Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Archivio per agosto, 2016

Segnalazione: Colm Tóibín – “Brooklyn”

3550557-9788845275395Segnaliamo la traduzione del romanzo di Colm Tóibín,

“Brooklyn”,

pp. 329, € 14,00;
Bompiani Editore, 2016.

Non è facile trovare lavoro a Enniscorthy, una cittadina nel sudest dell’Irlanda. I primi anni cinquanta sembrano seminare solo insoddisfazione e desiderio per un benessere che non c’è, neppure all’orizzonte. La giovane Eilis Lacey, prigioniera del confronto quotidiano con la madre e la sorella Rose, non vede davanti a sé alcuna prospettiva, finché l’imprevedibile visita di un prete emigrato, padre Flood, le fa scorgere l’opportunità di una vita diversa, al di là dell’oceano, a New York. Sarà proprio a Brooklyn che Eilis riuscirà a trasformare il passato in un futuro libero e propizio. E l’incontro con Tony, un ragazzo da amare, farà del sogno una reale possibilità che cambierà la sua vita, forse, per sempre. Colm Tóibín racconta una storia d’amore fatta di passioni e cadute su cui spicca la vertigine di Eilis, nella scelta fatale tra senso del dovere, appartenenza alla famiglia e desiderio di libertà, in quella linea d’ombra tra l’adolescenza e l’età adulta.

Da questo romanzo il film per la regia di John Crowley e la sceneggiatura di Nick Hornby.

http://www.bompiani.eu/libri/brooklyn-2/

http://www.sololibri.net/Brooklyn-Colm-Toibin.html

https://everythingnothing15.wordpress.com/2016/02/05/recensione-del-libro-brooklyndi-colm-toibin/

2850678-2757088Colm Tóibín è nato nel 1955 a Enniscorthy. Giornalista, saggista e romanziere, è considerato uno dei maggiori scrittori irlandesi contemporanei. Ha studiato Storia e letteratura inglese all’University College of Dublin e a venti anni ha cominciato a viaggiare, prima in Spagna, poi in Argentina, in Sudan, in Egitto, negli Usa. È stato inoltre direttore di due riviste irlandesi, “InDublin” e “Magill”, e ha collaborato a “The Sunday Independent” e “The London Review of Books”.
Tra i suoi romanzi “The Master” (2004), “Fuochi in lontananza” (2008) e “Brooklyn” (2009).

http://www.rizzolilibri.it/autori/colm-toibin/

“Festa per la fratellanza dei popoli” – Aranco Borgosesia 02 settembre 2016

14079710_10210518270221749_7357250144127732616_nArcigay “Rainbow” ha ricevuto un gradito invito, che estende a tutt*, e parteciperà alla

“FESTA per la FRATELLANZA dei POPOLI”

Cena multietnica – mostra fotografica – interventi di migranti e attivist*

Venerdì 02 settembre 2016,
dalle ore 20:00,

Presso il Circolo ACLI in Via delle Fontane, 60
Aranco – Borgosesia (Vc)

“Una serata rivolta alla promozione della solidarietà e dell’accoglienza nei confronti dei milioni di persone che oggi scappano dalle guerre di tutto il mondo. Si comincerà con una cena sociale e multietnica, arricchita da cibi e specialità provenienti da tutto il mondo. A seguire, alcuni cittadini e cittadine di Borgosesia e dintorni, che hanno recentemente portato il loro aiuto nei campi dei migranti presso i paesi dell’Est Europa, dove il blocco forzoso di numerose frontiere ha creato accampamenti di uomini e donne in condizioni disumane e sotto costante minaccia, racconteranno attraverso foto e video la loro esperienza e avvieranno una discussione sullo stato attuale dei flussi migratori in Europa. Sono state coinvolte e saranno partecipi, oltre a diverse associazioni locali attive nel sociale, anche le comunità di migranti aventi diritto d’asilo che sono attualmente ospitati in alcuni strutture di Borgosesia e dei paesi limitrofi.
Per la cena multietnica è gradito ma non obbligatorio un contributo da parte di tutti, cucinando qualche piatto da condividere con la collettività tutta!”

Per prenotarsi è possibile contattare:

Monica (3489609009)

Alessia (3343901776)

https://www.facebook.com/events/178955222526885/

Non mancate!

Segnalazione: Colm Tóibín – “Nora Webster”

9788845280818Segnaliamo la traduzione del romanzo di Colm Tóibín

“Nora Webster”,

pp. 352, € 19,00;
Bompiani Editore, 2016.

Irlanda, fine degli anni sessanta. Nora Webster vive in una piccola cittadina, si occupa dei suoi quattro figli e cerca di ricostruirsi una vita dopo la morte del marito. Intelligente, a volte difficile e impaziente, a volte gentile e amorevole, è vittima delle circostanze e spera che qualcosa, qualsiasi cosa cambi e le permetta di andare via. Lentamente, grazie all’aiuto della musica e dell’amicizia, trova un barlume di speranza e una strada per ripartire. Con nuove dinamiche famigliari, la donna sembra sia violentemente padrona di sé sia una figura dalla morale ambigua, tanto da diventare una delle eroine più memorabili della narrativa contemporanea. Il ritratto che viene tratteggiato nell’arco degli anni è straziante, penetrante, sempre tenero e profondamente vero. Nora Webster è un romanzo che illumina le nostre vite come raramente accade in letteratura. La sua umanità, la sua compassione danno vita a un’esperienza indimenticabile per ogni lettore.

http://www.bompiani.eu/libri/nora-webster/

http://www.sololibri.net/Nora-Webster-Colm-Toibin.html

2850678-2757088Colm Tóibín è nato nel 1955 a Enniscorthy. Giornalista, saggista e romanziere, è considerato uno dei maggiori scrittori irlandesi contemporanei. Ha studiato Storia e letteratura inglese all’University College of Dublin e a venti anni ha cominciato a viaggiare, prima in Spagna, poi in Argentina, in Sudan, in Egitto, negli Usa. È stato inoltre direttore di due riviste irlandesi, “InDublin” e “Magill”, e ha collaborato a “The Sunday Independent” e “The London Review of Books”.
Tra i suoi romanzi “The Master” (2004), “Fuochi in lontananza” (2008) e “Brooklyn” (2009).

http://www.rizzolilibri.it/autori/colm-toibin/

Segnalazione: Michael Cunningham – “Un cigno selvatico”

un-cigno-selvaticoSegnaliamo la traduzione dell’ultimo libro di Michael Cunningham,

“Un cigno selvatico”,

pp. 150, € 18,00;
La Nave di Teseo, 2016.

Le storie della buonanotte non sono mai state così dark, perverse, e reali. Una mela avvelenata e una zampa di scimmia dotata del potere di cambiare il destino; una ragazza dai lunghissimi capelli in grado di provocare eventi catastrofici; un uomo con un’ala di cigno; una casa nel cuore della foresta, fatta di caramelle e pan di zenzero, glassa alla vaniglia e zucchero filato.
In “Un cigno selvatico”, i personaggi di terre molto, molto lontane – le figure mitiche che tanto hanno incantatola nostra infanzia – diventano protagonisti di storie che rivelano molto di noi e del nostro presente.
Qui ritroviamo i dettagli che le nostre fiabe preferite hanno dimenticato o volontariamente omesso: gli anni che seguono allo spezzarsi di un incantesimo, l’euforico realizzarsi di un miracolo inatteso, il destino di un principe guarito solo a metà da una maledizione. Potremo incontrare la Bestia in fila davanti a noi al minimarket, che compra snack e sigarette, il sorriso affamato rivolto alla cassiera; un ometto malformato con un talento per le piccole magie che non si ferma davanti a nulla per procurarsi un bambino; Jack, pigro e rozzo, che preferisce vivere nel seminterrato di sua madre che ottenere un lavoro, fino al giorno in cui scambia una mucca con una manciata di fagioli magici. E ancora, il matrimonio di Raperonzolo entra in crisi quando comincia a perdere i capelli, Hansel e Gretel diventano due teppisti violenti e senza freni.

Dieci favole della tradizione rielaborate da uno dei narratori più dotati della sua generazione, l’autore Premio Pulitzer di Le Ore Michael Cunningham, e illustrate da Yuko Shimizu.

http://www.lanavediteseo.eu/item/un-cigno-selvatico/

http://www.lastampa.it/2016/04/25/cultura/tuttolibri/le-favole-dark-di-michael-cunningham-2ENBqqGuskZwVNPuyIJ1gO/pagina.html

http://www.anobii.com/books/Un_cigno_selvatico/9788893440004/01db35284f4647d473

220px-Michael_Cunningham_JB_by_David_ShankboneMichael Cunningham nasce a Cincinnati e cresce in California. Ha studiato Letteratura inglese alla Stanford University (dove si laurea) e alla University of Iowa dove riceve il premio Michener Fellowship; viene premiato come Master of Fine Arts dall’Iowa Writers’ Workshop. Mentre studia nell’Iowa pubblica alcune storie brevi su “The Atlantic Monthly” e su “The Paris Review”. Nel 1993 riceve il Guggenheim Fellowship, nel 1998 il National Endowment for the Arts Fellowship e nel 1995 viene premiato con il Whiting Writers’ Award. Cunningham insegna al Fine Arts Work Center di Provincetown, nel Massachusetts, e al Brooklyn College. Dichiaratamente omosessuale, già militante di Act Up nella lotta contro l’Aids e attivista per i diritti LGBT, tale tematica è molto importante in tutte le sue opere.

Famoso per il romanzo Le ore (The Hours), premiato con il prestigioso premio Pulitzer per la narrativa e che gli ha permesso di ottenere una fama di livello mondiale, amplificata anche dal successo del film con Nicole Kidman, Meryl Streep e Julianne Moore, Cunningham è autore di altri romanzi tra cui: “Carne e sangue”, “Dove la terra finisce” e “Una casa alla fine del mondo” (da cui è stato tratto un altro film).

http://it.wikipedia.org/wiki/Michael_Cunningham

 

“Discriminazione, qualità dell’assistenza e fiducia negli infermieri e nei medici: indagine tra la popolazione LGBT italiana”

Su segnalazione di Arcigay “Sylvia Rivera” Chieti, Vi invitiamo a partecipare a questa ricerca.

“Discriminazione, qualità dell’assistenza e fiducia negli infermieri e nei medici: indagine tra la popolazione LGBT italiana”.

Tale studio è promosso dal Collegio IPASVI (albo professionale degli infermieri) e dall’Arcigay di Chieti. Obiettivo principale di questa ricerca è quello di conoscere come gli LGBT valutano l’assistenza sanitaria ricevuta; per capire se in Italia vi sono ancora discriminazioni, quale sia la natura di tali discriminazioni e per trovare soluzioni atte ad eliminarne le cause. Per fare ciò, nel migliore dei modi possibili, abbiamo bisogno che un gran numero di persone LGBT compili il questionario che trovate al seguente link:

http://www.survio.com/survey/d/I6V3I3E8N7B2E1R1E

Si tratta di un questionario anonimo, la cui compilazione impiega pochi minuti. Grazie!

Arcigay-Chieti-Sylvia-Rivera

Segnalazione: Amy Bloom – “Beate noi”

beate-noi-light-673x1024Segnaliamo la traduzione italiana dell’ultimo romanzo di Amy Bloom,

“Beate noi”,

pp. 276, € 18,00;
Fazi Editore, giugno 2016.

America, anni Quaranta. Due sorellastre, Eva, schiva dodicenne abbandonata dalla madre, e Iris, ragazza fascinosa, cinica e aspirante attrice, si ritrovano inaspettatamente a convivere sotto lo stesso tetto: quello del padre Edgar, ex insegnante di letteratura inglese e vedovo da poco. Dopo l’inizio complicato, tra le due s’instaura un profondo affetto e insieme decidono di partire alla volta di Hollywood, dove Iris spera di lavorare nel mondo dello spettacolo.
La ragazza piace e il lavoro non manca, ma tutto precipita quando, a una festa per sole donne, ad accorgersi di lei sarà la bellissima Rose Sawyer, attrice sulla cresta dell’onda, che diventa la sua amante: i paparazzi però sono dietro l’angolo e, in un paese dove aleggia ancora lo spettro del proibizionismo, è importante che la relazione non venga allo scoperto. Così Iris ed Eva sono costrette a fuggire a New York, dove devono inventarsi una nuova vita. Ma anche qui le insidie sono imminenti.
In un’esistenza governata dal caso, tra riavvicinamenti col padre squattrinato, incendi, incarcerazioni, cartomanzia e rapimenti di bambini, le due ragazze cercheranno la loro strada senza perdere mai il sorriso. Sullo sfondo, i discorsi di Roosevelt, la seconda guerra mondiale e il jazz. Con una narrazione vibrante dal sapore picaresco, dove nessun risvolto è mai il più semplice e nessun personaggio è davvero ciò che sembra, Amy Bloom ci mostra come l’affetto tra sorelle sia salvifico anche quando la sfortuna è devastante e come l’estro resti la carta fondamentale per sopravvivere in un mondo come questo, imperfetto ma bello.

«Amy Bloom è una delle scrittrici più importanti d’America, e sono certo che diventerà sempre più famosa. Scrive in modo meraviglioso e ha una visione sorprendente dell’amore, del dolore, della gioia, di ogni atto ed emozione umani significativi.
Per me è il Čechov d’America».
Michael Cunningham

«Un libro pieno di sorprese: si apre con un attacco fenomenale e si conclude con un’immagine squisitamente risolutrice.
Non saprete in che direzione vi sta portando fino a quando, improvvisamente, non vi ci troverete. Un libro vibrante».
«The New York Times»

http://www.corriere.it/cultura/16_agosto_01/amy-bloom-beate-noi-fazi-b5e68f66-5805-11e6-834e-2ef55a586913.shtml

http://libreriaditessa.blogspot.it/2016/07/recensione-beate-noi-di-amy-bloom-ediz.html

CUL03F2_9582541F1_24-kgwC-U432105582311308KB-140x180@Corriere-Web-SezioniNata nel 1953, è autrice di tre romanzi, un libro per bambini e una raccolta di saggi. È stata finalista al National Book Award. Vive in Connecticut e insegna scrittura creativa alla Wesleyan University. Beate noi è il suo ultimo libro.

https://fazieditore.it/autore/amy-bloom/

Segnalazione: Chris Tamburini – “Bello come il Christallo”

ebe73b9d71dc882f022483a2c489fb5f1dd2fe30-thumbSegnaliamo il racconto autobiografico di Chris Tamburini,

“Bello come il christallo”

e-book scaricabile gratuitamente al seguente link :
smashwords.com/books/view/654401

Premessa dell’Autore.

“Ho concepito questo libro, scritto come una lunga lettera suddivisa in capitoli, inizialmente per mia madre, perché da quando mi aprii con lei un anno fa, lei si “chiuse” rispetto all’argomento omosessualità. Prima di darlo a mia madre, però, lo inviai ad alcuni amici per sapere la loro opinione. Oltre ad averlo apprezzato tantissimo, i miei amici condivisero il mio libro con altri amici, e così via, tanto che ho cominciai a ricevere messaggi di ringraziamento da ragazzi che non conoscevo. È per questo che ho deciso di creare una pagina facebook dedicata al libro, in modo da facilitarne la diffusione e aiutare sempre più ragazzi.
In questa lettera racconto a mia madre tutte le cose che non sapeva della mia vita…”

Chris Tamburini

 

«Un anno fa odiavo la mia vita: mi sentivo solo, non avevo amici. Mi sentivo giudicato ovunque alzassi lo sguardo. Per anni la mia tattica per affrontare il disagio è stata nascondermi. Mi vergognavo dell’eventualità di essere gay tanto da soffocarla insieme ai comportamenti che destassero il sospetto. Ho passato la mia adolescenza a ripetermi “non sono gay” anche se c’era sempre qualcuno pronto a darmi del finocchio. Poi, un giorno, ho partecipato a un corso di memoria e per la prima volta da quando ero piccolo mi sono sentito non-giudicato. E la mia vita è cambiata. Ora ho così tanti amici che faccio fatica a gestirli, sorrido così spesso che mi fanno male le guance e sopratutto il mio corpo è pervaso dalla sensazione di libertà che provo nell’esprimere appieno il mio essere». È quanto ci racconta Chris, un ragazzo di vent’anni che ha deciso di condividere la sua storia nella speranza che possa essere utile a chi non si accetta.
È un racconto toccante, forte e sincero che non mancherà di trasportare il lettore. Ancor più considerata la volontà di rendere quella pagina di vita liberamente accessibile a tutti attraverso un ebook che è possibile scaricare gratuitamente.

Il libro è disponibile in formato pdfepub e Kidle dalla pagina dedicata su Smashwords. Inoltre è possibile rimanere in contatto con l’autore attraverso la pagina Facebook del volume.

 

 

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: