Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Federico Zappino’

Segnalazione: Judith Butler – “L’alleanza dei corpi”.

lalleanza-dei-corpi-d510Segnaliamo la traduzione di Federico Zappino del saggio di Judith Butler,

“L’alleanza dei corpi. Note per una teoria performativa dell’azione collettiva”;

pp. 352, € 17,00;
Nottetempo Edizioni, febbraio 2017.

Al centro di questo libro di Judith Butler è l’indagine sulla “politica della strada” e sul diritto plurale e performativo di apparizione del corpo all’interno del campo politico, attraverso l’esperienza del raduno collettivo. Dal movimento “Occupy” alle proteste di Atene, dalle cosiddette “primavere arabe” al Parco Gezi di Istanbul, dalle mobilitazioni queer a quelle degli immigrati irregolari, negli ultimi anni abbiamo assistito al moltiplicarsi delle manifestazioni di dissenso contro le logiche neoliberiste o contro governi e poteri repressivi. Al di là delle differenze, l’alleanza dei corpi in queste azioni collettive affronta ed “espone” all’attenzione di tutti una serie di temi interconnessi come la precarietà, la vulnerabilità, la rivendicazione di una vita vivibile e l’esclusione dalla sfera pubblica di apparizione. La tesi di Butler è che, nelle lotte democratiche, questi raduni possano esprimere forme di resistenza e solidarietà radicali da cui emerge una nuova idea di “popolo” – un popolo che sperimenta una ricomposizione contro la frammentazione e le disuguaglianze indotte, interrogando in modo inaggirabile le frontiere dell’etica.

https://www.edizioninottetempo.it/it/prodotto/lalleanza-dei-corpi

http://www.rsi.ch/rete-due/programmi/cultura/attualita-culturale/Judith-Butler-L%E2%80%99alleanza-dei-corpi-8588104.html

COL_News_Butler2_2318Judith Butler (Cleveland, 24 febbraio 1956) è una filosofa post-strutturalista statunitense.
Ha dato dei contributi nei campi del femminismo, della teoria queer, della filosofia politica e dell’etica. Attualmente è professoressa presso il Dipartimento di retorica e letterature comparate all’Università della California, Berkeley e professoressa presso European Graduate School. La sua ricerca varia dalla teoria della letteratura, alla moderna fiction filosofica agli studi femministi e della sessualità, alla letteratura e filosofia europea dei secoli XIX e XX, a Kafka e la perdita, il lutto e la guerra. Alcuni suoi lavori si sono concentrati sulla filosofia ebraica, esplorando le critiche alla violenza di stato pre e post sionismo.Nel 1990 ha pubblicato Gender Trouble, nel quale discute le opere di Simone de Beauvoir, Julia Kristeva, Sigmund Freud, Jacques Lacan, Jacques Derrida e Michel Foucault.

http://it.wikipedia.org/wiki/Judith_Butler

http://www.laterza.it//images/stories/pdf/9788858106761_Butler_Alphabeta2_gennaio_febbraio_2014.pdf

http://www.recensionifilosofiche.info/2014/03/butler-judith-questione-di-genere-il.html

Annunci

Segnalazione: Federico Zappino – “Il genere…”

zappinoSegnaliamo la raccolta di saggi a cura di Federico Zappino.

“Il genere tra neoliberismo e neofondamentalismo”,

pp. 207, € 18,00;
Ombre CorteEdizioni,  settembre 2016.

Nell’ora dell’offensiva neofondamentalista contro il gender cosa significa difendere la tesi per cui il “genere” costituisca ancora uno strumento di critica, e di lotta, anche in epoca neoliberista? Il neoliberismo, come noto, mira ad aggirare quelle esclusioni fondate sul genere ancora determinanti in epoca fordista, e lo fa mettendo in campo strumenti atti a includere le minoranze di genere e sessuali nei processi produttivi e di valorizzazione (diversity management, pinkwashing), come anche offrendo possibilità di soggettivazione, individuali e collettive, facendo leva sulla smobilitazione e sulla privatizzazione di soggetti e istanze un tempo conflittuali. Ma questi processi di inclusione coincidono con una sovversione delle gerarchie sulle quali si basavano le precedenti esculsioni, oppure non sono una naturalizzazione di quelle stesse gerarchie, sempre suscettibile di cambiare di segno nel momento in cui le condizioni dell’inclusività diventano precarie? L’odierna crociata neofondamentalista contro il gender, infatti, sembra innestarsi su questa precarizzazione delle condizioni di inclusività, attraverso la quale lo stesso neoliberismo esibisce il suo lato più repressivo, e autoritario.
A partire da approcci teorici e politici distinti, i saggi raccolti in questo volume sostengono la tesi secondo cui la riflessione transfemminista e queer sul genere costituisca un punto di osservazione irrinunciabile per la comprensione delle razionalità con cui opera oggi il potere.

Indice:

Filosofia sociale dell’odio antiomosessuale, di Cristian Lo Iacono
La natura del gender. Il conflitto sulla cittadinanza sessuale, tra dicotomie e ambivalenze, di Elisa Bellè, Caterina Peroni ed Elisa Rapetti
Cannibalismo queer. Gramsci e le strategie di trasformazione molecolare, di Gianfranco Rebucini
Tempo di essere incivili. Una riflessione terrona sull’omonazionalismo in Italia al tempo dell’austerity, di Alessia Acquistapace, Elisa A.G. Arfini, Barbara De Vivo, Antonia Anna Ferrante e Goffredo Polizzi
Diversity management, pinkwashing aziendale e omo-neoliberismo. Prospettive critiche sul caso italiano, di Renato Busarello
Governo neoliberale dei corpi disabili e immaginari di resistenza, di Brunella Casalini
De-patologizzazione trans*, tra riconoscimento e redistribuzione, di Olivia Fiorilli e Stefania Voli
Le conseguenze dell’amore ai tempi del biocapitalismo. Diritti riproduttivi e mercati della fertilità, di Angela Balzano
“Il personale è politico”. La ristrutturazione neoliberista della casa, di Carlotta Cossutta
Femminismo e neoliberismo. Italian Theory femminista e vite precarie, di Cristina Morini
Gender Strike! Il Tariffario del lavoro gratuito, di Bruna Mura, Caterina Peroni e Camilla Veneri
“Cosa possono fare i corpi insieme?” Intervista con Judith Butler, di Federica Castelli
Fare e disfare il sesso. Oltre il binarismo dei generi, di Beatrice Busi
Sovversione dell’eterosessualità / II, di Federico Zappino

Federico Zappino è dottore di ricerca in Filosofia politica. Tra le sue ultime pubblicazioni, Genealogie del presente (con L. Coccoli e M. Tabacchini, Mimesis 2014), Norma sacrificale / Norma eterosessuale (in M. Filippi, M. Reggio, Corpi che non contano. Judith Butler e gli animali, Mimesis 2015), Fare giustizia (con A. Simone, Mimesis 2016). Ha inoltre tradotto e curato opere di Eve Kosofsky Sedgwick e di Judith Butler.

http://www.ombrecorte.it/more.asp?id=474&tipo=novita

http://ilmanifesto.info/fare-e-disfare-la-norma/

Sovversione dell’eterosessualità – di Federico Zappino

 

Segnalzione: AA.VV. – “La violenza normalizzata”

cirus_coverSegnaliamo un’ importante raccolta di saggi a cura di Cirus Rinaldi.

“La violenza normalizzata. Omofobie e transfobie negli scenari contemporanei”

pp. 316, € 30,00;
Kaplan Editore Torino, 2013.

 

La violenza normalizzata riflette sui temi delle omofobie e delle transfobie nei contesti contemporanei secondo un approccio interdisciplinare in grado di tenere conto dei principali processi di mutamento sociale, culturale e politico in atto. Prediligendo una prospettiva costruttivista, una serie di discipline (la sociologia, la filosofia del diritto e la filosofia politica, la storia, la teoria e critica letteraria, la psicologia, la pedagogia e il diritto) si confrontano su un tema di confine e controverso, sul quale si stanno misurando il conflitto politico, giuridico e culturale nazionale e internazionale.

http://www.edizionikaplan.com/allegati/cirus_indice+intro.pdf

http://www.intersexioni.it/la-violenza-normalizzata-omofobie-e-transfobie-negli-scenari-contemporanei/

Con saggi di Charlie Barnao, Lorenzo Benadusi, Lorenzo Bernini, Claudio Cappotto, Massimo Cerulo, Pietro Cinquemani, Fabio Corbisiero, Dario Davì, Maria Chiara Di Gangi, Raquel (Lucas) Platero, Alessandro Porrovecchio, Marco Pustianaz, Pietro Saitta, Cirus Rinaldi, Maurilia Scamardo, Cristina Scardamaglia, Federico Zappino.

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: