Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

IMG_1787-2Pubblichiamo un comunicato di Arcigay Nazionale

IL XV CONGRESSO NAZIONALE ARCIGAY RIFLETTE SUL CASO DEL REFERENDUM IRLANDESE.
Il messaggio della Presidente Laura Boldrini: “Ritardo sui diritti, la politica non può più rinviare”

Napoli, 14 novembre 2015 – La seconda giornata di lavoro del XV congresso nazionale Arcigay, in corso al Grand Hotel Parker’s di Napoli, ha accolto l’intervento di Brian Sheehan, membro del board di Ilga Europe (International gay & lesina association), direttore di GLEN (Gay and Lesbian Equality Network) e co-direttore di Yes equality, la mobilitazione che in Irlanda ha portato alla vittoria del “Sì” al referendum sull’introduzione del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Sheehan è stato introdotto dall’onorevole Daniele Viotti, co-presidente dell’intergruppo lgbti del Parlamento europeo.

I lavori della prima giornata del Congresso, svoltasi ieri al Maschio Angioino, sono stati aperti dal saluto del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che ha comunicato la modifica del regolamento per il registro delle unioni civili del Comune di Napoli, ora aperto anche alle coppie in cui uno solo dei partner è residente nel comune partenopeo. Durante il congresso è stato inoltre letto il messaggio della Presidente della Camera, Laura Boldrini. “Come ho avuto più volte occasione di affermare – ha scritto Boldrini – sul tema dei diritti civili, esiste nella politica e nelle istituzioni un vistoso ritardo rispetto alle rapide trasformazioni che si registrano nella società italiana. In particolare, il mancato riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali – costrette a vivere in una condizione di permanente incertezza giuridica cieca lo status della loro unione – è reso ancor più grave dal fatto che si tratta di realtà ormai vissute e pienamente dai cittadini. La politica non può più rinviare la trattazione di questo tema o riservargli una posizione di secondo piano. Anche la Corte europea di Strasburgo ha recentemente stigmatizzato l’inerzia del legislatore italiano ritenendo che l’Italia sia venuta meno all’obbligo di assicurare alle coppie omosessuali una cornice legale specifica che riconosca e protegga le loro unioni. Ritengo pertanto che sia dovere del Parlamento colmare la disuguaglianza esistente tra coppie eterosessuli e omosessuali, adoperandosi affinché la legislazione sia finalmente al passo con i sostanziali e profondi cambiamenti già in atto nella società civile”.

Il XV Congresso nazionale Arcigay si chiuderà domani con l’elezione delle cariche sociale e la votazione della mozione congressuale.

UnknownUfficio stampa Arcigay – Vincenzo Branà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: