Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Articoli con tag ‘Alpàa’

Combattere la violenza non è vittimismo.

RAINBOW VALSESIAArcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli intende rispondere alle dichiarazioni dell’On. Buonanno, pubblicate sul numero di “Notizia Oggi” del 25 luglio scorso. L’Onorevole che accusa il movimento lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) di “vittimismo”, aggiunge anche che “questo continuo protagonismo inizia a far sembrare fuori posto chi è normale”.
Posto che nessuno di noi si sente meno “normale” rispetto a un eterosessuale (e non siamo solo noi a dirlo, ma con noi l’Organizzazione Mondiale della Sanità), non riteniamo che richiamare l’attenzione sull’omofobia costituisca “vittimismo”, sempre che manifestare per combattere la violenza, di qualsiasi genere e forma essa sia, significhi fare le vittime. Questo l’obiettivo della nostra partecipazione all’Alpàa, anche per noi un piacevole momento di festa, indossando le magliette rosse con lo slogan “Alcune persone sono gay, lesbiche, bisessuali, trans. Fattene una ragione!” Innanzitutto noi dichiariamo di esistere, manifestiamo l’orgoglio di essere noi stessi e lo facciamo mettendoci la faccia, anche per quelle persone lgbt che vivono sul nostro territorio, ma che nascondono la propria identità e la propria affettività persino alla famiglia e agli amici, così come per coloro che si sono trasferiti altrove per una vita più serena, più anonima, magari in una grande città. Tutte persone che le dichiarazioni dell’Onorevole Buonanno non aiutano certo…
Riteniamo che un grande valore del nostro territorio di provincia sia il contatto umano tra persone che si chiamano per nome, condividono esperienze, momenti di vita e affetti: questo è un discorso di qualità della vita che va oltre l’identità sessuale, ma che non la esclude.
La popolazione lgbt è soggetta a frequenti episodi di violenza, intolleranza e discriminazione, a volte più eclatanti, altre più sottili, come del resto è spesso la cronaca a evidenziare. “I problemi del Paese sono altri”, dice l’On. Buonanno? Abbiamo in testa “esclusivamente le nozze e le adozioni tra persone dello stesso sesso”? Certamente il nostro Paese si trova in un momento difficile, ma proprio in questo momento di vulnerabilità non si deve, secondo noi, mai distogliere l’attenzione dai diritti civili.

Il Direttivo di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli.

Annunci

L’anonimo legoide.

tortarainbowPer chi non lo sapesse, nella sua rubrica “Torta in faccia alla…” il giornale on-line infoVERCELLI24 si è occupato della nostra presenza in rosso all’Alpàa del 13 luglio scorso dove abbiamo manifestato contro l’omo\transfobia:

http://www.infovercelli24.it/index.php/cronaca-sp-204737651/2169-torta-in-faccia-alla-associazione-rainbow

Intanto lo ringraziamo per aver segnalato la nostra attività ai suoi molti lettori e siamo felici che si voglia impegnare come noi nella lotta quotidiana contro l’omo\transfobia per cui ci aspettiamo da subito una collaborazione attiva.

La torta però la rimandiamo al mittente…

L’anonimo articolista ci rimprovera infatti di non aver scelto né il luogo né il modo adatto per manifestare contro l’omo\transfobia.

Ma oggettivamente non ci sono luoghi poco adatti per manifestare contro l’omofobia: dal momento che omosessuali, bisessuali e transessuali vivono, lavorano e vanno ovunque – anche all’Alpàa, noi di Arcigay “Rainbow” per preparare un ambiente che sappia accogliere e rispettare tutti, andiamo ovunque – anche all’Alpàa.
D’altronde il pregiudizio che non sia il luogo adatto per questi temi è smentito soprattutto dalla stragrande maggioranza delle persone che abbiamo incontrato e che si sono mostrate solidali e felici di vederci – finalmente anche all’Alpàa: infatti né come omosessuali né come militanti stavamo invadendo lo spazio altrui, ma eravamo come tutti a casa nostra in uno spazio comune.

Dire poi che all’Alpàa non si deve manifestare contro l’omo\transfobia, non significa certo tenere la fiera varallese lontana dalla “politica”, ma piuttosto lasciarla in appalto proprio a quelle forze politiche di retroguardia che contano sull’omofobia, sul silenzio e sull’invisibilità degli omosessuali e delle loro Associazioni: e allora, altro che lotta all’omo\transfobia!

Non era allora il modo adatto di manifestare? Noi non lo pensiamo…

In pieno accordo con le disposizioni della Questura di Vercelli abbiamo partecipato all’ Alpàa non sfilando in modo compatto, ma spargendoci tra la folla come singole cittadine e cittadini; non abbiamo fatto carnevalate – definizione per la quale ci aspettiamo delle scuse – ma, immediatamente riconoscibili per le magliette rosse della campagna nazionale Arcigay, abbiamo incontrato e parlato con le persone, spiegato il senso, l’importanza e l’urgenza della nostra presenza, ricordando anche che il nostro Paese ancora non riesce a darsi una legge conto l’omo\transfobia.
Dal momento che Arcigay “Rainbow” è un’associazione apartitica e aperta alla collaborazione con tutte le forze politiche e sociali che condividono i nostri valori e obiettivi, tra di noi c’erano anche molti rappresentanti di forze politiche e associazioni, che ringraziamo ancora per la loro partecipazione, ma la manifestazione non aveva nessun “colore politico”, se non quello della decenza, ed era anzi aperta a chiunque ne volesse condividere lo spirito: perfino al magnifico ProPro Sindaco di Varallo Sesia… Insomma: chi c’era, c’è venuto con le sue gambe e chi non c’era, non ha voluto esserci e peggio per lui!

Ricordiamo poi a infoVERCELLI24 che anche Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli dà lustro da più di due anni all’intera Valsesia, soprattutto contrastando l’immagine che per troppo tempo ne hanno dato alcuni politici: sempre gli stessi che hanno, loro sì, occupato la fiera, occhieggiando perfino da tutti i cartelloni pubblicitari.
Quindi associarci all’immagine dell’Alpàa non solo è una scelta di buon senso quasi scontata, ma è una scelta che premia il buon nome di tutte le valsesiane e i valsesiani.

RAINBOW VALSESIAIl Direttivo di
Arcigay “Rainbow”
Valsesia-Vercelli.

Arcigay “Rainbow” all’Alpàa di Varallo Sesia…

1013203_10201360425281634_380029767_n

Sabato 13 luglio ARCIGAY “Rainbow” Vercelli – Valsesia era presente all’ALPAA di Varallo Sesia per lanciare un chiaro messaggio contro l’omo\transfobia.

Inizialmente il nostro progetto era quello di sfilare tutti insieme attraverso l’Alpàa; purtroppo dalla Questura di Vercelli ci è stata negata l’autorizzazione per motivi che riguardavano l’ordine pubblico e la nostra sicurezza, nonché il fatto che due eventi pubblici non si potessero sovrapporre.

Ma noi pensiamo che l’omo\transfobia va combattuta soprattutto con la corretta informazione e quindi ci siamo comunque riuniti di fronte alla stazione ferroviaria di Varallo Sesia con indosso le t-shirts rosse della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia e poi siamo partiti in gruppi separati di 3/4 persone, sparpagliandoci in mezzo alle bancarelle per raggiungere poi la zona delle “Pro loco” di Varallo Sesia.

La mancata autorizzazione a sfilare ci sembra ancora strana… inusuale, ma il risultato della serata è stato invece entusiasmante oltre le nostre iniziali aspettative: il fatto che fossimo mescolati ancora di più tra la gente e che migliaia di persone vedessero le magliette e leggessero lo slogan, ci ha permesso di spigare ampiamente la nostra iniziativa a centinaia di persone.

Inoltre molti hanno chiesto di avere le t-shirts e in tantissimi le hanno indossate durante la serata.

Non è stato possibile accontentare tutti quelli che desideravano avere la maglia rossa contro l’omo\transfobia perché velocemente abbiamo finito le scorte, ma a giorni saranno di nuovo disponibili.

Però la nostra più grande soddisfazione è che molti genitori ci hanno chiesto informazioni, persone anziane ci hanno fatto i complimenti, tanta è stata la solidarietà delle persone che abbiamo incontrato e abbiamo avuto l’appoggio di diverse forze politiche .

Vogliamo perciò innanzitutto ringraziare la Questura di Vercelli e il Comune di Varallo Sesia per l’idea che ci hanno involontariamente suggerito.

Ringraziamo di cuore Rifondazione Comunista Valsesia e Valsessera, i Giovani Democratici Valsesia -Valsessera, SEL Vercelli e Valsesia e tutti i deputati presenti .

Ringraziamo Arcigay Nazionale per l’appoggio e la sua presenza nella persona di Marco Giusta e l’Ufficio Stampa di Arcigay per la copertura data all’evento..

Ringraziamo Arcigay Torino, il supporto legale dell’Avv. Giuseppe Polizzi di Arcigay Pavia e i comitati Arcigay che ci han sostenuto da tutta Italia.

Ringraziamo tutte le associazioni LGBT presenti e le associazioni locali che hanno aderito. Grazie!

988615_210494559108045_714033420_nE un ringraziamento speciale al ProPro Sindaco di Varallo, Gianluca Buonanno per averci ispirato la manifestazione e per il suo sostegno… in effigie.

Articolo pubblicato in forma parziale su NotiziaOggi Borgosesia – giovedì 18 07 2013.

Tutt* all’ “Alpàa Pride”!

RAINBOW VALSESIACiao a tutt*,

sabato 13 luglio in occasione dell’ Alpàa di Varallo Sesia sfileremo attraverso la fiera con indosso le t-shirts rosse della campagna nazionale Arcigay contro l’omofobia

“Alcune persone sono Lesbiche\Trans\Gay\Bisessuali:
fattene una ragione!”

Sarà un momento importante soprattutto per il nostro territorio che è succube di idee scorrette riguardo ad omosessualità e transessualità, idee che vengono ingigantite da dichiarazioni di esponenti della politica locale o della politica nazionale che operano anche come rappresentanti delle istituzioni locali e sono purtroppo molto conosciuti.

Noi invece pensiamo che tutte le persone siano degne di rispetto e tutela in quanto cittadini che rispettano le leggi, lavorano, pagano le tasse e votano.

La nostra manifestazione sarà quindi rispettosa di tutti:
una sfilata che attraverserà in modo gioioso tutto l’Alpàa e attirerà l’attenzione delle molte persone presenti gridando

NO ALL’OMOFOBIA!

Inoltre sarà un bel momento per stare insieme e, a fine tragitto, per mangiare e bere qualcosa in compagnia.

La manifestazione ha già l’appoggio di Arcigay Nazionale e di diverse associazioni LGBT,

ma abbiamo bisogno anche dell’ appoggio di tutt* voi perché
DOBBIAMO ESSERE MOLTISSIMI.

Questo quindi è un invito aperto ai singoli, alle associazioni e alle organizzazioni che vogliono aderire e alle forze politiche che prendono e vogliono prendere le distanze da una politica che lede i diritti di base delle persone di qualunque orientamento sessuale.

Vi invitiamo tutt* ad essere presenti

sabato 13 luglio alle ore 20:00
davanti alla stazione di Varallo Sesia

e soprattutto, in modo da sapere quanti saremo, a DARCI APPENA POSSIBILE CONFERMA DELLA VOSTRA PRESENZA agli indirizzi e-mail che trovate nella pagina “contatti” o direttamente ai seguenti recapiti telefonici:

3470188849 Anita

3495272350 Laura.

Sperando di vedervi in tantissimi….vi salutiamo.

Il Direttivo di ARCIGAY “RAINBOW” VALSESIA-VERCELLI e ARCIGAY NAZIONALE.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: