Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Chiesa Valdese’

“Aiutiamoli a casa… nostra” : AfricArcigay a Torino con Juvenalia Labs – 23 giugno 2017

Siamo felicissim*di inviratvi tutt* a un importante evento organizzato da “Juvenalia Labs” https://www.facebook.com/JuvenaliaLabs/

Venerdì 23 giugno 2017,

presso Nora Book & Coffee
in Via Delle Orfane 24/D a Torino.

https://www.facebook.com/norabookecoffee/

Durante l’incontro la nostra Giulia Bodo, in qualità di Responsabile di “AfricArcigay” il primo gruppo autocostituito di richiedenti asilo LGBT* in Italia, presenterà il progetto : https://rainbowvalsesia.wordpress.com/africa-arcigay/

Interverranno Monica Cerutti (assessora Pari Opportunità, Diritti Civili, Diritto allo Studio, Politiche giovanili, Immigrazione, Cooperazione della Regione Piemonte), e Berthin Nzonza della Chiesa Valdese.

Nell’ambito della campagna “Ero straniero – l’umanità che fa bene”, promossa da Radicali Italiani e altre associazioni, saranno raccolte le firme per la legge di iniziativa popolare sull’immigrazione per superare la legge Bossi – Fini e cambiare le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione e lavoro.

https://www.facebook.com/events/1875247669396494/?acontext=%7B%22action_history%22%3A%22%5B%7B%5C%22surface%5C%22%3A%5C%22messaging%5C%22%2C%5C%22mechanism%5C%22%3A%5C%22attachment%5C%22%2C%5C%22extra_data%5C%22%3A%7B%7D%7D%5D%22%7D

Annunci

Per la “Giornata Mondiale di Lotta all’AIDS”, Arcigay mobilitata nella promozione del test grazie all'”8 per mille” della Chiesa Valdese

UnknownPubblichiamo un comunicato di Arcigay Nazionale.

Oggi, 1 dicembre, si celebra la Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, ricorrenza istituita nel 1987 dall’Organizzazione mondiale della sanità per commemorare le persone scomparse a causa del virus, per accrescere la consapevolezza sul tema e per sostenere le pratiche di prevenzione, prima fra tutte il sesso protetto. “Una giornata che non può e non deve passare inosservata – dichiara Michele Breveglieri, Responsabile Salute Arcigay – in particolare in Italia, dove i dati dell’Istituto superiore della Sanità raccontano i gravi effetti della mancanza di una strategia di prevenzione dell’HIV. Infatti, mentre l’incidenza dei contagi resta pressoché invariata negli anni, continua a crescere la proporzione delle persone che arrivano allo stadio di Aids conclamato ignorando la propria sieropositività: erano il 20,5% delle diagnosi di Aids nel 2006, mentre nel 2014 hanno raggiunto quota 71,5%. Inoltre, più di un terzo della nuove diagnosi di HIV tra gli uomini omo-bisessuali av­viene in fase clinica avanzata. Sono dati che parlano di un sommerso non diagnosticato non più sopportabile alle soglie del 2016”. “E’ una situazione che va urgentemente affrontata e invertita – continua Breveglieri -: UNAIDS, l’agenzia dell’Onu sll’Hiv, ha chiamato tutti nel 2014 ad un obiettivo globale, 90% di persone con HIV diagnosticate, 90% in cura, 90% con viremia soppressa. Gli effetti benefici di una diagnosi precoce, e quindi poi della terapia, oggi sono ultra noti, sia per il benessere della persona, sia per la riduzione dell’infettività: non fare nulla per arrivare a quell’obiettivo di 90% di persone con HIV diagnosticate è un delitto morale e una responsabilità politica ben precisa.”

Per questo Arcigay già da tempo ha definito una propria strategia di prevenzione che include la promozione massiccia del test HIV, e dal 2015 ha messo in campo, in collaborazione con Anddos, il progetto PROtest, finanziato dalla Chiesa Valdese – Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi con i fondi ad essa assegnati con l’8×1000. Si tratta di un progetto di monitoraggio e mappatura dell’offerta del test HIV nei territori in cui Arcigay è presente, di campaigning promozionale del test HIV e di pilotaggio di iniziative o servizi di testing rapido direttamente e gratuitamente offerto dall’associazione alla comunità LGBTI.

Nei giorni passati, in occasione della European Testing Week, e nel mese di dicembre, in alcune sedi Arcigay e circoli Anddos il progetto PROtest ha promosso la somministrazione del test rapido per l’HIV, gratuito anonimo, sotto supervisione medica. L’iniziativa è sostenuta da una campagna nazionale il cui slogan è “HIV + o -? L’unica differenza è saperlo” rivolta a superare la resistenza a fare il test HIV per paura del risultato: “oggi è doveroso passare il messaggio de-stigmatizzante che una diagnosi di HIV non è una passeggiata, ma non è nemmeno la fine del mondo e può essere gestita. Una diagnosi precoce, grazie alla possibilità di accedere alla terapia, semplifica la vita e la migliora sotto vari aspetti, una diagnosi tardiva invece la complica progressivamente” – conclude Breveglieri.

Nei prossimi giorni quindi proseguiranno in diverse città gli ultimi appuntamenti di questo calendario di testing rapido HIV, che andranno a completare l’ampia offerta di iniziative di sensibilizzazione e prevenzione che come ogni anno Arcigay mette in campo in occasione del 1° dicembre.

Arcigay “Rainbow” alla “Festa di Fra’ Dolcino” – Alpe di Margosio (Bi), 13 settembre 2015

imagesArcigay “Rainbow” è stata invitata, parteciperà con gioia con una sua delegazione e invita tutt*, soprattutto in nostri amici e amiche biellesi, al 41° Anniversario della

“Festa di Fra’ Dolcino”

Domenica 13 settembre 2015
a partire dalle ore 9:30

presso l’Alpe Margosio
Strada Panoramica Zegna,
Località Bocchetto di Margosio Mosso (BI)

Nell’Oasi Zegna, Parco naturale del Piemonte, si celebra l’annuale “Festa di Fra Dolcino” che, dichiarato eretico dalla Chiesa, trovò rifugio fra le montagne del biellese, che oggi fanno parte dell’Oasi Zegna, e fu poi catturato e condannato al rogo.

Domenica 13 settembre, il “Centro Studi Dolciniani” propone una speciale giornata di festa.

Ore 9.30 : ritrovo al Piazzale di Bocchetto Margosio, per assistere al Culto Valdese tenuto dal pastore di Biella.

Ore 11.00 circa :  il concerto “Il Disertore”, canti popolari con Bernardo Beisso (chitarra) e Sergio Mesturini. (fisarmonica).

Ore 12.15 : salita al cippo in ricordo di Fra Dolcino e Margherita.

Ore 13.00 : all’Alpe Margosio è proposto uno speciale pranzo con degustazione di piatti locali.

Ore 15.00 : la festa continua con balli a tempo di musica dal vivo.

In caso di pioggia, la festa si svolgerà al coperto.

Info :

Agriturismo Alpe Margosio cell 347.9148768/ 340.6438771

Alpe Margosio Tel. + 39 340.6438771

http://www.oasizegna.com/it/eventi/festa-di-fra-dolcino-trivero

III° Forum Italiano dei Cristiani LGBT – Roma 4/5 ottobre 2014

d6c8cbc6-c5f3-4995-8e29-9a6af92ebc5dPubblichiamo un comunicato del Forum dei Cristiani LGBT.

Carissima amica, carissimo amico

Il Forum è un grande evento che si tiene ogni 2 anni e che è occasione di dibattiti, relazioni e conferenze sui temi della fede e dell’omosessualità.

La terza edizione del “Forum dei cristiani LGBT italiani” intitolata

Testimoniamo la nostra speranza!

si svolgerà a Roma nel week end del
4-5 ottobre 2014
presso il “Centro Pellegrini Santa Teresa Couderc”
in Via Vincenzo Ambrosio, 9.

La prima e la seconda edizione, rispettivamente nel 2010 e nel 2012, sono state una occasione straordinaria per conoscerci, crescere insieme come persone e come comunità, scambiare esperienze e testimonianze sul tema “fede e omosessualità”, porre le basi per affrontare il futuro nelle nostre chiese.

La terza edizione del Forum cade in un anno speciale, specialmente per la chiesa cattolica, dal momento che papa Francesco ha convocato una assemblea straordinaria del Sinodo dei Vescovi per discutere il tema “Le sfide pastorali della famiglia nel contesto dell’evangelizzazione” (5-19 ottobre 2014), preceduto da una innovativa fase di ascolto “dal basso” che consiste nella raccolta di contributi e che vede molti gruppi ecclesiali, anche di cristiani LGBT, impegnati nel fornire risposte e testimonianze.

La rilevanza del tema scelto con riguardo anche alla considerazione della condizione omosessuale e transessuale in seno alla chiesa cattolica e alle chiesa cristiane in generale, ha indotto il Forum europeo dei gruppi cristiani LGBT ad avanzare la proposta di una conferenza teologica internazionale che si svolga prima dell’inizio del Sinodo e che possa affrontare il tema “fede e omosessualità”, con l’intento di animare l’argomento da diverse prospettive teologiche.

La conferenza dal titolo “Le strade dell’amore” fornirà importanti contributi e proposte per il Sinodo, con particolare riferimento alla pastorale “con le persone omosessuali e transessuali” e si svolgerà il giorno prima dell’inizio del Forum, venerdi 3 ottobre, sempre a Roma, presso l’aula magna della Facoltà Valdese di Teologia. Tutti i partecipanti al Forum sono invitati.

Ti aspettiamo al Forum!

Lo staff del Comitato organizzatore del 3° Forum Italiano Cristiani LGBT

Sito web: http://www.forumcristianilgbt.it

Per contattarci: forumcristianilgbt@gmail.com

 

Giornata contro l’Omo\transfobia: culto al Tempio Valdese di Torino – 17 maggio 2014.

DSC09593-300x225Segnaliamo un appuntamento della Chiesa Valdese di Torino,

in occasione della

Giornata Mondiale contro Omofobia e Transfobia

sabato 17 maggio 2014
alle ore 18:30

presso
il Tempio Valdese,

in Corso Principe Oddone, 7
Torino

La Chiesa valdese e la Chiesa battista di Via Passalacqua si incontrano per celebrare un culto in occasione della giornata in ricordo delle vittime dell’omofobia e della transfobia.

“Accoglietevi gli uni gli altri come Cristo ha accolto voi” (Romani 15, 7) unirà le veglie di preghiere e i culti domenicali in tutto il mondo.

http://www.torinovaldese.org/appuntamenti/app.php?id=899

http://bradipodiario.blog.tiscali.it/2013/12/29/alla-luce-della-parola-93/?doing_wp_cron

 

Il gruppo “Varco” a Borgosesia su Chiesa Valdese e coppie omosessuali: “…un messaggio di amore e vicinanza alle famiglie non tradizionali che ormai costituiscono una realtà che non può essere ignorata.”

logovarco3Pubblichiamo un articolo di Giacomo Tessaro che rende conto della serata organizzata da “Arcigay Rainbow” col gruppo “Varco” di Milano che ringraziamo ancora per la sua presenza in Valsesia.

Una serata molto partecipata quella di venerdì 25 ottobre a Borgosesia (VC). L’incontro tra i rappresentanti del Varco di Milano, che fa parte della REFO (Rete Evangelica Fede e Omosessualità), Alessandro Andò e Katya Zecchin, insieme al predicatore locale della chiesa valdese di Milano, Gigi Ranzani e un nutrito gruppo di cittadini valsesiani, tra cui dei simpatizzanti valdesi, si è svolto in un clima di forte interesse non solo riguardo al tema delle coppie omosessuali e della benedizione del loro legame ma per gli stessi temi biblici che soggiacciono agli orientamenti della Chiesa valdese e metodista. Molte le persone che pur dichiarandosi atee convinte hanno tuttavia accolto con rispetto e simpatia la testimonianza valdese, ben poco conosciuta in Valsesia. Le domande sull’interpretazione dei testi biblici si sono intrecciate a quelle sulle posizioni valdesi e cattoliche sul tema, rivelando una buona conoscenza da parte di alcuni studenti presenti delle tematiche e dei racconti della Scrittura e dei dibattiti che fervono ovunque sulle coppie di fatto e le nuove famiglie. Al termine della conferenza e del dialogo a domanda e risposta che ne è seguito, ci si è trattenuti nel salone per fraternizzare e conoscere meglio la realtà valdese e metodista anche grazie al materiale informativo provveduto dalla REFO. L’Arcigay Rainbow Valsesia-Vercelli è una realtà nata da pochi anni, ma che ha già al suo attivo numerosissime iniziative di cultura e conoscenza del mondo LGBT nella provincia. La collaborazione tra l’associazione Rainbow e la comunità metodista di Vintebbio, a pochi chilometri da Borgosesia, è stata fortemente caldeggiata dal simpatizzante evangelico Mauro Paolotti, che da tempo sollecita la comunità di Vintebbio a iniziative di evangelizzazione e di contatto con il territorio. Attivo all’interno di Rainbow (di cui è segretario) come in altre realtà del volontariato valsesiano, ha cercato fin da subito di fare da ponte tra la giovane sezione dell’Arcigay e la comunità metodista, che risale agli anni ’20 del secolo scorso e cerca una via per rinnovare la sua testimonianza e la sua presenza su un territorio appartato come quello valsesiano. Dopo alcune incertezze l’intera associazione, guidata dall’attivissima Presidente Anita Sterna, si è messa in moto per assicurare un buon profilo alla serata. Per i membri e simpatizzanti di Rainbow, ma in generale per il pubblico della cittadina valsesiana, è stata un’occasione per entrare in contatto con un modo diverso di fare Chiesa e fare teologia, con una comunità di fede che vuole mandare un messaggio di amore e vicinanza alle famiglie non tradizionali che ormai costituiscono una realtà che non può essere ignorata. La presidente Sterna ha espresso viva soddisfazione per la serata, come anche i volontari presenti che hanno apprezzato molto la chiarezza dei relatori e il riconoscimento dell’omofobia come grave problema. Riconoscimento che costituisce un ponte per la messa in opera di collaborazione tra la realtà LGBT e tutti quei cristiani che accettano il mandato di praticare l’accoglienza e l’empatia dimostrata da Gesù Cristo durante la sua missione.

Giacomo Tessaro.

“Unioni omosessuali anche in Italia? Che ne pensa la Chiesa Valdese”.

RAINBOW VALSESIA Volendo arricchire il dibattito e contribuire a meglio informare le nostre concittadine e concittadini sui diritti delle persone LGBTQI, Arcigay “Rainbow” Valsesia – Vercelli  organizza l’incontro

“Unioni omosessuali anche in Italia? Che ne pensa la Chiesa Valdese”.

Venerdì 25 ottobre alle ore 21,00

presso il Centro Incontro “FRATELLI ALLEGRA”
in via Marconi, 1 a Borgosesia,

logovarco3Ospiti e relatori dell’incontro saranno alcuni esponenti del VARCO, gruppo evangelico di Milano, nato per favorire il riconoscimento e l’accettazione delle persone omo/bi/transessuali all’interno delle loro chiese.

http://gruppovarco.altervista.org/

Al termine della conferenza si aprirà il dibattito e gli intervenut* potranno porre domande ed esprimere i propri punti di vista. Vi aspettiamo numeros*!

Ringraziamo il nostro Segretario, Mauro per essersi particolarmente speso nell’organizzare l’evento.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: