Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

Archivio per ottobre, 2014

La presentazione del progetto “CasArcobaleno” a Torino – 5 novembre 2014

Arcigay “Rainbow” ha ricevuto un invito che estende a tutt* alla presentazione di un importante progetto per la comunità LGBT di Torino e del Piemonte:

image002

https://www.facebook.com/casarcobaleno

CONFERENZA STAMPA

5 novembre 2014 – ore 11.30

Scuola Holden – Aula 3

(Piazza Borgo Dora 49 – Torino)

Intervengono

Monica Cerutti – Assessore Pari Opportunità Regione Piemonte

Elide Tisi – Vicesindaco Città di Torino

Ilda Curti – Assessore Pari Opportunità Città di Torino

Emanuele Durante – Presidente Circoscrizione 7

Durante la conferenza stampa verrà presentata ufficialmente CasArcobaleno: un polo integrato di servizi di interesse pubblico rivolti alla popolazione LGBT (lesbica, gay, bisessuale e transessuale) e di servizi diretti alla popolazione cittadina creati dalla popolazione LGBT e non solo. Un luogo che mette in rete e in cui lavoreranno insieme associazioni LGBT e NON LGBT.

CasArcobaleno è una casa: un luogo pubblico e privato, abitato da una o molte associazioni, a seconda del momento scelto per visitarlo, è un luogo mentale – che presuppone la presenza di una modalità di ragionamento inclusivo e di valorizzazione delle differenze di chi lo compone – ed anche fisico che obbliga tramite la configurazione degli spazi e dei tempi a una contaminazione di proposte e identità.

Fortemente voluta dalla Città di Torino, CasArcobaleno nasce per rispondere ad alcune esigenze del capoluogo torinese e della sua popolazione. Ad oggi hanno aderito al progetto: Agedo Torino, Arcigay “Ottavio Mai” Torino, Associazione culturale e ricreativa Sauna 011, Badhole Video, Coogen – Coordinamento genitori Torino, Famiglie Arcobaleno, Franti Nisi Masa, Giosef Unito, Gruppo sportivo Gatto Nero, Odv Casa Arcobaleno, Polis Aperta, Quore, Rete Genitori Rainbow, Trepuntozero.

Durante la conferenza stampa verranno presentati il nuovo logo, scelto attraverso un concorso per giovani grafici e designer e il video promozionale diretto da Simone Tizzi che sarà anche complemento della campagna di crowdfunding attiva dal 5 novembre sulla piattaforma Produzioni Dal Basso.

CasArcobaleno Via Bernardino Lanino 3, Torino http://www.casaarcobaleno.eu

Ufficio Stampa con.testi + 39 011 5096036 +39 347 7726482 +39 333 4442790 direzione@contesti.it

Trans Freedom March a Torino – 22 novembre 2014.

transfreedomarch.2014.bannerArcigay “Rainbow” ha ricevuto un invito dal Coordinamento Torino Pride e a sua volta invita tutt* a partecipare a un importante evento organizzato in collaborazione col Coordinamento trans “Sylvia Rivera”

TRANS FREEDOM MARCH

Sabato 22 novembre 2014
a partire dalle ore 16:30

Partenza da
Piazza Vittorio Veneto, Torino

Con la “Trans Freedom March” scegliamo di connotare il TDoR come una manifestazione di lotta per i diritti trans. Vogliamo uscire dalla logica per cui manifestiamo solo una volta l’anno per i nostri diritti e vogliamo puntare i riflettori sulla questione trans che è un punto dirimente rispetto alla cultura conservatrice di questo paese. Non a caso le cosiddette sentinelle citano a ogni piè sospinto la teoria del gender, cosí tanto a cuore alle gerarchie vaticane. A loro è molto chiaro che la questione del genere, la possibilità di viverne uno diverso da quello biologico, interseca quella della sessualità e affettività autodeterminata. Anche a noi questo è chiaro e per questo vorremmo che la “Trans Freedom March” diventasse una delle risposte che noi tutti e tutte possiamo dare. Vorremmo che fosse un’occasione positiva e propositiva per occupare quelle piazze dove vogliamo continuare fare politica mettendoci i nostri corpi e i nostri vissuti.

Durante il corteo suonerà una banda composta dei gruppi Blou Daville & Brass Volé, mentre in Piazza Castello la commemorazione sarà accompagnata dalla voce della cantante soprano Fe Dzidzofe Avouglan.

Sostieni l’iniziativa con una donazione: http://buonacausa.org/cause/trans-freedom-march

logocoordinamento_okilettera invito Associazioni

http://www.torinopride.it/index.php/iniziative/344-tdor-2014-trans-freedom-march

Segnalazione: James Lacesne – “Trevor”

3041490-9788817077132Segnaliamo la traduzione del romanzo per ragazzi di James Lacesne,

“Trevor. Non sei sbagliato: sei come sei”

pp. 108, € 11,oo
Rizzoli Editore, 2014

Trevor, tredici anni, è un inguaribile ottimista, uno spirito effervescente ed entusiasta, un artista in erba che con la sua vita sogna di cambiare il mondo, proprio come Lady Gaga. A scuola, però, le sue passioni iniziano ad attirargli battutine e insulti, che nella sua limpida ingenuità Trevor non capisce, e così facendo contribuisce a rinfocolare. Abbandonato dagli amici, frainteso dal mondo degli adulti, genitori compresi, Trevor si ritrova presto affibbiata l’etichetta di gay. Una storia che si ripete spesso in molte scuole del nostro Paese. Per fortuna, però, nel caso di Trevor questo è solo l’inizio.

Si tratta della trasposizione in forma di romanzo dell’omonimo corto realizzato dallo stesso autore:

http://www.ellentv.com/videos/1-usfifsgj/

http://www.huffingtonpost.it/giuseppe-fantasia/trevor-di-james-lecesne-quando-diversita-valore_b_5897296.html

Lecesne_James_315_ret copyJames Lacesne, (1954) attore e sceneggiatore per il cinema, ha vinto l’Oscar per il Migliore Cortometraggio proprio con la storia di Trevor (1995), che ora ritorna anche in forma di romanzo (2012). È il cofondatore del Trevor Project, un telefono amico che negli Stati Uniti ogni anno aiuta centinaia e centinaia di ragazzi che si interrogano sulla loro identità sessuale a non lasciarsi abbattere dai problemi e dalle difficoltà che incontrano a scuola e nella vita di tutti i giorni.
Come attore e sceneggiatore il suo spettacolo WORD OF MOUTH è stato presentato off Broadway.

http://www.rcslibri.it/autori/james-lecesne/

http://www.jameslecesne.com/

Le foto di Arcigay “Rainbow” alla “Festa dei Popoli” di Vercelli.

68964_10205008016950292_650293339516745907_n 10678778_10205007919067845_3431119234679473223_n 10641274_10205007997989818_4065224530560221339_n 10689473_10205007919747862_1986680062034268759_n 1920301_10205008019270350_6313122633804410474_n 10151270_10205007918227824_8622157966739638101_n 10349092_10205007921307901_5958763223098626782_n 10374535_10205007921267900_72056509817333113_n 250406_10205007936548282_6850870748634932523_n 10646659_10205007973749212_448328091078273253_n 16802_10205007977349302_8973200237901876668_n 1385445_10205008003189948_2785455019937490063_n 1527054_10205008036910791_4128798847592200570_n 1016623_10205008020510381_4327352092486826636_nGrazie alle nostre Maria, Laura, Claudia e al nostro Filippo che ieri a Vercelli hanno allestito lo stand di Arcigay “Rainbow” durante la “Festa dei Popoli” e a tutte le Vercellesi e i Vercellesi che ci sono venut* a trovare; foto di Claudia Crolla.

Segnalazione: “Comizi d’amore” al “Teatro degli Scalpellini” di San Maurizio D’Opaglio – 25 ottobre 2014.

532_1Grazie al nostro Stefano segnaliamo l’occasione di un’interessante serata a teatro con i

COMIZI D’AMORE
Liberamente ispirato a “Comizi d’Amore” di Pier Paolo Pasolini

Sabato 25 ottobre 2014
alle ore 21:00

presso il
Teatro degli Scalpellini
Via Marconi, San Maurizio d’Opaglio (No)

Compagina: TEATRO DELLE FORME (Torino).

Liberamente ispirato a “Comizi d’Amore” di Pier Paolo Pasolini
Formulazione delle domande nell’anno 1963 a cura del Poeta
Pier Paolo Pasolini
Formulazione delle domande nell’anno 2012 a cura del Professor
Tullio De Mauro

Regia: Antonio Damasco
Con: Antonio Damasco, Valentina Padovan
Aiuto Regia: Valentina Padovan
Progetto musicale in collaborazione con Massimo Bubola

Quanto è grande il bisogno d’Amore? Con quali nuovi mezzi ci si affanna per trovare Amore? E soprattutto, oggi, nel 2012 , quali sono le domande che possono risultare scandalose, imbarazzanti? L’amore omosessuale, le coppie miste? La diversità?…o le domande più spinose non saranno forse relative alle nostre dichiarazioni dei redditi?
Nel 1963 Pier Paolo Pasolini e il produttore Alfredo Bini devono girare l’Italia per trovare location e volti per il nuovo film del regista friulano: il Vangelo secondo Matteo. Pasolini da un po’ di tempo ha un chiodo fisso: conoscere le opinioni degli italiani sulla sessualità, l’amore e il buon costume e vedere come sia cambiata negli ultimi anni la morale del suo paese.
Si stabilisce quindi di unire le due cose e Pasolini entra in campo, microfono alla mano, per parlare con gli italiani di “invertiti”, di “prima volta”, di “prostitute” e di “divorzio”.
Ne esce un ritratto del paese contraddittorio, uno spaccato di un’Italia a varie velocità, un quadro sconcertante che alterna aperture fintamente disinvolte e rigidità ancestrali, ne esce “Comizi d’Amore”.
Oggi, 2012 , quasi cinquant’anni dopo, il nostro viaggio parte da qui.

http://www.teatrodelleselve.it/progetto.php?id_a=67&id_sa=125&id_p=532

http://came.unisalento.it/media/i-comizi-damore-cinquantanni-dopo/

http://www.youtube.com/watch?v=Dyj1sGop030#t=23

Il Registro Comunale delle Unioni Civili a Vercelli

ico_708092014221013_CONSIGLIOCOMUNALE8SETTEMBRE2014Lo scorso 25 settembre, con 18 voti a favore, 1 contrario e 5 astenuti, il Consiglio Comunale di Vercelli ha esemplarmente approvato l’istituzione del “Registro Comunale delle Unioni Civili”.

Potranno usufruire di questo utile strumento i cittadini e le cittadine residenti da almeno due anni nel Comune di Vercelli che siano legati da vincoli affettivi senza distinzione tra coppie omosessuali ed eterosessuali.

L’iscrizione al Registro favorirà l’accesso ai servizi abitativi e ai benefit sanitari, scolastici e culturali erogati dall’Amministrazione Comunale, cosa che finora era possibile solo alle coppie sposate.

L’atto si presenta quindi come un deciso passo avanti verso una pratica di buona amministrazione attenta ai bisogni reali di tutti i cittadini e le cittadine e verso una società finalmente inclusiva di tutti i loro nuclei famigliari.

Questa procedura, di competenza prettamente comunale, non soppianta certo e nemmeno è comparabile all’istituto del matrimonio tra persone dello stesso sesso per cui Arcigay continua a chiedere una iniziativa legislativa parlamentare, ma dà un segnale forte per l’estensione della fruizione dei diritti di cittadinanza di base ancora oggi negati ad alcune coppie di cittadini e cittadine italiane, come appunto le coppie omosessuali e omogenitoriali.

Perciò Arcigay “Rainbow” Valsesia – Vercelli sollecita ora tutte le Amministrazioni del nostro territorio che nel loro programma hanno inserito l’istituzione di un simile Registro per le Unioni Civili ad attuarla al più presto e chiede a tutti i restanti esponenti politici locali di discutere e approvare subito questo istituto nei rispettivi consigli comunali; ci rivolgiamo ad esempio al Sig. Sindaco, Gianluca Buonanno la cui piena disponibilità a riguardo tutti i cittadini e le cittadine di Borgosesia hanno avuto modo di constatare pubblicamente durante la nostra nota manifestazione del 19 luglio scorso.

Come Presidente di Arcigay “Rainbow” e a nome di tutto il Direttivo colgo anche l’occasione per ringraziare personalmente tutt* gli\le Assessor* e Consiglier* di maggioranza e minoranza del Consiglio Comunale di Vercelli che hanno approvato il testo, in particolare i\le Sig.* Consiglier* Remo Bassini e Maria Pia Massa che hanno presentato la mozione e il Sindaco, Sig.ra Maura Forte, inoltre tutte le forze politiche che ci hanno sostenut* in questa battaglia di civiltà. Grazie!

RAINBOW VALSESIAAnita Sterna, Presidente di
Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli

Articolo inviato a “Corriere Valsesiano”, “Notizia Oggi Borgosesia” e “La Stampa Vercelli”; pubblicato nel numero di “Notizia Oggi Borgosesia” del 21 0ttobre 2014.

Arcigay “Rainbow” alla Festa dei Popoli di Vercelli – 25 ottobre 2014

10655353_10204967089367128_4088036500082011284_oCon molto piacere vi informiamo che anche quest’anno Arcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli è stata invitata e a sua volta estende a tutt*, in particolare a tutte le vercellesi e i vercellesi, l’invito a partecipare all’inaugurazione del calendario di eventi della VI edizione

della
FESTA DEI POPOLI

Sabato 25 ottobre 2014
dalle ore 15:00

a Vercelli
presso la centrale Piazza Cavour

con l’incontro tra Associazioni e comunità e con l’allestimento di stand in cui scoprire le tradizioni dei popoli e le loro culture. Ci sarà anche l’esposizione di artigianato locale, prodotti tipici, vestiti folcloristici e la promozione di progetti ed attività solidali; verrà anche allestita una merenda multietnica, per gustare piatti provenienti da tutte le parti del mondo.

RAINBOW VALSESIARiteniamo molto importante partecipare a un evento in cui persone di culture e religioni diverse si incontrano in amicizia per parlarsi, conoscersi, condividere esperienze e aspirazioni: quale occasione migliore per promuovere con la nostra presenza la conoscenza, il rispetto e l’inclusione delle persone LGBT…?

Sabato 25 a partire dalle 15:00 troverete in Piazza Cavour anche lo stand con le nostre volontarie e volontari, i gadgets dell’Associazione e della campagna nazionale Arcigay contro l’omofobia, materiale informativo e di prevenzione delle malattie sessualmete trasmissibili e ….

la possibilità di tesserarsi o rinnovare la tessera di Arcigay “Rainbow”.

Non mancate di venirci a trovare… vi aspettiamo numeros*!

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: