Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Archivio per settembre, 2017

“Riprendiamoci la libertà”: manifestazione contro la violenza sulle donne – Vercelli, 30 settembre

Arcigay “Rainbow”, aderesce ufficialmente, partecipa e Vi invita a partecipare alla manifestazione indetta dalla Cgil Vercelli Valsesia

“Riprendiamoci la libertà!”.

Sabato 30 settembre 2017,
dalle 18,30

in Piazza Cavour a Vercelli, 

manifestazione organizzata contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking e la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

Alla manifestazione parteciperanno Lella Bassignana (consigliera di Parità della Provincia di Vercelli), Paola Montano (assessore Pari Opportunità e Sociale del Comune di Vercelli) ed Elena Ferro (segreteria Cgil regionale).

Comunicato-30-settembre1

Annunci

Torna “Rovesci e Diritti”, il Cineforum di Arcigay “Rainbow”! Primo appuntamento con la Rassegna Almodovar, “La legge del desiderio” – Borgosesia, 29 settembre 2017

14079549_1637097806619877_5026336095583760373_n

Anche quest’anno torna il Cineforum di Arcigay “Rainbow” e torna con una Rassegna Almodovar! Per il primo appuntamento

proietteremo 

“La legge del desiderio”

venerdì 29 settembre 2017
alle ore 20:30

presso la Sala Botta
in Via Vittorio Veneto, 60
a
Borgosesia (VC)

  “La legge del Desiderio” è un film di passione interpretato dalla grande Carmen Maura e un giovanissimo Antonio Banderas, molto tempo prima della sua migrazione ad Hollywood e molto tempo prima che finisse tristemente in Italia a parlare con una gallina…
Insomma in questo film potrete vedere Banderas quando cercava seriamente di diventare un bravo attore!

“Ma, come sempre, Pedro Almodóvar introduce il suo gusto per l’esagerato nel modo di fare e far vedere le cose, tanto misurate e controllate, tanto appropriate e coerenti, tanto facile e affascinante, che stupisce l’osservare come regge, senza il minimo sforzo, qualcosa che, materializzata in immagini da qualsiasi altro cineasta, sarebbe stato… praticamente insostenibile.”

https://www.comingsoon.it/film/la-legge-del-desiderio/4846/scheda/

RASSEGNA ALMODOVAR

Personalità poliedrica, dai tardi anni ottanta è il regista più popolare del cinema spagnolo, rinomato anche a livello internazionale. Senza rinunciare alla rappresentazione delle realtà marginali della società, caratteristica delle sue pellicole d’esordio, Almodóvar sviluppa oggi trame basate sulle passioni e i sentimenti, sempre più sofisticate e “colorate”, con un’abbondanza di elementi scandalistici e provocatori. Temi tipici del regista sono i rapporti fra donne, l’ambiguità sessuale, l’amore e la passione omosessuale, la critica alla religione.

“L’erotismo è importante non per il sesso in sé, ma per il desiderio. Il sesso è solo ginnastica, il desiderio è forza del pensiero. E la forza del pensiero ha un potere immenso, può fare qualunque cosa.“

Pedro Almodovar

Prima dell’inizio della proiezione ci prenderemo un po’ di tempo per chiacchierare tra di noi e per conoscerci meglio;

inoltre troverete il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro, verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione e avrete anche la possibilità di

 iscriverVi o di rinnovare l’iscrizione ad Arcigay “Rainbow”!

Vi aspettiamo! INGRESSO GRATUITO!

Segnalazione: AA.VV. – “Tribadi, sodomiti, invertite e invertiti, pederasti, femminelle, ermafrodite…”

Segnaliamo la raccolta di saggi a cura di

Umberto Grassi, Vincenzo Lagioia, Gian Paolo Romagnani,

” Tribadi, sodomiti, invertite e invertiti, pederasti, femminelle, ermafrodite… per una storia dell’omosessualità, della bisessualità e delle trasgressioni di genere in Italia”,

pp. 336, Euro 27,00;
Edizioni ETS, 2017.

Questa raccolta di saggi fotografa il fermento degli studi storici incentrati sull’omosessualità, la bisessualità e le identità di genere non allineate in Italia. La molteplicità dei tagli interpretativi spazia dall’analisi filologica allo studio della storia sociale, dalla politica internazionale alla storia del cinema e della letteratura, dalla storia della medicina a quella della filosofia, dalla storia dei movimenti a quella della repressione. Lungi dal rivendicare diritti corporativi, la storia dell’omosessualità, della bisessualità, dell’intersessualità e delle trasgressioni di genere conferma la sua rilevanza come indispensabile strumento critico di interpretazione della Storia e dei complessi rapporti di forza che la strutturano.

Atti dell’omonimo convegno tenutosi il 21\22 settembre 2015 a Verona su iniziativa del Centro di ricerca PoliTeSse (Politiche e Teorie della Sessualità), del Dipartimento di Filosofia, Pedagogia, Psicologia, del Dipartimento TeSIS (Tempo, Spazio, Immagine e Società), e dal CSC (Centro interuniversitario di Storia Culturale) dell’Università degli Studi di Verona.

Umberto Grassi è attualmente postdoctoral research associate presso l’Australian Research Council Centre of Excellence for the History of Emotions, 1100-1800 (The University of Sydney node). Tra le sue pubblicazioni, “L’Offizio sopra l’Onestà. Il controllo della sodomia nella Lucca del Cinquecento” (Mimesis 2014); e, curato con Giuseppe Marcocci, “Le trasgressioni della carne. Il desiderio omosessuale nel mondo islamico e cristiano, secc. XII-XX” (Viella 2015).
Vincenzo Lagioia è assegnista di ricerca all’Università di Bologna. I suoi ambiti di ricerca riguardano l’esplorazione in Ancien Régime, teologia e Lumières, studi di genere secc. XVII-XIX. Tra le sue pubblicazioni recenti, “Un missionario alla scoperta delle Antille. Jean-Baptiste Du Tertre, esploratore d’Ancien Régime” (Il Mulino 2014); “Genere e Storia: percorsi”, con Cesarina Casanova (BUP 2014); “La verità delle cose”. Margherita Luisa d’Orléans: donna e sovrana d’Ancien Régime (Edizioni Storia e Letteratura 2015).
Gian Paolo Romagnani è professore ordinario di Storia moderna all’Università di Verona. Le sue ricerche riguardano principalmente: la storia politica e intellettuale del Piemonte nei secoli XVIII e XIX; la storia della sociabilità accademica settecentesca e ottocentesca; la storia della storiografia in età moderna e contemporanea; la storia delle minoranze religiose in Italia. Fra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo: “La società di antico regime (sec. XVI-XVIII). Problemi e temi storiografici” (Carocci 2010).

http://www.edizioniets.com/scheda.asp?n=9788846747396

http://centrostoriaculturale.org/iniziative/2015/9/20/tribadi-sodomiti-invertite-e-invertiti-pederasti-femminelle-ermafroditi

Segnalazione: Giuseppe Burgio – “Adolescenza e violenza”

Segnaliamo il saggio di Giuseppe Burgio,

“Adolescenza e violenza. Il bullismo omofobico come educazione alla mascolinità”,

pp. 252, € 20,00;
Mimesis Edizioni, 2012.

La letteratura scientifica sul bullismo, sia quella italiana sia quella straniera, si limita a una trattazione generale del fenomeno, senza analizzare le variabili rappresentate dalle caratteristiche delle vittime. Questo libro si concentra invece sulla costruzione sociale e relazionale del bullismo omofobico al fine di individuare possibili spiegazioni di come esso nasca e perché. L’autore studia i legami tra genere maschile, orientamento sessuale e violenza in adolescenza, sulla base dell’ipotesi – assolutamente innovativa – che il bullismo omofobico possa costituire in adolescenza una tappa della costruzione della maschilità e che alcuni ragazzi ricavino un “vantaggio” dall’esercitarlo. Il bullismo omofobico emerge quindi come un modo per produrre (e sottolineare) la differenza tra eterosessuali e omosessuali in quel periodo nodale nella costruzione dell’identità sessuale che è l’adolescenza. La violenza si mostra allora come performance utilizzata per affrontare i compiti di sviluppo connessi all’identità maschile, come manifestazione di genere, come uno dei modi per costruire e mettere in scena la virilità

Giuseppe Burgio, professore associato di Pedagogia generale e sociale all’Università degli Studi di Enna “Kore”, è Graduated SYLFF Fellow della Nippon Foundation di Tokyo. Oltre a contributi in volumi collettanei e in riviste scientifiche in Italia, Francia e Spagna, ha pubblicato il volume La diaspora interculturale. Analisi etnopedagogica del contatto tra culture: i Tamil in Italia (2007) e Mezzi maschi. Gli adolescenti gay dell’Italia meridionale. Una ricerca etnopedagogica (Mimesis, 2008). Nel 2002, il suo corso di formazione Bulli e prepotenti nella scuola. Prevenzione e tecniche educative ha ottenuto il premio “Bonsignore” dell’Associazione Italiana Formatori.

Adolescenza e violenza

http://www.sololibri.net/Adolescenza-e-violenza-Il-bullismo.html

 

Segnalazione: Myriam Cristallo – “Uscir FUORI”

Segnaliamo la meritoria riedizione del saggio di Myriam Cristallo,

“Uscir FUORI. Dieci anni di lotte omosessuali in Italia: 1971 – 1981”,

pp. 208, Euro 16,00,
Sandro Teti Editore, luglio 2017.

Introduzione di Ivan Scalfarotto,

postfazione di Benedetto Della Vedova.

Il FUORI! è stata la prima organizzazione omosessuale italiana, nata nel 1971 dall’impegno di alcuni attivisti torinesi, primo fra tutti Angelo Pezzana, memoria storica del movimento e promotore dell’omonimo premio letterario. Attraverso la testimonianza diretta dell’autrice, che fu parte attiva del “FUORI!”, il libro ripercorre le iniziali e pionieristiche lotte per i diritti civili nell’Italia perbenista degli anni Settanta, quando l’omosessualità era ancora un tabù sociale trattato, al massimo, con ignoranza e pregiudizio. Myriam Cristallo esprime il proprio punto di vista sulla storia del FUORI!,  dal rapporto con le sinistre istituzionali e con il Partito Radicale agli interventi di Pasolini e di Eco, dalle prime spregiudicate contestazioni allo “scontro” con la Chiesa, fino ai delitti omofobi. Un saggio che induce tutti a leggere, rileggere e riflettere.

Myriam Cristallo, torinese. Ha insegnato Letteratura italiana e Storia alle superiori. Nel 1970 ha fatto parte – unica eterosessuale – del gruppo torinese che ha dato vita al FUORI!. Nel 1972 ha collaborato alla rivista milanese di filosofia marxista Utopia, diretta da Mario Spinella. In seguito si è dedicata alla scrittura di saggi.

Ivan Scalfarotto (Pescara, 1965) politico, scrittore e attivista. Laureato in giurisprudenza a Napoli, ha lavorato presso la Banca Commerciale, il Banco Ambrosiano Veneto e Citigroup. In politica dal 2009, è attualmente Sottosegretario allo Sviluppo Economico e al Commercio Internazionale. Molto attivo sul fronte dei diritti civili, nel 2015 e 2016 figura nella “Global Diversity List” tra le 50 personalità che, a livello mondiale, promuovono la cultura della “diversity” e delle pari opportunità.

Benedetto della Vedova (Sondrio, 1962). Uomo politico. Laureato in discipline economiche e sociali all’Università “Bocconi” di Milano, ha collaborato con Radio Radicale e Il Sole 24 Ore. Eurodeputato e deputato e senatore presso il Parlamento italiano, attualmente ricopre la carica di Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale.

http://www.sandrotetieditore.it/project/myriam-cristallo-uscir-fuori-dieci-anni-di-lotte-omosessuali-in-italia-1971-1981-novita-2017/

http://gayburg.blogspot.it/2017/07/uscir-fuori-dieci-anni-di-lotte.html

Apericena con presentazione del libro di Jessica Magistro “L’Ultimo Minuto” al Cagafeuch Bistrot di Varallo Sesia – 15 settembre 2017

 

Arcigay “Rainbow” è lieta di invitarVi a un apericena con presentazione del libro di Jessica Magistro,

“L’ULTIMO MINUTO. STORIA DI UN ADOLESCENTE CHE MATURA LA CONSAPEVOLEZZA DI ESSERE GAY”

Venerdì 15 settembre 2017
dalle ore 19:30

al Cagafeuch Bistrot
in Via Brigate Garibaldi, 57 Varallo Sesia (Vc)

https://www.facebook.com/CagafeuchBistrot/

INGRESSO GRATUITO!

“Matt è un adolescente inquieto e confuso che ha tentato il suicidio, anche, a causa delle vessazioni a cui è stato sottoposto a scuola perché reo, a detta dei compagni, di essere gay. La sua famiglia, composta dalla madre e dai nonni materni, gli si stringe attorno e cerca di trarlo dall’abisso di solitudine e apatia che lo ha travolto. Per aiutarlo nel recupero di alcune materie, la madre gli affianca un fascinoso studente universitario, Josh, verso cui Matt prova subito una istintiva attrazione. I corridoi della High School di Lancaster si fanno meno difficili da percorrere grazie al sostegno del nuovo insegnante anche se i sentimenti che Matt non può più ignorare lo porteranno in conflitto con quella parte di se stesso che vorrebbe, per quieto vivere, tacitare. Mentre esplora la parte più intima di se stesso, Matt inizia a leggere il diario di Molly, un’amica della madre, suicidatasi giovanissima. Il parallelo tra le loro due storie si dipana sotto gli occhi del ragazzo finché il fato gli si rivelerà in tutta la sua brutale innocenza.”

“L’ultimo Minuto” è pubblicato da Giovane Holden Edizioni

https://www.facebook.com/events/1442546739155803/?acontext=%7B%22ref%22%3A%224%22%2C%22feed_story_type%22%3A%22308%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D

 

 

 

Segnalazione: Lorenzo Bernini – “Le teorie queer”.

Segnaliamo il nuovo saggio di Lorenzo Bernini,

“Le teorie queer. Un’introduzione”,

pp. 246, € 22,00;
Mimesis Edizioni, 2017.

Che cosa sono le teorie queer? Come pensano la sessualità? Quanti sessi riconoscono negli esseri umani? Quali rapporti intrattengono con la ‘teoria del gender’? Ogni interrogativo ne genera altri, in una progressione frattale. Il volume procede per problemi, indica piste di indagine, ipotizza genealogie. Lo scopo non è risolvere la questione del rapporto tra potere e sessualità in un’argomentazione lineare, ma lasciarla aperta nella sua pluralità di dimensioni. Né lo scopo è sedare le polemiche. Piuttosto, è presentare un settore particolarmente scomodo della teoria critica, spiegare perché continua a suscitare conflitti nei movimenti, nelle università, nell’opinione pubblica delle società contemporanee.

http://mimesisedizioni.it/le-teorie-queer.html

https://www.nazioneindiana.com/2017/07/07/chi-come-cosa-queer/

berniniLorenzo Bernini è ricercatore in Filosofia politica presso l’Università degli Studi di Verona, dove coordina il centro di ricerca Politesse – Politiche e teorie della sessualità. Fa parte del comitato scientifico di AG – About Gender: Rivista internazionale di studi di genere e della redazione di Filosofia politica. I suoi studi spaziano dalla filosofia politica classica alle teorie contemporanee della democrazia radicale, dal pensiero di Michel Foucault ai suoi sviluppi nei Gender Studies e nelle teorie queer. È autore di articoli pubblicati su riviste specializzate e volumi collettanei, e inoltre dei libri: Le pecore e il pastore: Critica, politica, etica nel pensiero di Michel Foucault (2008), Maschio e femmina Dio li creò!? Il sabotaggio transmodernista del binarismo sessuale (2010), La sovranità scomposta: Sull’attualità del Leviatano (2010, con Nicola Marcucci e Mauro Farnesi Camellone). Ha inoltre curato Differenza e relazione: L’ontologia dell’umano nel pensiero di Judith Butler e Adriana Cavarero (2009, con Olivia Guaraldo) e Michel Foucault, gli antichi e i moderni: Parrhesìa, Aufklärung, ontologia dell’attualità (2011).

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: