Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Segnaliamo la traduzione del saggio di Didier Eribon,

“Riflessioni sulla questione gay”,

pp. 440, € 24,00;
Ariele Edizioni, 2015.

«In principio è l’ingiuria»: è la frase con cui inizia questo libro e costituisce il punto di partenza di un insieme di riflessioni che affrontano in modo nuovo il problema dell’assoggettamento e della dominazione. L’autore insiste sulla forza del linguaggio e della stigmatizzazione, ma sostiene anche che occorre inserire la violenza delle parole che feriscono e offendono in una teoria generale dell’ordine sociale e dei meccanismi che lo perpetuano. L’opera è suddivisa in tre parti. La prima è un’«antropologia sociale» basata sull’esperienza vissuta; la seconda un’analisi storica della dissidenza letteraria e intellettuale e della presa di parola «omosessuale» a partire dagli ellenisti di Oxford (metà del XIX secolo) fino ad arrivare ad André Gide, passando per Oscar Wilde e Marcel Proust; la terza un’appassionata reinterpretazione degli sviluppi di Michel Foucault nel suo modo di pensare il potere e la resistenza ad esso. Interamente rivisto rispetto alla prima edizione, questo libro fornisce gli strumenti più adatti a tutti coloro che vogliono pensare e riflettere sulla naturale e legittima diversità degli esseri umani e sull’urgenza di cambiare ed emancipare il proprio modo di pensare nel rispetto di tale differenza.

http://www.edizioniariele.it/ilviandante_24.htm

Didier Eribon (Rheims 1953), filosofo e professore all’Università di Amiens, ha organizzato al Centre Georges Pompidou, nel giugno 1997, un colloquio dedicato agli studi gay e lesbici e alla teoria queer, colloquio al quale presero parte anche Monique Wittig e Eve Kosofsky Sedgwick. L’anno successivo ha pubblicato gli atti del colloquio con il titolo di Les Études gays et lesbiennes (Ed. Georges Pompidou, 1998). Dal 1998 al 2004 ha animato un seminario all’École des hautes études en sciences sociales sugli studi gay, lesbici e queer. Questo seminario, al quale ha invitato importanti ricercatori statunitensi (come Judith Butler, Georges Chauncey, Leo Bersani, Michael Warner, Michael Lucey, Carolyn Dinshaw) e francesi (come Pierre Bourdieu, Michel Tort, Jeanne Favret-Saada) ha contribuito a avviare in Francia questo nuovo campo di ricerca.
È autore di numerose opere, tra le quali una celebre biografia di Michel Foucault (tradotta anche in italiano); Une morale du minoritaire; Échapper à la psychanalyse; Retour à Reims; La société comme verdict. Classes, identités, trajectoires

https://it.wikipedia.org/wiki/Didier_Eribon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: