Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

UnknownPubblichiamo un comunicato di Arcigay Nazionale.

Oggi, 1 dicembre, si celebra la Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, ricorrenza istituita nel 1987 dall’Organizzazione mondiale della sanità per commemorare le persone scomparse a causa del virus, per accrescere la consapevolezza sul tema e per sostenere le pratiche di prevenzione, prima fra tutte il sesso protetto. “Una giornata che non può e non deve passare inosservata – dichiara Michele Breveglieri, Responsabile Salute Arcigay – in particolare in Italia, dove i dati dell’Istituto superiore della Sanità raccontano i gravi effetti della mancanza di una strategia di prevenzione dell’HIV. Infatti, mentre l’incidenza dei contagi resta pressoché invariata negli anni, continua a crescere la proporzione delle persone che arrivano allo stadio di Aids conclamato ignorando la propria sieropositività: erano il 20,5% delle diagnosi di Aids nel 2006, mentre nel 2014 hanno raggiunto quota 71,5%. Inoltre, più di un terzo della nuove diagnosi di HIV tra gli uomini omo-bisessuali av­viene in fase clinica avanzata. Sono dati che parlano di un sommerso non diagnosticato non più sopportabile alle soglie del 2016”. “E’ una situazione che va urgentemente affrontata e invertita – continua Breveglieri -: UNAIDS, l’agenzia dell’Onu sll’Hiv, ha chiamato tutti nel 2014 ad un obiettivo globale, 90% di persone con HIV diagnosticate, 90% in cura, 90% con viremia soppressa. Gli effetti benefici di una diagnosi precoce, e quindi poi della terapia, oggi sono ultra noti, sia per il benessere della persona, sia per la riduzione dell’infettività: non fare nulla per arrivare a quell’obiettivo di 90% di persone con HIV diagnosticate è un delitto morale e una responsabilità politica ben precisa.”

Per questo Arcigay già da tempo ha definito una propria strategia di prevenzione che include la promozione massiccia del test HIV, e dal 2015 ha messo in campo, in collaborazione con Anddos, il progetto PROtest, finanziato dalla Chiesa Valdese – Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi con i fondi ad essa assegnati con l’8×1000. Si tratta di un progetto di monitoraggio e mappatura dell’offerta del test HIV nei territori in cui Arcigay è presente, di campaigning promozionale del test HIV e di pilotaggio di iniziative o servizi di testing rapido direttamente e gratuitamente offerto dall’associazione alla comunità LGBTI.

Nei giorni passati, in occasione della European Testing Week, e nel mese di dicembre, in alcune sedi Arcigay e circoli Anddos il progetto PROtest ha promosso la somministrazione del test rapido per l’HIV, gratuito anonimo, sotto supervisione medica. L’iniziativa è sostenuta da una campagna nazionale il cui slogan è “HIV + o -? L’unica differenza è saperlo” rivolta a superare la resistenza a fare il test HIV per paura del risultato: “oggi è doveroso passare il messaggio de-stigmatizzante che una diagnosi di HIV non è una passeggiata, ma non è nemmeno la fine del mondo e può essere gestita. Una diagnosi precoce, grazie alla possibilità di accedere alla terapia, semplifica la vita e la migliora sotto vari aspetti, una diagnosi tardiva invece la complica progressivamente” – conclude Breveglieri.

Nei prossimi giorni quindi proseguiranno in diverse città gli ultimi appuntamenti di questo calendario di testing rapido HIV, che andranno a completare l’ampia offerta di iniziative di sensibilizzazione e prevenzione che come ogni anno Arcigay mette in campo in occasione del 1° dicembre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: