnaliamo il film di Peter Jackson,

“Creature del cielo”

con Kate Winslet e Melanie Lynskey.

“Nel 1954, nella cittadina neozelandese di Christchurch, Pauline Parker, di famiglia popolana, vive un’adolescenza aspra ed inquieta, in scontroso attrito con la madre Honora e priva di rapporti affettivi con i familiari. Ricevuto in dono per Natale un diario, vi si rifugia come ad unica alternativa all’ambiente monotono e deprimente, riservandosi le sue bizzarre fantasie di quindicenne. Iscritta ad una scuola superiore di Christchurch, in cui vige una disciplina di tipo militare e nella quale spadroneggia un corpo insegnante di donne arcigne ed acide, vi conosce Juliet Hulme, un’inglesina benestante, in ritardo con gli studi per motivi di salute, che la colpisce per la sua arroganza provocatoria e con la quale stringe ben presto un’amicizia esclusiva, trovando negli atteggiamenti e nel linguaggio insolente di costei una piena consonanza con il proprio temperamento ribelle ed il completamento della propria indole negata alla comunicazione, chiusa e torva. Il mondo fantasioso di Pauline diventa il mondo di Juliet, un irreale castello medioevale, popolato di guerrieri, principi e principesse, che le due materializzano plasmando statuine di plastilina e facendole protagoniste di storie complicate, che isolano sempre più le due ragazze dalla realtà. L’amicizia assume frattanto toni sempre più devianti ed equivoci…

…come un mercante che sciorina tutta la sua mercanzia e mostra di avere di tutto, dopo tanta agitazione Jackson cambia repentinamente registro, e racconta con finezza le sfumature dei rapporti familiari, la complessità del rapporto tra genitori e figli, la tensione erotica, la mappa delle differenze di classe, il distorto tragitto di un Bildungsroman al femminile: un talento originale per uno dei film più originali, inquietanti e sorprendenti dell’anno. (La Repubblica, Irene Bignardi, 4/4/95)”

https://www.comingsoon.it/film/creature-del-cielo/35279/scheda/

13658-footofan_comSir Peter Robert Jackson (Pukerua Bay, 31 ottobre 1961) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico neozelandese. La sua opera più conosciuta è la trasposizione cinematografica de Il Signore degli Anelli di J. R. R. Tolkien, divisa in una trilogia e tra i maggiori incassi nella storia del cinema, seconda solo alla saga di Harry Potter. Inoltre nel 2005 ha diretto il film King Kong, remake dell’omonimo film del 1933 e ha prodotto diversi altri film, tra cui District 9, Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno e la trasposizione cinematografica de Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien. Quest’ultima saga, strutturata come trilogia, è il prequel de Il Signore degli Anelli, e Jackson è sia regista, che sceneggiatore e produttore.

https://it.wikipedia.org/wiki/Peter_Jackson

 

 

 

 

“Rovesci e Diritti”, il Cineforum di Arcigay “Rainbow”! Quarto appuntamento con “Creature del cielo” di Peter Jackson – Borgosesia, 13 gennaio 2017

15826244_10212119576734282_596762774361130806_n

14079549_1637097806619877_5026336095583760373_nEcco il quarto appuntamento con il cineforum 2016\17 di Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella!

Proietteremo di Film di Peter Jackson

“Creature del Cielo”

venerdì 13 gennaio 2017
alle ore 20:30

presso la Sala Botta
in Via Vittorio Veneto, 60
a
Borgosesia (VC)

Il regista Peter Jackson è conosciuto in tutto il mondo per la trilogia IL SIGNORE DEGLI ANELLI . Il film del 1994 vede anche l’esordio di Kate Winslet nel mondo del cinema, la sua fama arrivò qualche anno dopo quando si imbarcò con Leonardo di Caprio sul TITANIC. Il film racconta una storia vera, l’amicizia tormentata e al limite della follia di due adolescenti.

“Nel 1954, nella cittadina neozelandese di Christchurch, Pauline Parker, di famiglia popolana, vive un’adolescenza aspra ed inquieta, in scontroso attrito con la madre Honora e priva di rapporti affettivi con i familiari. Ricevuto in dono per Natale un diario, vi si rifugia come ad unica alternativa all’ambiente monotono e deprimente, riservandosi le sue bizzarre fantasie di quindicenne. Iscritta ad una scuola superiore di Christchurch, in cui vige una disciplina di tipo militare e nella quale spadroneggia un corpo insegnante di donne arcigne ed acide, vi conosce Juliet Hulme, un’inglesina benestante, in ritardo con gli studi per motivi di salute, che la colpisce per la sua arroganza provocatoria e con la quale stringe ben presto un’amicizia esclusiva, trovando negli atteggiamenti e nel linguaggio insolente di costei una piena consonanza con il proprio temperamento ribelle ed il completamento della propria indole negata alla comunicazione, chiusa e torva. Il mondo fantasioso di Pauline diventa il mondo di Juliet, un irreale castello medioevale, popolato di guerrieri, principi e principesse, che le due materializzano plasmando statuine di plastilina e facendole protagoniste di storie complicate, che isolano sempre più le due ragazze dalla realtà. L’amicizia assume frattanto toni sempre più devianti ed equivoci…

…come un mercante che sciorina tutta la sua mercanzia e mostra di avere di tutto, dopo tanta agitazione Jackson cambia repentinamente registro, e racconta con finezza le sfumature dei rapporti familiari, la complessità del rapporto tra genitori e figli, la tensione erotica, la mappa delle differenze di classe, il distorto tragitto di un Bildungsroman al femminile: un talento originale per uno dei film più originali, inquietanti e sorprendenti dell’anno. (La Repubblica, Irene Bignardi, 4/4/95)”

https://www.comingsoon.it/film/creature-del-cielo/35279/scheda/

Come sempre, prima dell’inizio della proiezione ci prenderemo un po’ di tempo per chiacchierare tra di noi e per conoscerci meglio;

inoltre troverete il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro e verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione.

E infine, per chi vorrà venirci a trovare, a darvi il benvenuto ci saranno, oltre a noi, le nostre “sorprese” e un piccolo rinfresco!

Non mancate!

 

“Rovesci e Diritti”, il Cineforum di Arcigay “Rainbow”! Terzo appuntamento con “La persona de Leo” di Alberto Vendemmiati – Borgosesia, 25 novembre 2016

15032938_10211049230377312_7032308945885672783_n14079549_1637097806619877_5026336095583760373_n

Per il terzo appuntamento con il cineforum 2016\17 di Arcigay “Rainbow”, nell’ambito delle nostre iniziative per celebrare il TDoR e il “Trans Awareness Month”,

proietteremo di Film di Alberto Vendemmiati

“La persona de Leo”

venerdì 25 novembre 2016
alle ore 20:30

presso la Sala Botta
in Via Vittorio Veneto, 60
a
Borgosesia (VC)

“Avevo dodici anni, e seguivo già questo istinto, solo che avevo paura potesse far soffrire qualcuno…”. La persona De Leo N., come è nominata nelle perizie psichiatriche che analizzano la sua transizione da Nicola a Nicole, oggi è quarantenne e finalmente lotta nel tentativo di realizzare quell’istinto. Nulla è più intimo e più sociale della propria identità sessuale.
“Non pensavo potesse essere così difficile. Pensavo bastasse una decisione. La decisione c’è stata…” e il documentario ne racconta le conseguenze lungo quattro anni.
Nicole vive sospesa nell’atmosfera surreale del carnevale di Venezia, dove lavora proprio in un negozio di maschere e costumi. E’ impegnata come attrice in uno spettacolo dai continui travestimenti. Si prostituisce in strada per finanziare i suoi trattamenti cosmetici. Sono palcoscenici della sua memoria che la guidano secondo le procedure previste dalla legge al tanto atteso intervento chirurgico di rettificazione degli attributi sessuali e dell’identità sessuale anagrafica. Un percorso lungo e doloroso, soprattutto sotto il profilo psicologico. Vissuto nella solitudine esasperata dalla continua ricerca della madre, che non la vuole vedere perché non accetta che suo figlio possa diventare presto sua figlia.
Una storia personale. Non è un’inchiesta giornalistica, e nemmeno un reportage di costume che indaga il fenomeno, così intimo e quindi individuale. Piuttosto è il racconto emotivo di una vicenda vissuta in prima persona, che nella sua dimensione paradossale ed emblematica, agisce come una lente di ingrandimento dei bisogni, delle paure e delle speranze di ogni essere umano impegnato con grande sacrificio e coraggio nella realizzazione della propria identità.

http://www.cinemaitaliano.info/lapersonadileon

http://www.lapersonadeleon.net/

Come sempre, prima dell’inizio della proiezione ci prenderemo un po’ di tempo per chiacchierare tra di noi e per conoscerci meglio;

inoltre troverete il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro e verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione.

E infine, per chi vorrà venirci a trovare, ci sarà una bella sorpresa!

Non mancate!

 

“Rovesci e Diritti”, il Cineforum di Arcigay “Rainbow”! Secondo appuntamento con “The Hours” di Stephen Daldry – Borgosesia, 28 ottobre 2016

14721601_10211310786955043_4353648050289959205_n14079549_1637097806619877_5026336095583760373_n

Arriva il secondo appuntamento con il cineforum 2016\17 di Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella!

Proietteremo di Film di Stephen Daldry

“The Hours”

venerdì 28 ottobre 2016
alle ore 20:30

presso la Sala Botta
in Via Vittorio Veneto, 60
a
Borgosesia (VC)

 

“Una giornata nella vita di tre donne in tre città diverse e tre momenti storici differenti che convergono in un’unica storia: ogni donna è inconsapevolmente attratta verso l’altra dalla forza di una grande opera di letteratura che sta inesorabilmente cambiando la loro vita.
All’inizio troviamo Virginia Woolf (Nicole Kidman), nei dintorni di Londra, negli anni ’20, che lotta contro la follia mentre cerca di scrivere il suo romanzo “Mrs. Dalloway”.
Vent’anni dopo, ecco Laura Brown (Julianne Moore), moglie e madre, che vive a Los Angeles alla fine della Seconda Guerra Mondiale, dedita alla lettura di Mrs. Dalloway, un romanzo che la sta esortando a cambiare radicalmente la propria vita.
E infine, nell’odierna New York, troviamo Clarissa Vaughan (Meryl Streep), la moderna versione di Mrs. Dalloway, innamorata del suo amico Richard, un poeta brillante che sta morendo di AIDS.
Le storie di queste tre donne, vissute in periodi diversi, si intrecciano misticamente tra loro….”

http://www.comingsoon.it/film/the-hours/1310/scheda/

“Stephen Daldry, dopo la sorprendente linearità di “Billy Elliot”, suo primo grande successo, costruisce una trama dall’incredibile complessità strutturale, giocata tra continui rimandi tra le tre protagoniste. Il regista sfrutta abilmente i punti di contatto tra le vite delle tre, per effettuare i passaggi d’epoca necessari alla storia.
Il romanzo di Michael Cunningham, da cui è tratta la pellicola, ha il raro pregio di portare un’opera classica nel nostro tempo rendendola attuale e fruibile; completamente incentrato sull’universo femminile, ne esplora i dubbi, le incertezze e le delusioni.
L’efficacia del tutto è comunque indiscutibilmente subordinata alla bravura delle tre protagoniste, forse le migliori attrici in circolazione al momento. Triste, disperato, ma emozionante!”

http://filmup.leonardo.it/thehours.htm

 

Come sempre, prima dell’inizio della proiezione ci prenderemo un po’ di tempo per chiacchierare tra di noi e per conoscerci meglio;

inoltre troverete il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro e verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione.

E infine, per chi vorrà venirci a trovare, ci sarà una bella sorpresa!

Non mancate!

 

I nostri ringraziamenti per la serata “Rovesci e Diritti”, il Cineforum di Arcigay “Rainbow”!

14079549_1637097806619877_5026336095583760373_n“…lo sguardo va all’orologio sul muro – verrà poca gente… inizio già a pensare a nuovi modi per pubblicizzare le nostre serate di Cinema ma i pensieri vengono spazzati via dall’arrivo dei primi amici, infiniti abbracci per quelli con cui abbiamo condiviso questi anni di lotte; arrivano altre persone, hanno letto del Cineforum sui giornali, in Internet e si avvicinano a noi per la prima volta, magicamente la sala si riempie, è necessario aggiungere sedie in ogni angolo per dare a tutti un po’ di comodità. Buio in sala… il film è duro, a tratti triste, ma vero quanto lo è la vita; a metà si fa un intervallo, si discute su quanto si è visto, si beve qualcosa e poi si riprende la visione.
Più tardi il mio sguardo cade ancora sull’orologio appeso al muro: è tardi, molto tardi, ma molti non se ne vogliono proprio andare, guardo un po’ tutti nei loro discorsi, nelle risate e penso che serate come queste creano condivisione, confronto, servono ad unire e a dare un po’ di serenità. Credo che la funzione del nostro Cineforum sia proprio questa.
Grazie a tutti per la bellissima serata di ieri”

Vi aspettiamo il 28 ottobre per una nuova serata di magia – con “The Hours” di Stephen Daldry…

Alex Rizzi,
Consigliere responsabile del progetto Cineforum “Rovesci e Diritti”

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: