Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Con profondo rammarico e tristezza non trovo le parole adatte per commentare gli insulti che il nostro amico Federico ha ricevuto su Facebook solo perché ha pubblicato una foto che lo ritrae vestito da drag-queen in occasione della spettacolo che abbiamo organizzato per festeggiare il quarto compleanno della nostra Associazione.

E mi dico che ci sono motivi davvero seri e urgenti per portare avanti le nostre campagne di sensibilizzazione…

Però che tristezza e che povertà da arricchire abbiamo di fronte!

Certo, il nostro impegno ha portato qualche frutto importante, ma quando leggo ciò che succede intorno a noi, ad esempio sui “social networks”, credetemi mi rendo conto di quanta illogicità abbiano l’ignoranza e la fobia verso ciò che sentiamo diverso solo per i pregiudizi che ci hanno imposto.

Mi chiedo ad esempio quando la smetteremo di scandalizzarci per un bacio e quando invece reagiremo in maniera così decisa di fronte ai problemi reali, alle atrocità, alle brutture, all’impoverimento culturale e sociale, alla mancanza di diritti che ci tocca e toccherà tutt* in molti settori della nostra vita?

Mi chiedo anche quando la smetteremo di irrigidirci e seccarci al sole (per essere educata) di fronte ai sentimenti e all’amore e quando invece prenderemo coscienza di ciò che veramente siamo e dovremmo sempre essere: esseri umani con un cuore che ha la facoltà di innamorarsi di uomini o di donne?

Mi chiedo allora quando potremo finalmente smettere di lottare per delle cose che dovrebbero già essere ovvie per tutt* e quando veramente inizieremo a capirci e aiutarci?

Me lo chiedo tante volte e comincio realmente a capire che è sempre più necessario impegnarci tutt* in questa battaglia culturale e civile che dovrebbe oramai essere vinta.

E allora dico ai cosiddetti eterosessuali che la devono smettere di rovinare la reputazione a tutta la “categoria” (visto che ad alcun* piace dividere il mondo per categorie), perpetrando le loro cattiverie ai danni di persone uguali a loro, persone che come loro amano, lavorano, si divertono, piangono, ridono, vanno al gabinetto, giocano, scopano in tutti i sensi del termine, fanno sport, mangiano, si ammalano, si disperano, muoiono o diventan vecch* sol* o insieme…

Basta!

Per ora scrivo solo questo… e non mi scuso se ho urtato la suscettibilità di qualcun*, perché dire quel che ho detto, non è offendere l’umanità.

11034633_10206339448628920_1162400184_oAnita Sterna, Presidente di
Arcigay “Rainbow” Valsesia Vercelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: