Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘ETS Edizioni’

Segnalazione: AA.VV. – “Tribadi, sodomiti, invertite e invertiti, pederasti, femminelle, ermafrodite…”

Segnaliamo la raccolta di saggi a cura di

Umberto Grassi, Vincenzo Lagioia, Gian Paolo Romagnani,

” Tribadi, sodomiti, invertite e invertiti, pederasti, femminelle, ermafrodite… per una storia dell’omosessualità, della bisessualità e delle trasgressioni di genere in Italia”,

pp. 336, Euro 27,00;
Edizioni ETS, 2017.

Questa raccolta di saggi fotografa il fermento degli studi storici incentrati sull’omosessualità, la bisessualità e le identità di genere non allineate in Italia. La molteplicità dei tagli interpretativi spazia dall’analisi filologica allo studio della storia sociale, dalla politica internazionale alla storia del cinema e della letteratura, dalla storia della medicina a quella della filosofia, dalla storia dei movimenti a quella della repressione. Lungi dal rivendicare diritti corporativi, la storia dell’omosessualità, della bisessualità, dell’intersessualità e delle trasgressioni di genere conferma la sua rilevanza come indispensabile strumento critico di interpretazione della Storia e dei complessi rapporti di forza che la strutturano.

Atti dell’omonimo convegno tenutosi il 21\22 settembre 2015 a Verona su iniziativa del Centro di ricerca PoliTeSse (Politiche e Teorie della Sessualità), del Dipartimento di Filosofia, Pedagogia, Psicologia, del Dipartimento TeSIS (Tempo, Spazio, Immagine e Società), e dal CSC (Centro interuniversitario di Storia Culturale) dell’Università degli Studi di Verona.

Umberto Grassi è attualmente postdoctoral research associate presso l’Australian Research Council Centre of Excellence for the History of Emotions, 1100-1800 (The University of Sydney node). Tra le sue pubblicazioni, “L’Offizio sopra l’Onestà. Il controllo della sodomia nella Lucca del Cinquecento” (Mimesis 2014); e, curato con Giuseppe Marcocci, “Le trasgressioni della carne. Il desiderio omosessuale nel mondo islamico e cristiano, secc. XII-XX” (Viella 2015).
Vincenzo Lagioia è assegnista di ricerca all’Università di Bologna. I suoi ambiti di ricerca riguardano l’esplorazione in Ancien Régime, teologia e Lumières, studi di genere secc. XVII-XIX. Tra le sue pubblicazioni recenti, “Un missionario alla scoperta delle Antille. Jean-Baptiste Du Tertre, esploratore d’Ancien Régime” (Il Mulino 2014); “Genere e Storia: percorsi”, con Cesarina Casanova (BUP 2014); “La verità delle cose”. Margherita Luisa d’Orléans: donna e sovrana d’Ancien Régime (Edizioni Storia e Letteratura 2015).
Gian Paolo Romagnani è professore ordinario di Storia moderna all’Università di Verona. Le sue ricerche riguardano principalmente: la storia politica e intellettuale del Piemonte nei secoli XVIII e XIX; la storia della sociabilità accademica settecentesca e ottocentesca; la storia della storiografia in età moderna e contemporanea; la storia delle minoranze religiose in Italia. Fra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo: “La società di antico regime (sec. XVI-XVIII). Problemi e temi storiografici” (Carocci 2010).

http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846747396

http://centrostoriaculturale.org/iniziative/2015/9/20/tribadi-sodomiti-invertite-e-invertiti-pederasti-femminelle-ermafroditi

Annunci

Segnalazione: Lorenzo Bernini – “Le teorie queer”.

Segnaliamo il nuovo saggio di Lorenzo Bernini,

“Le teorie queer. Un’introduzione”,

pp. 246, € 22,00;
Mimesis Edizioni, 2017.

Che cosa sono le teorie queer? Come pensano la sessualità? Quanti sessi riconoscono negli esseri umani? Quali rapporti intrattengono con la ‘teoria del gender’? Ogni interrogativo ne genera altri, in una progressione frattale. Il volume procede per problemi, indica piste di indagine, ipotizza genealogie. Lo scopo non è risolvere la questione del rapporto tra potere e sessualità in un’argomentazione lineare, ma lasciarla aperta nella sua pluralità di dimensioni. Né lo scopo è sedare le polemiche. Piuttosto, è presentare un settore particolarmente scomodo della teoria critica, spiegare perché continua a suscitare conflitti nei movimenti, nelle università, nell’opinione pubblica delle società contemporanee.

http://mimesisedizioni.it/le-teorie-queer.html

https://www.nazioneindiana.com/2017/07/07/chi-come-cosa-queer/

berniniLorenzo Bernini è ricercatore in Filosofia politica presso l’Università degli Studi di Verona, dove coordina il centro di ricerca Politesse – Politiche e teorie della sessualità. Fa parte del comitato scientifico di AG – About Gender: Rivista internazionale di studi di genere e della redazione di Filosofia politica. I suoi studi spaziano dalla filosofia politica classica alle teorie contemporanee della democrazia radicale, dal pensiero di Michel Foucault ai suoi sviluppi nei Gender Studies e nelle teorie queer. È autore di articoli pubblicati su riviste specializzate e volumi collettanei, e inoltre dei libri: Le pecore e il pastore: Critica, politica, etica nel pensiero di Michel Foucault (2008), Maschio e femmina Dio li creò!? Il sabotaggio transmodernista del binarismo sessuale (2010), La sovranità scomposta: Sull’attualità del Leviatano (2010, con Nicola Marcucci e Mauro Farnesi Camellone). Ha inoltre curato Differenza e relazione: L’ontologia dell’umano nel pensiero di Judith Butler e Adriana Cavarero (2009, con Olivia Guaraldo) e Michel Foucault, gli antichi e i moderni: Parrhesìa, Aufklärung, ontologia dell’attualità (2011).

 

Segnalazione: Anna Lorenzetti e Giacomo Viggiani – “Hard Work”

Segnaliamo il saggio di Anna Lorenzetti e Giacomo Viggiani,

“Hard Work. LGBTI Persons in the Workplace in Italy”,

pp. 240, € 18,00;
ETS Edizioni, 2016.

Hard work. LGBTI persons in the workplace in Italy offers a fresh perspective on LGBTI employment conditions in Italy, presenting a case-law analysis of the topic and providing readers with basic background law, including constitutional and statutory law governing employment relationships. While still utilising a traditional employment discrimination approach, this text emphasises a number of relevant workplace cases and the social scenario which prevails in Italy. The book offers the final results of fieldwork on labour discrimination in Italy and includes a chapter on “best practices” which discusses the most effective ways to address and counteract workplace discrimination, from both a theoretical and a legal perspective.

http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846746436

Anna Lorenzetti is Research Fellow in Constitutional Law and Temporary Lecturer in Gender Analysis and Anti-discrimination Law, University of Bergamo (Department of Law).

Giacomo Viggiani is Lecturer in Philosophy of Law, University of Brescia (Department of Law).

Segnalazione: Franco Cambi – “Omofobia a scuola”

4403In vista della XII “Giornata internazionale per la lotta contro l’Omo\Bi\Transfobia”, segnaliamo il testo di Franco Cambi,

“Omofobia a scuola. Una classe fa ricerca”,

pp. 88, € 18,00;
Edizioni ETS, 2015.

Prima allusioni, poi prese in giro, fino agli insulti. Come si può reagire in una scuola media quando si presenta un caso di bullismo omofobico?
In questo libro didattico, Franco Cambi prova a calarsi nei panni degli studenti di una terza media e immagina il percorso che una classe può fare per capire il pregiudizio e affrontarlo riflettendo, ricercando e imparando.
L’omofobia, l’aggressività, l’odio, diventano un’occasione per interrogarsi sulle paure, uno stimolo a conoscere imparando a farsi delle domande e, soprattutto, indagando l’identità personale in uno dei suoi aspetti più forti: la sessualità – proprio quando sta per risvegliarsi.

http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846741738#tab2

ImagePath.ashx.htmlFranco Cambi (Firenze 1940) è stato professore ordinario di Pedagogia generale all’università di Firenze. È considerato uno dei più autorevoli e operosi specialisti di teoria e di storia dell’Educazione d’Italia e ha ricoperto e ricopre numerose cariche istituzionali. È stato direttore del Dipartimento di Scienze dell’Educazione (poi anche dei Processi culturali e formativi) dal 1994 al 2000 e dal 2003 al 2006. Divenuto Presidente dell’IRRE-Toscana dal 2002 al 2005, poi Commissario straordinario e rieletto presidente nel 2006. È direttore e fondatore della rivista “Studi sulla formazione”. Dirige inoltre diverse collane di studi pedagogici presso numerose case editrici. I suoi studi si sono concentrati su differenti ambiti dell’educazione e ad oggi ha all’attivo la pubblicazione di oltre sessanta volumi, oltre ad un cospicuo numero di articoli. Tra le sue opere più recenti si ricordano: “Collodi, De Amicis, Rodari. Tre immagini d’infanzia” (1985), “Storia della pedagogia” (1995), “Mente e affetti nell’educazione contemporanea” (1996), “Nel conflitto delle emozioni. Prospettive pedagogiche” (1997), “Itinerari nella fiaba” (1999), Manuale di filosofia dell’educazione (2000), “Erasmo da Rotterdam, Le buone maniere dei ragazzi” (2000), “Pedagogia generale” – con E. Colicchi, M. Muzi, G.Spadafora – (2001), “L’autobiografia come metodo formativo” (2002), “Le pedagogie del Novecento” (2005), “La cura di sé come processo formativo” (2010), “Incontro e dialogo. Prospettive della pedagogia interculturale” (2012).
Con questo libro si mette in gioco e lo fa con un esperimento pedagogico rivolto ai ragazzi.

http://www.libreriauniversitaria.it/libri-autore_cambi+franco-franco_cambi.htm

Segnalazione: Audre Lorde – “Zami”

3934Su suggerimento del nostro amico Marco Pustianaz, che ringraziamo molto, segnaliamo la traduzione dell’autobiografia di Audre Lorde

“Zami. Così riscrivo il mio nome. Una biomitografia”,

pp. 303, € 19,00;
ETS Edizioni, 2014.

Zami, una parola carriacou per donne che lavorano insieme come amiche e amanti.
Dai vividi ricordi dell’infanzia a Harlem alle lotte per i diritti civili agli incontri nei bar lesbo-gay degli anni Cinquanta, la prima vita della poeta e scrittrice afroamericana Audre Lorde (1934-1992) prende forma intrecciando racconti, sogni e storia con il sostrato mitico di culture afrocaraibiche. Il suo divenire complesso tra lingua e realtà mentre esplora criticamente i confini incerti, contestati e disciplinati tra genere, razza e sessualità, produce un manifesto per una politica dell’erotico di donne che si identificano con le donne. “Zami” si offre come un antefatto autobiografico degli interventi politici, dei saggi e delle poesie prodotti da Lorde durante il suo percorso di attivista guerriera “afro-caraibica-americana-lesbofemminista” negli anni Settanta e Ottanta.

http://www.edizioniets.it/scheda.asp?N=9788846738653

Audre_LordeAudrey Geraldine Lorde (1934-1992) Nata da una famiglia di origini caraibiche ad Harlem, New York durante il periodo della Grande Depressione, la sua infanzia e le successive esperienze di vita furono modellate non solo dal collasso dell’economia americana, ma anche da importanti eventi storici: la Seconda Guerra Mondiale e la nascita del Maccartismo negli Stati Uniti negli anni ’50. Frequentò le scuole parrocchiali di Harlem, si diplomò alla Hunter High School nel 1951 e s’iscrisse allo Hunter College quello stesso anno. A causa di un soggiorno in Messico e degli anni di stallo economico e finanziario, Lorde si laureò solo nel 1959 presso lo Hunter College e quello stesso anno iniziò il master in Amministrazione Libraria alla Columbia University, lavorando contemporaneamente, per finanziarsi gli studi. Una volta completati, trovò lavoro come bibliotecaria all’interno del sistema pubblico delle biblioteche della città di New York.Durante l’adolescenza fu apertamente lesbica, ma nel 1962 si sposò poi con Edwin Rollins dal quale ebbe due figli: Elizabeth e Jonathan. Dopo il divorzio da Rollins ricominciò a stringere relazioni sentimentali con altre donne, tra le quali Frances Clayton con la quale ebbe una relazione che durò ventanni, dal 1968 fino al 1988. Visse gli ultimi anni della sua vita sull’isola di St. Croix, nell’arcipelago delle Isole Vergini, in compagnia della scrittrice e accademica femminista Nera, Gloria I. Joseph.

http://it.wikipedia.org/wiki/Audre_Lorde

Segnalazione: Lorenzo Bernini – “Apocalissi queer”.

3563Segnaliamo il saggio di Lorenzo Bernini,

Apocalissi queer. Elementi di teoria antisociale.

pp. 270, € 22,00;
ETS Edizioni, 2013.

Nella ricezione delle teorie queer in Italia, a prevalere ne è stata finora la versione più rassicurante (Foucault, Butler, la rielaborazione del loro pensiero nei Gender Studies). A restare ancora in ombra è la cosiddetta “tesi antisociale”, sviluppata da autori gay quali Bersani ed Edelman che, anziché fare del “sessuale” un’istanza di emancipazione, insistono sui perturbanti legami che esso intrattiene con la pulsione di morte e parteggiano per la fine della civiltà.
Con l’intento di colmare una lacuna, il libro discute criticamente questa declinazione “apocalittica” del queer, ne cerca le premesse nella contestazione degli anni settanta (Hocquenghem, Mieli), ne mette in risalto la radicalità sullo sfondo della filosofia politica della modernità (Hobbes, Kant). Per fornire una rappresentazione figurale dell’attacco che le teorie queer antisociali sferrano all’immaginario politico contemporaneo, l’autore chiama in causa gli zombie gay del cinema di Bruce LaBruce: “Quando non ci sarà più posto all’inferno, i morti cammineranno sulla terra”…

“Apocalissi queer è la prima monografia italiana di respiro internazionale dedicata alle teorie queer. Lorenzo Bernini interroga con competenza e lucidità i rapporti che legano genere, sessualità e politica, riuscendo a far dialogare le tesi antisociali dei più radicali autori gay statunitensi con l’etica della relazione del femminismo europeo. Il risultato illumina finalmente un aspetto decisivo della filosofia politica contemporanea”
Adriana Cavarero

“Benché non sia sempre d’accordo con le sue interpretazioni, non esito a riconoscere in Lorenzo Bernini un pensatore serio che affronta questioni cruciali della teoria e della politica queer contemporanee. Apocalissi queer annuncia l’emergere di una nuova voce autorevole in questo campo e dà un contributo vitale all’evoluzione del pensiero queer”
Lee Edelman

berniniLorenzo Bernini è ricercatore in Filosofia politica presso l’Università degli Studi di Verona, dove coordina il centro di ricerca Politesse – Politiche e teorie della sessualità. Fa parte del comitato scientifico di AG – About Gender: Rivista internazionale di studi di genere e della redazione di Filosofia politica. I suoi studi spaziano dalla filosofia politica classica alle teorie contemporanee della democrazia radicale, dal pensiero di Michel Foucault ai suoi sviluppi nei Gender Studies e nelle teorie queer. È autore di articoli pubblicati su riviste specializzate e volumi collettanei, e inoltre dei libri: Le pecore e il pastore: Critica, politica, etica nel pensiero di Michel Foucault (2008), Maschio e femmina Dio li creò!? Il sabotaggio transmodernista del binarismo sessuale (2010), La sovranità scomposta: Sull’attualità del Leviatano (2010, con Nicola Marcucci e Mauro Farnesi Camellone). Ha inoltre curato Differenza e relazione: L’ontologia dell’umano nel pensiero di Judith Butler e Adriana Cavarero (2009, con Olivia Guaraldo) e Michel Foucault, gli antichi e i moderni: Parrhesìa, Aufklärung, ontologia dell’attualità (2011).

http://www.edizioniets.it/Priv_File_Libro/2210.pdf

http://www.academia.edu/5058138/Contro_natura_a_chi_Alcune_riflessioni_sul_male_in_politica._Intervento_al_convegno_Contro_natura_Lesbiche_gay_bisessuali_asessuali_trans_intersex_dsd_si_interrogano_sul_loro_posto_nel_creato_Verona_9_novembre_2013_

http://www.edizioniets.it/scheda.asp?N=9788846736697

http://ilmanifesto.it/il-perturbante-sessuale/

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: