Comitato territoriale Arcigay delle Provincie di Vercelli e Biella

imagesArcigay “Rainbow” Valsesia-Vercelli è onorata di partecipare con l’ Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia al tredicesimo “Giorno della Memoria delle vittime del nazifascismo” proponendo in questa occasione la proiezione antologica del documentario di Rob Epstein e Jeffrey Friedman

“Paragraph 175”

Costato tre anni di ricerche, girato nel l999 e narrato nella versione inglese da Rupert Everett, vincitore nel 2000 dell’Orso d’Oro e del Taddy Award come miglior documentario al Festival del Cinema di Berlino e del premio per la regia al Sundance Festival, l’opera deve il suo titolo al paragrafo del codice penale tedesco, abrogato completamente solo nel 1994, che sanzionava “un atto sessuale innaturale commesso fra persone di sesso maschile…”

Con un montaggio avvincente il documentario alterna prezioso materiale d’ archivio, che illustra gli avvenimenti della storia della società tedesca tra le due guerre e fino alla caduta del Terzo Reich, a momenti di forte emozione quando presenta le testimonianze in prima persona della vita privata di cinque sopravvissuti omosessuali ai campi di sterminio che hanno accettato di farsi intervistare – non senza lacune, imbarazzi e silenzi – da un giovane storico e militante omosessuale tedesco…

Particolarmente drammatico e importante il racconto di Gad Beck, ebreo omosessuale berlinese attivo nella resistenza, cui si deve la salvezza di molte persone perseguitate dal regime – esperienza raccontata anche nella sua autobiografia “Dietro il vetro sottile” edita in Italia da Einaudi; e quello di Pierre Seel, giovane omosessuale alsaziano anche lui attivo nella resistenza, internato all’età di soli 17 anni – esperienza raccontata nel suo testo “Moi Pierre Seel, déporté homosexuel ” – che dal 1982 ha iniziato e vinto una battaglia civile per il riconoscimento da parte del governo francese del suo status di “vittima omosessuale” o ancora quello di Heinz Doermer quando rievoca il “Singende Wald”: la tortura inflitta agli internati prima dell’esecuzione…

Proponendosi di “colmare un vuoto della memoria” il documentario racconta un aspetto della persecuzione nazista colpevolmente rimosso dalla società tedesca del dopoguerra e così ristabilisce una più chiara memoria storica per le nuove generazioni non solo tedesche e non solo omosessuali; l’opera ha anche contribuito ad accelerare la pratica di riconoscimento ufficiale di risarcimento agli omosessuali sopravvissuti ai campi di concentramento.

I registi Rob Epstein e Jeffrey Friedman hanno anche ricevuto un Oscar per i documentari “Common Threads: Stories from the Quilt”(1989) e, il solo Epstein, “The Times of Harvey Milk”(1984).

Sono inoltre autori del documentario “The Celluloid Closet”(1995), tratto dall’omonimo saggio di Vito Russo sulla censura dell’omosessualità nel cinema classico hollywoodiano e di ”Howl”, biografia sperimentale del poeta Allen Ginsberg interpretata nel 2010 da James Franco.

In qualità di gay e di ebrei, avevamo ovviamente ragioni personali per approfondire questa storia. Sentimmo la necessità di registrare tutti quei racconti mentre ancora c’erano dei testimoni viventi a narrarli…” Rob Epstein e Jeffrey Friedman.

“Der singende Wald, da bekam jeder Gaesenhaut. Der singende Wald, unerklaerlich, da versagt das menschliche Hirn, und vieles bleibt noch unbekannt.” Heinz Doermer.( Il bosco che canta… lì veniva a tutti la pelle d’oca. Il bosco che canta, inspiegabile, ci si perde la testa, e molto resta ancora sconosciuto.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: