Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

11043285_796665610423011_2577982155804722942_oPubblichiamo la recensione del nostro Giacomo, che ringraziamo moltissimo, allo spettacolo ” Nasco domani” di Giovanni Siniscalco messo in scena lo scorso Martedì 31 marzo al teatro  “Phenomenon” di Fontaneto d’Agogna.

Quando ho sentito parlare dello spettacolo e quando ho saputo il titolo, chissà perché, ho pensato subito a uno spettacolo serioso, qualcosa che facesse pensare alle tematiche LGBT in maniera un po’ pesante (non che la cosa mi dispiaccia, anzi). Poi ho visto la foto sulla locandina e qualche dubbio mi è venuto, ma quella foto che ritrae un Pierrot dal mezzo sorriso sereno non anticipa per nulla lo spettacolo “Nasco domani” di Giovanni Siniscalco. La passione dell’autore/interprete per le icone gay, per il mondo del varietà e la sua musica si dispiega con grande ironia e abilità eclettica: Siniscalco ha scritto lo spettacolo, recita, canta e danza in maniera più che convincente per un profano come me.
Le scene di varietà sono inframezzate da recitativi anch’essi di tono ironico (come il dialogo con una psicologa e il rapporto pieno di cose non dette con la segretaria), salvo una eccezione: la telefonata con il padre lontano (forse molto lontano, già morto, pare di capire), seguita da una canzone sul rapporto padre-figlio – è la parte dello spettacolo che più si avvicina a quello che pensavo che fosse prima di averlo visto… una meditazione dolorosa sull’essere gay.

Nasco domani” è uno spettacolo prettamente autobiografico e il suo centro si trova nel sogno in cui si realizzano i sogni dell’autore: la celebrità, l’incontro con Mina e Raffaella Carrà. Dopo che un gruppo di fan indiavolate ha circondato Siniscalco (primo sogno che si avvera), una Mina che molti lì per lì credono vera dialoga con l’autore su un disco da incidere insieme (secondo sogno) e addirittura duetta con la Carrà via webcam (ambedue interpretate da Siniscalco). Il sogno dei sogni però si infrange presto: a causa dell’ottuso zelo della segretaria, Siniscalco mancherà l’appuntamento con la Carrà in carne e ossa che è venuta a trovarlo e che imbastirà un piccolo repertorio dei suoi brani assieme a una carrambata. Troppo tardi arriverà Siniscalco, ma il peggio deve ancora venire: si troverà intrappolato in un tunnel onirico-virtuale dove sfrecciano le immagini delle icone gay che lui tanto ama (compresa ovviamente Marilyn Monroe, che l’autore interpreta in “Diamonds are a girl’s best friend”), e solo grazie alla segretaria trascurata e innamorata di lui riuscirà a uscire da quello che è diventato un incubo. Ma l’autore, come diceva il suo medico all’inizio dello spettacolo, è incinto di un’idea e questa idea la trasformerà in copione e la porterà per i teatri, divertendo e facendo pensare chi avrà voglia di dedicargli un paio d’ore.

Mi piacerebbe molto commentare una per una le canzoni portate dall’autore sul palco, purtroppo le mie conoscenze di quei generi musicali sono molto scarse. Però una menzione speciale la vorrei fare a una canzone originariamente cantata da Lelio Luttazzi e poi ripresa da Mina, “Chiedimi tutto”: l’interpretazione datane da Siniscalco è stata frizzante e coinvolgente, al pari delle canzoni di Raffaella Carrà che fanno parte del “sogno”.

Tutto mi aspettavo di vedere andando a teatro quella sera, tranne di trovarmi davanti un attore e cantante così versatile e in grado di passare dal registro ironico a quello drammatico (la già citata telefonata con il padre) a perfette esibizioni di varietà (sperando di non avere dato dei giudizi totalmente sbagliati: come ho già detto, non sono del ramo!). Il tema dell’omosessualità è presente in maniera estremamente discreta, non viene mai sbattuto in faccia al pubblico: anche da questo punto di vista sono rimasto un poco sorpreso.

Al prossimo spettacolo, Giovanni Siniscalco: hai guadagnato uno spettatore attento, se non proprio entusiasta come i tuoi fan (quelli veri) presenti in teatro!

Giacomo Tessaro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: