Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Arcigay Rainbow Vercelli’

“ROCK FOR LOVE!” Gran concerto contro l’omo\bi\transfobia a Vercelli – 20 maggio 2017

In occasione della XIV “Giornata internazionale contro l’omo\bi\transfobia” e contro ogni genere di odio Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella vi invita tutt* a combattere le discriminazioni a suon di musica con

“ROCK FOR LOVE!”

Flash Mob “Rainbow love”
e
maratona musicale contro l’omo\bi\transfobia

sabato 20 maggio 2017
a partire dalle ore 15:00

in Piazza Cavour a Vercelli

Alle ore 15:00 unitevi al flash mob a cura del nostro Gruppo AfricArcigay

e a segurire, con la maratona musicale che riempirà dei colori dell’arcobaleno tutta Piazza Cavour fino a sera, si esibiranno per voi ben

!dieci gruppi musicali!

MAD HOUSE – RIVER DEEP – CAROLINA & TOM
ANDREA DEREGIBUS  & THE RIVERMEN
MARIA OLIVERO – GET ON MEDLEY – OSLAVIA
NOALTER – 2.0 – FANALE

E troverete anche il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro, verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione e

avrete la possibilità di tesserarvi ad Arcigay “Rainbow”!

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i gruppi musicali che con la loro disponibilità hanno reso possibile l’evento, il Comune di Verecelli che lo patrocina e il Caffè Cavour che ci ospita.

Non perdete quest’opportunità unica di divertimento e impegno: unitevi a noi!

Annunci

“SPRITZ ‘N’ LOVE ” al Bar Cavour di Vercelli – 29 aprile 2017

Arcigay “Rainbow” è felice di invitarvi tutt* a

” SPRITZ ‘N’ LOVE “

Sabato 29 aprile 2017
dalle ore 19:00

“Bar Cavour” 
in P.zza Cavour a Vercelli

https://www.facebook.com/pages/Bar-Cavour/193829887295100?fref=ts

vi aspettiamo per un aperitivo musicale con tutti i nostri amici e amiche non solo di Vercelli per ritrovarci, chiacchierare un po’ insieme e soprattutto divertirci in tranquillità nella suggestiva cornice dello storico Bar Cavour dove la cantante vercellese

CAROLINA GRASSI
che ci guiderà con il suo repertorio in una full immersion di musica, colori dell’arcobaleno e amore!

 

E ovviamente troverete anche il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro e verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione.

Costo dell’aperitivo: 10 euro.

Abbiamo voglia di conoscervi e far festa con voi!
Non mancate!

 

 

“Rainbow tour” 12 al Barotto di Vercelli – 10 settembre 2016

12096160_10208264718285230_8847432109811749783_nArcigay “Rainbow” è felice di invitarvi tutt* alla dodicesima tappa del suo “Rainbow Tour”! E ritorniamo a Vercelli!

Sabato 10 settembre 2016
dalle ore 19:00

“Al Barotto” 
in Corso de Rege, 4 a Vercelli

vi aspettiamo per un aperitivo con tutti i nostri amici e amiche non solo di Vercelli per ritrovarci, chiacchierare un po’ insieme e soprattutto divertirci in tranquillità.

E ovviamente troverete anche il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro e verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione.

Costo dell’aperitivo: 8 euro.

Abbiamo voglia di conoscervi e far festa con voi!
Non mancate!

 

 

Anche a Varallo Sesia il “Registro Comunale delle Unioni Civili” per le coppie etero e omosessuali!

RAINBOW VALSESIAArcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella è felicissima di comunicarvi che stamane anche a Varallo Sesia è stata approvata l’istituzione del “Registro Comunale delle Unioni Civili” senza discriminazione tra coppie etero e omosessuali!

Rainbow tour 11 al Barotto di Vercelli – 23 ottobre 2015

12096160_10208264718285230_8847432109811749783_nArcigay “Rainbow” è felice di invitarvi tutt* all’undicesima tappa del suo “Rainbow Tour”! E ricominciamo da dove tutto è iniziato: a Vercelli!

Venerdì 23 ottobre 2015
dalle ore 19:00

al “Barotto” 
in Corso de Rege, 4 a Vercelli

vi aspettiamo per un aperitivo molto gaio e anche un po’ vegetariano con tutti i nostri amici e amiche non solo di Vercelli per ritrovarci, chiacchierare un po’ insieme e soprattutto divertirci in tranquillità.

E ovviamente troverete anche il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro e verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione.

Costo dell’aperitivo: 8 euro.

Abbiamo voglia di conoscervi e far festa con voi!
Non mancate!

https://www.facebook.com/events/894041877329900/

Grazie a tutt* quant* ci hanno raggiunt* e al gestore del locale per l’ottimo cibo e la perfetta ospitalità. Di seguito le foto della serata :

12046635_10207835370112354_7605182739952580477_n 12191640_10207835396873023_6970334763500100600_n 12107953_10207835357392036_5927632135140230017_n 12122770_10207835382752670_2344894642501508532_n

Foto della nostra Claudia Crolla.

DIRITTO DI REPLICA E (IN)FORMAZIONE: contro le falsità tendenziose su Adinolfi a Casale.

426539_233963483408541_657252855_aArcigay “Rainbow” Valsesia – Vercelli ha deciso di aderire al comunicato stampa che l’Associazione “Tessere Le Identità” di Alessandria ha scritto in risposta alle dichiarazioni del Movimento per la Vita di Casale Monferrato.

DIRITTO DI REPLICA E (IN)FORMAZIONE
Tessere Le Identità, insieme ad altre associazioni coinvolte, chiarisce la propria posizione riguardo all’annullamento degli incontri con Mario Adinolfi e il Movimento per la Vita di Casale.

Abbiamo appreso in queste ore, con non poco stupore e disappunto, che il Movimento per la Vita di Casale sostiene pubblicamente di aver annullato gli incontri con il giornalista e blogger Mario Adinolfi, inizialmente previsti in data martedì 28 ottobre 2014, per “il timore di possibili disordini, tafferugli e provocazioni da parte dell’Arcigay che attraverso i propri blog si stava organizzando per intervenire a Casale”. Ci chiediamo di quale Arcigay parli il Movimento per la Vita di Casale, dal momento che sul territorio della provincia di Alessandria non esiste alcuna sede locale di Arcigay. L’unica associazione presente sul territorio alessandrino che si occupa della tutela e della promozione dei diritti delle persone LGBTQI (Lesbo, Gay, Bisex, Transgender, Queer e Intersessuali) siamo noi di Tessere Le Identità, un’associazione di Promozione Sociale legalmente riconosciuta, nata all’interno della Casa di Quartiere di Alessandria, struttura della Comunità di San Benedetto al Porto di Don Andrea Gallo. Inoltre non abbiamo alcun blog ma solo una pagina pubblica su Facebook, aperta e accessibile a tutti/e.

Sfidiamo chiunque a cercare (e trovare) sulla nostra pagina Facebook anche solo la benché minima traccia di incitamento a disordini, tafferugli e provocazioni in occasione della giornata di martedì 28 ottobre 2014, oltre che di qualsiasi altra iniziativa. Respingiamo con forza al mittente l’accusa ingiusta, oltre che infondata, di essere “provocatori e violenti”. La violenza, sia essa verbale che fisica, non ci appartiene, i nostri valori sono quelli dell’accoglienza e del dialogo.

Chi ci conosce e frequenta lo sa benissimo. Durante la giornata di lunedì 27 ottobre 2014 abbiamo saputo da alcune associazioni casalesi degli incontri organizzati dal Movimento per la Vita di Casale. In seguito a una consultazione interna alla nostra associazione abbiamo deciso all’unanimità di non recarci né agli incontri con le scuole superiori né a quello serale, aperto a tutta la cittadinanza. Una scelta presa alla luce degli eventi avvenuti il 22 settembre 2013, in occasione dell’incontro dibattito “Gender – Omofobia – Transfobia: Verso l’abolizione dell’uomo?”, organizzato da Movimento per la Vita, Comunione e Liberazione e Alleanza Cattolica presso l’Auditorium San Filippo di Casale.

In quella sede abbiamo visto ripetutamente negata la possibilità di dialogo, dibattito e confronto con i relatori che dal palco sostenevano sconcertanti paralleli tra omosessualità e pedofilia, teorie prive di evidenza scientifica secondo cui si può scegliere e cambiare il proprio orientamento sessuale e una fantomatica “ideologia del gender” secondo cui le persone LGBTQI porteranno alla distruzione dell’uomo e dell’eterosessualità. Di fronte a simili gravi affermazioni, che paiono rilanciare una pericolosa reinterpretazione in chiave psicopatologica dell’omosessualità, e al continuo diniego di replica, la platea, composta da esponenti di varie associazioni provenienti da tutto il territorio piemontese, ha reagito manifestando il proprio dissenso con modalità differenti, anche in base al proprio vissuto personale e associativo, pur rimanendo sempre nei limiti della disobbedienza civile e pacifica.

Ancora oggi quella serata viene strumentalizzata dal Movimento per la Vita di Casale che la presenta come un esempio di violenza e di disordini. Proprio per evitare il ricrearsi di simili situazioni di tensione e conseguente strumentalizzazione, Tessere Le Identità aveva scelto di non recarsi il 28 ottobre 2014 a Casale ma di limitarsi a scrivere un comunicato stampa, insieme ad altre associazioni del territorio, con cui ribadire la propria posizione riguardo i temi trattati ed invitare gli organizzatori degli incontri previsti ad una tavola rotonda di confronto e conoscenza reciproca. Dal momento che negli incontri con le scuole pubbliche e la cittadinanza si sarebbe parlato in maniera fortemente critica e ostile di matrimoni gay, omogenitorialità, omosessualità e transessualità, ovvero delle nostre vite, relazioni affettive e famiglie, riteniamo di poter/dover esercitare un sacrosanto e innegabile diritto di replica, senza per questo negare o censurare le opinioni diverse dalla nostra.

Riteniamo altresì che veicolare nelle scuole pubbliche discorsi che possono sottilmente legittimare forme di odio e discriminazione delle persone LGBTQI leda il diritto dei giovani all’educazione in un ambiente scolastico sicuro, al riparo dalla violenza, dalle angherie, dall’esclusione sociale o da altre forme di trattamenti discriminatori e degradanti. Un diritto che dovrebbe essere tutelato e garantito in primo luogo dal personale scolastico e dalle Istituzioni.

In questo senso, ci stupiscono molto le affermazioni del preside Riccardo Calvo, secondo cui “le idee, anche quando sono estreme, non si censurano: si confrontano, si discutono” e che, di fronte al rischio di turbative e disordini ha sentito il dovere di tutelare gli studenti. Ma tutelarli da chi, ci chiediamo. Ribadiamo infatti che nessuno di noi ha mai voluto censurare le idee altrui o mai ha agito in questo senso, né tanto meno intendeva creare disordini ma al tempo stesso comprendiamo e sosteniamo i genitori degli studenti casalesi che hanno manifestato perplessità e preoccupazioni riguardo l’incontro di Adinolfi e il Movimento per la Vita nelle scuole. Sempre con l’intento di sgomberare il campo dalla mancata corretta informazione, da incomprensioni da non noi volute e per promuovere la conoscenza reciproca, invitiamo il preside Riccardo Calvo ad un colloquio con la nostra associazione per chiarire ulteriormente le nostre posizioni e fare luce sull’accaduto. Concludiamo rivolgendo un sentito invito al Movimento per la Vita di Casale: poiché sostengono di condurre una “buona battaglia per la verità sull’uomo e la famiglia”, chiediamo loro di non diffondere ricostruzioni false e tendenziose riguardo quanto accaduto in questi giorni e, in particolare, riguardo alle associazioni LGBTQI.

Tessere Le Identità

Aderiscono:

Agedo Torino
Aps me.dea Onlus
Arcigay “Rainbow” Valsesia e Vercelli
Arcigay Torino Ottavio Mai
Associazione Cultura Viva – Torino
Associazione L’Albero di Valentina
Associazione Voci della Memoria
Casa di Quartiere Alessandria
Comunità San Benedetto al Porto
Coompany & – Cooperativa sociale
Cooperativa Sociale Il Pane e le Rose AL
Coordinamento Torino Pride GLBT
Dazibao CircoloArci – Tortona
Ufficio Nuovi Diritti Cgil Asti

Comunicato-stampa-condiviso-Tessere-Le-Identità-31.10.2014

Anche a Vercelli il “Registro Comunale delle Unioni Civili” per le coppie etero e omosessuali!

RAINBOW VALSESIAArcigay “Rainbow” Valsesia Vercelli è felicissima di comunicarvi che questo pomeriggio anche a Vercelli è stata approvata l’istituzione del “Registro Comunale delle Unioni Civili” senza discriminazione tra coppie etero e omosessuali!

GRAZIE A TUTT*… ! GRANDE SEGNO DI CIVILTÀ QUELLO CHE È SUCCESSO A VERCELLI…! GRAZIE A TUTTE LE FORZE POLITICHE CHE SI SONO IMPEGNATE PER QUESTO… E CI HANNO CREDUTO CON NOI E PER TUTT* NOI!!!!

In particolare ringraziamo i Sig.* Consiglieri Remo Bassini e Maria Pia Massa che hanno proposto la mozione, il Sindaco, Sig.ra Maura Forte e tutti gli altri Assessori e Consiglieri di maggioranza e minoranza dei 18 che hanno votato il testo. Grazie!

Anita Sterna, Presidente di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: