Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Archivio per maggio, 2017

Segnalazione: Nicola Carone – “In origine è il dono”

Segnaliamo il saggio di Nicola Carone,

“In origine è il dono. Donatori e portatrici nell’mmaginario delle famiglie omosessuali”,

pp. 194, Euro 21,00,

Il Saggiatore Editore, ottobre 2016.

Negli ultimi quarant’anni il panorama della genitorialità si è declinato in combinazioni sempre più complesse e la riproduzione (etero)sessuale è diventata una tra le molte possibilità per avere figli. Questo cambiamento, già sancito dal sistema delle adozioni, è stato reso ancora più manifesto dagli sviluppi delle biotecnologie e dall’omogenitorialità. Tuttavia, per quanto le tecniche di procreazione medicalmente assistita consentano di diventare genitori senza il vincolo dell’accoppiamento sessuale, è impossibile non fare i conti con la differenza tra i sessi e il ruolo che questa ha nella riproduzione e nel tema della propria origine, così strettamente legato a quello dell’identità.
«E l’affetto immenso, per un dono da straniera mano?» domanda Edipo al Messaggero. Quando il dono del seme, dell’ovulo o dell’utero sono all’origine della filiazione, quali pensieri, affetti e immagini i genitori gay e lesbiche maturano verso i donatori e le donatrici di gameti e verso la portatrice? Possiamo parlare di «dono» se è prevista una ricompensa economica? E qual è il destino delle identificazioni sessuali se vengono a mancare le figure «concrete» del padre e della madre e la figura simbolica dell’accoppiamento sessuale maschio-femmina?
In origine è il dono racconta e chiarisce, approfondendoli, i risultati di anni di ricerche sulla genitorialità tramite procreazione assistita – argomento di numerosi dibattiti, di cui però molti e molte hanno ancora una conoscenza approssimativa – e interroga sul campo le esperienze di coloro che hanno vissuto in prima persona questa nuova e sorprendente possibilità: la presenza/assenza di un «terzo» nella propria vita, l’introduzione di un estraneo necessario al concepimento che, donando la propria biologia, aiuta a creare una nuova famiglia, entrando a far parte, in alcuni casi, della sua storia affettiva. Nicola Carone mette in dialogo medicina e psicologia, sociologia e mito, dando vita a un’indagine rigorosa che approfondisce scientificamente ciò che troppo spesso è affidato a conoscenze superficiali e a reazioni ideologiche e viscerali.

http://www.youtube.com/watch?v=W6_iHxxiVCI

Nicola Carone è psicologo e dottorando di ricerca in Psicologia sociale, dello sviluppo e ricerca educativa presso la Sapienza Università di Roma. Nel 2016 è stato visiting scholar presso il Centre for Family Research dell’Università di Cambridge diretto da Susan Golombok. Insieme a Vittorio Lingiardi è autore di pubblicazioni nazionali e internazionali sui temi relativi all’omogenitorialità e alla procreazione medicalmente assistita.

http://www.ilsaggiatore.com/argomenti/scienze-sociali/9788842822608/in-origine-e-il-dono/

Arriva l’ #OndaPride 2017!

Anche quest’anno sarà #ondapride, la mobilitazione per i diritti delle persone omosessuali, bisessuali e transessuali\transgender in ventiquattro città del nostro Paese!

Ecco il calendario degli eventi!

 

27 maggio :
Toscana Pride (Arezzo) – https://m.facebook.com/toscanapride/

03 giugno :
Reggio Emilia Pride – http://www.gaypride2017.it
Potenza Pride – https://arcigaybasilicata.blogspot.it

10 giugno :
Pavia Pridehttps://www.facebook.com/pridepavia/
Roma Pridehttp://www.romapride.it
FVG Pride (Udine) – http://fvgpride.it

17 giugno :
Piemonte Pride (Torino) – http://www.torinopride.it/
Varese Pridehttp://www.varesepride.it/
Brescia Pride – http://www.bresciapride.it

24  giugno :
Milano Pridehttp://www.milanopride.it/site/home/
Catania Pridehttps://cataniapride.com
Mediterranean Pride of Naples – http://www.napolipride.org
Lazio Pride (luogo da definire) – https://laziopride.com
Perugia Pridehttp://www.perugiapride.it

 01 luglio :
Bologna Pridehttp://www.bolognapride.it
Cosenza Pride – https://m.facebook.com/cosenzapride/
Palermo Pridehttp://palermopride.it/2017/
Liguria Pride (Genova) – http://www.liguriapride.it
Puglia Pride (Bari) – http://www.pugliapride.com

08 luglio :
Sardegna Pride (Sassari) – http://www.sardegnapride.org
Piemonte Pride (Alba) – http://www.torinopride.it

15 luglio :
Siracusa Pridehttps://www.facebook.com/siracusapride/

29 luglio :
Rimini Summer Pride http://www.summerpride.it

19 agosto :
Salento Pride (Gallipoli) – http://www.salentopride.it

Per maggiori informazioni e aggiornamenti :
http://ondapride.it/pride-2017/

 

 

 

“Generiamo rispetto affinché nessuno sia mai solo tollerato”: Veronica Pivetti e Ivan Cotroneo ad Arona con la Consulta Femminile

Su segnalazione di Elena Broggi che ringraziamo, vi invitiamo a una serie di incontri organizzati dalla Consulta Femminile Aronese. Tratteranno il tema delicato dell’inclusione e del contrasto ai fenomeni di bullismo. La rassegna prende il nome

“Generiamo rispetto affinché nessuno sia mai solo tollerato.”

La Consulta Femminile vuole proporre alla cittadinanza diversi momenti di riflessione su temi molto sensibili quali le difficoltà che caratterizzano l’adolescenza, su come gli adulti possono aiutare i giovani a crescere e ad aprirsi al mondo con fiducia, sulla responsabilità che ognuno ha nel far star bene gli altri promuovendo le proprie ed altrui espressioni di autenticità e unicità e generando atteggiamenti di rispetto e inclusione affinché nessuno sia mai solamente “tollerato”.

Arona il 25 maggio

Il primo di questi incontri vedrà come protagonista VERONICA PIVETTI: la popolare attrice, regista e scrittrice sarà ad  per due incontri col pubblico;

il primo alle 17.30 nell’Aula Magna del Comune dove presenterà il suo ultimo libro “Mai all’altezza – come sentirsi sempre inadeguata e vivere felice”,

il secondo alle 20.30 alla Sala Polivalente San Carlo dove verrà proiettato il suo film “Né Giulietta, né Romeo”. Al termine della proiezione la regista dialogherà con gli spettatori sull’argomento del suo film.

Arona l’8 giugno

la proiezione alle ore 20.30 , sempre alla Sala Polivalente San Carlo, del film di IVAN COTRONEO

“Un bacio”

con a seguire la presenza del regista e degli ospiti per il commento alla visione.

Arona 6 ottobre

Infine è prevista nell’Aula Magna del comune una serata divulgativa sul tema del bullismo e cyberbullismo.

 

 

 

Segnalazione: Filippo Maria Battaglia – “Ho molti amici gay”

Nell’ambito delle nostre inizitive per la XIV “Giornata Internazionale contro l’omo\transfobia” segnaliamo il saggio di Filippo Maria Battaglia che presenteremo con l’autore alla Libreria Mondadori di Vercelli sabato 27 maggio

https://rainbowvalsesia.wordpress.com/wp-admin/post.php?post=10910&action=edit

“Ho molti amici gay. La crociata omofoba della politica italiana”,

pp. 135, € 11,00;
Bollati Boringhieri Editore, 2017.

Non possono fare gli insegnanti né i capi scout, non devono baciarsi e tenersi per mano in pubblico, vanno curati e, se possibile, redenti. Da sempre la politica italiana dice di non avere «nulla contro gli omosessuali» eppure, da sempre, li discrimina. C’è chi invoca «sobrietà», chi domanda «discrezione», chi chiama in causa la Bibbia, chi ricorre a citazioni d’autore. Passano gli anni, cambiano i toni e gli interlocutori ma il risultato – nonostante gli ultimi passi in avanti – resta lo stesso: diffidenza e fastidio, fino all’aggressione verbale e all’insulto. Sin dal dopoguerra la crociata contro i «malati» e gli «anormali» recluta quasi tutti: capi di Stato e di Governo, ministri e parlamentari, segretari e leader di partito. Attecchisce a destra, ma spopola anche a sinistra, coinvolgendo figure insospettabili e venerati padri della patria. «Ho molti amici gay» non è solo l’immancabile premessa di rito prima di ogni discorso omofobo, dentro e fuori dall’Aula: è la storia, succinta e dettagliata, di quanto la discriminazione e il pregiudizio contro gli omossessuali siano radicati nella politica e nella nostra società. Garantendo all’Italia l’infelice primato del Paese con la classe dirigente più omofoba in Europa.

http://www.bollatiboringhieri.it/libri/filippo-maria-battaglia-ho-molti-amici-gay-9788833928395/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/04/13/ho-molti-amici-gay-storia-del-pregiudizio-contro-gli-omosessuali-dai-soliti-leghisti-agli-insospettabili-del-pci/3518129/

https://www.facebook.com/QuanteStorieRai3/?hc_ref=NEWSFEED&fref=nf

Filippo Maria Battaglia (Palermo, 1984), giornalista di «Sky TG24», vive a Milano. Ha scritto tra l’altro per le pagine culturali di «Panorama», «Il Foglio», «Il Giornale» e del dorso siciliano di «la Repubblica». Con Bollati Boringhieri ha pubblicato: “Lei non sa chi ero io! La nascita della Casta in Italia” (2014), “Stai zitta e va’ in cucina. Breve storia del maschilismo in politica da Togliatti a Grillo” (2015) e “Bisogna saper perdere. Sconfitte, congiure e tradimenti in politica da De Gasperi a Renzi” (con P. Volterra, 2016).
È inoltre autore di: “A sua insaputa. Autobiografia non autorizzata della seconda repubblica” (con A. Giuffrè, 2013), “I sommersi e i dannati. La scrittura dispersa e dimenticata nel ’900 italiano” (2013). Ha curato diverse antologie giornalistiche, tra cui “Professione reporter. Il giornalismo d’inchiesta nell’Italia del dopoguerra” (con B. Benvenuto, 2008) e “Scusi, lei si sente italiano?” (con P. Di Paolo, 2010).

http://www.bollatiboringhieri.it/autori/filippo-maria-battaglia/

“Ho molti amici gay”: Filippo Maria Battaglia alla Libreria Mondadori – Vercelli, 27 maggio 2017

Nell’ambito delle nostre iniziative per la XIV “Giornata internazionale contro l’omo\bi\transfobia, “Arcigay “Rainbow” Valsesia -Vercelli e Biella è particolarmente lieta di invitarVi tutt*

Sabato 27 maggio 2017,
alle ore 18.30

presso la

Libreria Mondadori,
in Via Cavour, 4 a Vercelli,

all’incontro con
Filippo Maria Battaglia

che presenterà il suo libro

 “Ho molti amici gay.
La crociata omofoba della politica italiana
“.

Modererà la serata il nostro Consigliere Filippo Stramaccioni.

Non possono fare gli insegnanti né i capi scout, non devono baciarsi e tenersi per mano in pubblico, vanno curati e, se possibile, redenti. Da sempre la politica italiana dice di non avere «nulla contro gli omosessuali» eppure, da sempre, li discrimina. C’è chi invoca «sobrietà», chi domanda «discrezione», chi chiama in causa la Bibbia, chi ricorre a citazioni d’autore. Passano gli anni, cambiano i toni e gli interlocutori ma il risultato – nonostante gli ultimi passi in avanti – resta lo stesso: diffidenza e fastidio, fino all’aggressione verbale e all’insulto. Sin dal dopoguerra la crociata contro i «malati» e gli «anormali» recluta quasi tutti: capi di Stato e di Governo, ministri e parlamentari, segretari e leader di partito. Attecchisce a destra, ma spopola anche a sinistra, coinvolgendo figure insospettabili e venerati padri della patria. «Ho molti amici gay» non è solo l’immancabile premessa di rito prima di ogni discorso omofobo, dentro e fuori dall’Aula: è la storia, succinta e dettagliata, di quanto la discriminazione e il pregiudizio contro gli omossessuali siano radicati nella politica e nella nostra società. Garantendo all’Italia l’infelice primato del Paese con la classe dirigente più omofoba in Europa.

http://www.bollatiboringhieri.it/libri/filippo-maria-battaglia-ho-molti-amici-gay-9788833928395/

Non mancate!

Segnalazione: Mattia Cesari – “Omofollia”

Nell’ambito delle nostre inizitive per la XIV “Giornata Internazionale contro l’omo\bi\transfobia” segnaliamo il libro di Mattia Cesari,

“Omofollia. Ho 19 anni e vi racconto come l’omofobia ha cambiato la mia vita”,

pp. 197, € 17,00;
Rizzoli Editori, 2016.

Gita di terza elementare, tutti in pullman, destinazione la necropoli etrusca di Cerveteri. Due bambine di un’altra classe sedute sul sedile davanti si girano verso di me. Una allunga la mano e mi afferra una ciocca lunga e bionda di capelli. Non tira, li accarezza stupita e dice: «Come ti chiami?». «Mattia.» «Mh-mh. E perché hai i capelli da femmina?» Non lo sapevo che quelli fossero «capelli da femmina». Per me erano i capelli come li portava quel figo di mio padre e gli avevo chiesto di lasciarmeli crescere proprio come i suoi, ma evidentemente su di me l’effetto era, come dire, diverso.
Da quel momento, anno dopo anno, Mattia inizia a vedere le cose da un altro punto di vista, a riconoscere e accettare gradualmente la sua identità sessuale, a confrontarsi con l’ottusità della gente, quella che lui definisce «omofollia», e a tentare talvolta di aprire almeno una piccola breccia nel muro dell’omofobia. Il tutto sullo sfondo della sua improvvisa e inaspettata popolarità sul web – con i pro e i contro che comporta – e la voglia di crescere ogni giorno di più. Una voce fresca e sincera per raccontare la storia di un adolescente normale.

http://www.rizzoli.eu/libri/omofollia/

http://francilettricesognatrice.blogspot.it/2016/01/recensione-omofollia-di-mattia-cesari.html

http://www.recensionilibri.org/2016/04/omofollia-di-mattia-cesari.html

Mattia Cesari (Roma, 1997) è un ragazzo come tanti che a 16 anni ha iniziato per gioco a postare video in cui imitava Belén Rodríguez e nel giro di poco è diventato noto sui social. Col tempo, a questo suo lato ironico, Mattia ne ha affiancato uno più intimo: dopo aver fatto coming out, ha iniziato a raccontare i suoi sentimenti e le sue posizioni sul mondo gay e sull’omofobia in modo onesto, tenero e magnetico, trasformandosi in un punto di riferimento per molti giovani della sua età che trovano in lui una voce amica e un esempio.

http://www.rizzolilibri.it/autori/mattia-cesari/

 

“ROCK FOR LOVE!” Gran concerto contro l’omo\bi\transfobia a Vercelli – 20 maggio 2017

In occasione della XIV “Giornata internazionale contro l’omo\bi\transfobia” e contro ogni genere di odio Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli e Biella vi invita tutt* a combattere le discriminazioni a suon di musica con

“ROCK FOR LOVE!”

Flash Mob “Rainbow love”
e
maratona musicale contro l’omo\bi\transfobia

sabato 20 maggio 2017
a partire dalle ore 15:00

in Piazza Cavour a Vercelli

Alle ore 15:00 unitevi al flash mob a cura del nostro Gruppo AfricArcigay

e a segurire, con la maratona musicale che riempirà dei colori dell’arcobaleno tutta Piazza Cavour fino a sera, si esibiranno per voi ben

!dieci gruppi musicali!

MAD HOUSE – RIVER DEEP – CAROLINA & TOM
ANDREA DEREGIBUS  & THE RIVERMEN
MARIA OLIVERO – GET ON MEDLEY – OSLAVIA
NOALTER – 2.0 – FANALE

E troverete anche il nostro stand con i gadgets dell’Associazione, le t-shirts, i gadgets e gli opuscoli della campagna nazionale Arcigay contro l’omo\transfobia; ci sarà anche materiale informativo per sensibilizzare sulle MST e le pratiche di sesso sicuro, verrà distribuito gratuitamente materiale di prevenzione e

avrete la possibilità di tesserarvi ad Arcigay “Rainbow”!

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i gruppi musicali che con la loro disponibilità hanno reso possibile l’evento, il Comune di Verecelli che lo patrocina e il Caffè Cavour che ci ospita.

Non perdete quest’opportunità unica di divertimento e impegno: unitevi a noi!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: