Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

La nostra Serena ci segnala tre manga di Ebine Yamaji,

lovemylife“Love My Life”,

pp. 198, € 8,50;
Kappa Edizioni 2005.

Dopo la morte della madre, la giovane Ichiko riesce a costruire un rapporto di amicizia col padre e a creare tra loro una certa confidenza, prima impensabile. Ichiko studia inglese per poter un giorno tradurre come lui romanzi americani, ed è a lui che decide di rivelarsi finalmente senza filtri, presentandogli la ragazza che ama. Non saranno però queste dichiarazioni a sconvolgere la vita di Ichiko, quanto piuttosto le inaspettate rivelazioni del padre su quale fosse realmente il rapporto che lo legava alla moglie.

In Love My Life le vicende sono ridotte alla loro essenzialità per far emergere il percorso individuale della protagonista, messo in scena senza ipocrite reticenze, anche nelle scene di sesso, ma non per questo meno pudico nel suo svelamento. Ebine Yamaji s’interroga con delicata naturalezza sulla natura complessa di tutte le relazioni amorose. Il tono del racconto è nervoso e moderno, ma nello stesso tempo elegante, tanto nella composizione grafica quanto nella scrittura dei dialoghi. La narrazione sembra avvenire in presa diretta, e la quotidianità esplode leggera, ma la vita dei personaggi si colora spesso di malinconia, come se una sottile minaccia mettesse sempre a rischio la loro felicità.

FreeSoul1“Free Soul”,

pp. 206, € 8,50;
Kappa Edizioni 2006.

Dopo aver abbandonato la casa della madre ed essersi rifugiata da un’anziana ed eccentrica artista, la giovane disegnatrice Keito è più che mai alla ricerca di sé stessa, tanto sul piano sentimentale che su quello professionale. Nella nuova casa, la ragazza conosce Sumihiko, assistente della donna nonché suo modello e cuoco.

Nella maggior parte delle storie i due finirebbero presto o tardi con l’innamorarsi, sotto gli sguardi benevoli della loro ospite. Ma i fumetti di Ebine Yamaji non sono come tutti gli altri, e la vicenda prende una piega ben diversa.

Keito sta cercando di realizzare un fumetto in cui investe tutte le sue energie, la cui storia è incentrata su una cantante nera e lesbica di nome Angie, suo alter ego, ma anche suo ideale femminile. Ed ecco che a un certo punto sogno e realtà si sovrappongono. Il suo incontro con Niki, una musicista che sembra l’incarnazione di Angie, le fa perdere irrimediabilmente ogni equilibrio. Questa passione non sembra però avere futuro perché Niki è un’anima libera, poco accessibile, instabile.

Attraverso un racconto segnato da tensioni e incomprensioni, Keito inizia alla fine il suo funambolico viaggio verso la maturità.

In questo libro Ebine Yamaji s’interroga nuovamente con delicata naturalezza sulla natura complessa di tutte le relazioni amorose.

9788874711635_200_indigo-blue_haftad“Indigo Blue”,

pp. 196, € 11,00;
Kappa Edizioni 2007.

Rutsu ha già provato amore per un’altra donna, ma ha sempre represso questo sentimento. Ora, però, sta attraversando un momento della sua vita dove tutto è possibile. Nel suo ultimo romanzo, per esempio, c’è un personaggio dal sesso indeterminato, chiamato semplicemente “ Y”, che accarezza una giovane donna con le dita intrise di colore blu. Rutsu sa che Y è in realtà una femmina, ma non l’ha mai detto a nessuno.

Ad accorgersi dell’ambiguità è Tamaki, redattrice di una rivista d’arte, che entra all’improvviso nella vita della ragazza. La ricerca letteraria e quella sessuale si legano così indissolubilmente nel racconto, e Rutsu si scoprirà preda di una passione che non riuscirà a gestire, e che la allontanerà a poco a poco dal suo ragazzo Ryuji.

Indigo Blue è una delle prove narrative più intense di Ebine Yamaji.

Con sincerità e acume l’autrice si avvicina a temi fin’ora solo sfiorati, come la paura dell’omosessualità e il suo conseguente rifiuto. I dialoghi si fanno più sostenuti, quasi a sottolineare una distanza generazionale tra le donne di questo romanzo a fumetti e le adolescenti del suo precedente Love My Life.

Solo al termine di una lunga riconciliazione con le proprie contraddizioni, Rutsu scoprirà come il cammino alla scoperta di sé stessi sia infinito, e come le radici della nostra maturità siano radicate in fondo alle nostre paure.

AVT_Ebine-Yamaji_3097.pjpegEbine Yamaji è una delle più raffinate narratrici del nuovo fumetto giapponese. Le protagoniste dei suoi manga sono donne alle prese con la scoperta o l’accettazione di amori difficilmente tollerati dal mondo che le circonda, sia esso la famiglia, l’ambiente sociale o il luogo di lavoro.

Tra le opere più famose di questa mangaka ricordiamo Love My Life, Free Soul e Indigo Blue. Love My Life è stato nominato ai premi del Festival di Angouleme 2005 e selezionato dalla francese Mang’s Arte a sostegno della rivalutazione del patrimonio e della ricchezza del fumetto giapponese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: